22°

Provincia-Emilia

Unione o fusione, i cittadini in coro: "L'importante è abbattere le spese"

0

Chiara De Carli
Il nuovo riordino territoriale crea un po' di confusione tra i cittadini che faticano a distinguere tra unioni, fusioni e ambiti ottimali. Torrile è l’unico Comune di medie dimensioni della Bassa ad essere attualmente fuori dalle unioni, nonostante l’attivazione di diverse convenzioni con gli enti limitrofi e il capoluogo ed entro il 2014 l’amministrazione dovrà decidere se entrare nell’Unione Bassa Est, unica possibilità prevista dopo la definizione degli ambiti territoriali, o no, rinunciando in questo caso ai contributi regionali. Una scelta che il sindaco Andrea Rizzoli farà dopo aver consultato i cittadini, come ha affermato dopo la delibera della giunta regionale che individua come ambito ottimale il territorio dei Comuni di Colorno, Mezzani, Sorbolo e Torrile. Ma i torrilesi come immaginano il futuro del territorio sotto questo aspetto? Cosimo Albano, quarantenne di Vicomero, se potesse scegliere opterebbe per una fusione con un altro Comune: «Non mi interessa avere il municipio e il sindaco. Avendo un ente unico credo che si potrebbero risparmiare parecchi soldi».
Meno figure istituzionali e uffici anche per Gianmaria Zammarchi, titolare del bar di Rivarolo: «Penso che la migliore soluzione possibile sia quella della fusione, magari mantenendo sul territorio alcuni presidi per i servizi principali. Avere sindaci, assessori e uffici per Comuni piccoli mi sembra antieconomico: un solo ente per un territorio più ampio abbatterebbe i costi».
Di parere diverso Gianni Brozzi, 70 anni e residente a Torrile: «Secondo me bisogna fare l’Unione: i Comuni restano per preservare le tradizioni locali ma si abbattono le spese. Bisogna, però, che si amministri bene e nell’interesse di tutta la collettività».
Sostenitore dell’Unione anche Michele Da Riva, 39enne sanpolese: «Io sono per l’entrata in Unione, una soluzione che permette la pluralità di visione e un’economia di scala. La prima cosa da fare è aumentare il controllo sul territorio per dare più sicurezza ai cittadini e ci si può riuscire solo unendo le forze». Più incerto Mauro Frigeri, 49 anni di San Polo, che ritiene siano «cose da discutere in assemblee pubbliche dove potrebbero uscire idee diverse». Anche Andrea Davoli, edicolante di San Polo, è indeciso su quale possa essere la soluzione migliore. «Non sono in grado di valutare se sia meglio l’unione o la fusione, se sia preferibile un sindaco che decide per tutti o diversi sindaci che discutono sulle cose da fare. Certo è che se esistono Comuni da 20-30 mila abitanti non vedo quale sia la problematica nel fondere i Comuni fino ad arrivare a quella quota – dice -. Meno gente c'è da pagare e meglio è e, se proprio bisogna mantenere tutti, sarebbe bene pensare ad un’estensione dell’orario degli uffici: la gente che lavora fa fatica ad andare in Comune quando serve».
Infine è scettico su tutte le soluzioni Luigi Isola, 65enne di Rivarolo: «La mia esperienza di vita mi ha insegnato che lo Stato tende comunque ad aumentare la spesa e a fare scelte per cui il risparmio è solo apparente per cui non credo che la soluzione sia né nelle unioni né nelle fusioni».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO

Settimana di grandi classici. Con grandi sorprese Video

gazzarock

musica

Premio Gazzarock, la sfida comincia: vota il tuo artista preferito

Bar Refaeli  è di nuovo incinta

gossip

Bar Refaeli è di nuovo incinta

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Il pane: domani uno speciale di otto pagine

OGGI

Il pane: uno speciale di otto pagine

Lealtrenotizie

Lucia Annibali: «Vi racconto la mia nuova vita»

TESTIMONIANZA

Lucia Annibali: «Vi racconto la mia nuova vita»

1commento

Il caso

Telecamere in tilt non «vedono» le auto rubate

5commenti

Pronto soccorso

Cervellin: «Mancano medici per l'emergenza»

1commento

Salso

Auto a fuoco: movente passionale?

PARMA CALCIO

Faggiano e la B: «Ci proviamo»

gazzareporter

Auto ad incastro: scene da via Palermo Foto

gastronomia etnica

La start-up che mette in tavola il talento delle donne Foto

carabinieri

Maxi-sequestro di armi da guerra nel Parmense: volevano rubare anche la salma di Enzo Ferrari

I nomi dei sette parmigiani della banda

7commenti

Luzzara

Cade per un malore: 42enne muore il giorno dopo il matrimonio

Delicato intervento al cervello al Maggiore di Parma: Barbara Cocconi, barista, ha lavorato a Montecchio, Boretto, Brescello

CALCIO

80 anni fa nasceva Bruno Mora

INTERVISTA

Musica Nuda e «Leggera»

Consiglio comunale

In arrivo riduzioni per Cosap, dehor e tassa sui rifiuti

Spaccatura Pd, Torreggiani contro Dall'Olio

10commenti

Londra

Gemellini borgotaresi salvano la vita alla mamma

1commento

salumi da re

Norcini e salumieri a raduno a Polesine. Sfida al "panino teen-ager"

assemblea

Zebre rugby: Pagliarini si dimette, la Falavigna presidente

piazzale dalla chiesa

Al bar con la droga pronta per lo spaccio: fermato il pusher richiedente asilo

13commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Chi ha interesse a volere la realtà percepita

5commenti

EDITORIALE

Brexit, ci siamo. E non sarà indolore

di Aldo Tagliaferro

ITALIA/MONDO

traffico

Scontro pullman-tir sul raccordo tra l'A1 e l'A14: 40 feriti

Bode

Furto del secolo a Berlino? Rubata moneta d'oro da guinness dei primati

1commento

SOCIETA'

nostre iniziative

«Parma 360»: uno speciale sul festival

saranno famosi

Langhirano: Ettore, 7 anni e la sua super batteria Video

1commento

SPORT

LEGA PRO

Gubbio-Parma 1-4 , gli highlights video

Amichevole

La Nazionale batte l'Olanda

MOTORI

restyling

Mercedes, ora la GLA è più alta e più connessa

innovazione

La Fiat 500 adesso si può noleggiare su Amazon