11°

Provincia-Emilia

Nasce un comitato contro il cogeneratore a Cozzano

Nasce un comitato contro il cogeneratore a Cozzano
Ricevi gratis le news
3

Giulia Coruzzi
E dopo il «niet» dell’amministrazione comunale al cogeneratore di Cozzano, anche gli abitanti prendono posizione. La decisione è giunta da un cittadino in particolare, ma ha presto coinvolto un centinaio di persone.
Riccardo Dagli Alberi viveva a Parma, poi dopo essere andato in pensione, due anni fa, ha ristrutturato una vecchia casa vicino a Cozzano e vi si è trasferito. Il suo attaccamento al territorio è recente, ma molto intenso, tant'è che ha deciso di esprimerlo nel modo più trasparente e definitivo che potesse scegliere, fondando un comitato.
«Il primo marzo ho saputo dal mio vicino di casa che, a Langhirano, si parlava della costruzione di un cogeneratore sulla strada fra Quinzano e Cozzano – spiega - Visto che ero in quel momento a Langhirano sono andato immediatamente all’ufficio tecnico del Comune per avere informazioni. Mi è stato confermato che in effetti vi era una richiesta per insediare due impianti nella zona individuata: uno per la trasformazione di sottoprodotti di origine animale e uno per la produzione di energia elettrica da fonte rinnovabile alimentato da sottoprodotti di origine animale.
 La notizia ha subito messo in allarme l’uomo che ha iniziato a informarsi e ha messo in moto una vera e propria macchina della comunicazione, iniziando un giro di mail che è andato ben oltre il circondario langhiranese.
Affiancato da altre persone contrarie al cogeneratore, Riccardo Dagli Alberi  ha dato vita a un gruppo che ha uno scopo ben preciso: «Vorremmo sostenere tutte le comunità dei paesi dove si sta facendo strada il rischio della realizzazione di un cogeneratore. Da una ricerca fatta ho scoperto che Rete Ambiente di Parma si stava occupando di questi tipi di impianti in collegamento con il Comitato No Cogeneratore al Poggio che sta lottando per non fare entrare in funzione un cogeneratore costruito a Poggio Sant'Ilario in pieno centro abitato».
Nel frattempo a Cozzano si era sparsa la voce e un piccolo nucleo di persone ha partecipato ad una riunione del comitato del Poggio tenutasi a Marzolara lo scorso 7 marzo.
L’interesse per un argomento ancora poco conosciuto è stato sostenuto da una certa solidarietà, nata a priori, per affiancare chi vive nel timore (motivato o no è ancora da capire a livello scientifico) che un impianto possa minare la qualità della vita.
Al bar della Pineta di Cozzano alcune persone hanno riferito ciò che avevano appreso. Hanno poi continuato a partecipare agli incontri in altri comuni aderenti al Comitato del Poggio e a coinvolgere sempre più persone in modo da formare anche a Langhirano un Comitato No Cogeneratore.
Il comitato è sorto e le firme sono già tante: «Siamo a un centinaio sul nostro territorio, ma la rete dei Comitati No Cogeneratori ne ha già raccolte un migliaio. E’ vero che sui cogeneratori  si sa ancora poco, ma proprio per questo è necessario approfondire, partecipare, informarsi e confrontarsi il più possibile».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • simona

    27 Marzo @ 15.14

    Sig. Paolo, lei ritiene che la costruzione di un inceneritore ogni 2 km sia gossip equiparabile alla vita mondana dei giocatori di calcio? Be' allora forse le conviene venire a fare un giretto nelle nostre zone (Felino e Langhirano) dove, a Felino, esattamente a Poggio di Sant'Ilario, è in costruzione un inceneritore in pieno centro abitato (parliamo di 100 metri dalle case) e tra Quinzano e Cozzano, dove per il momento il sindaco è riuscito a bloccare la realizzazzione di un impianto uguale al nostro. Parli con le persone.e dica loro che è solo gossip e che devono essere felici di vivere male e rischiare di ammalarsi di qualche tumore per colpa di tutte le schifezze che i camini di 14 metri butteranno fuori!!!

    Rispondi

  • gazzettadiparma.it

    26 Marzo @ 10.13

    In effetti stiamo studiando: ma sai, siamo qui solo dal 1735. Auguro alla tua attività la stessa mancanza di "professionalità".... Facciamo invece che se hai elementi concreti per smentire o precisare scrivi una lettera alla Gazzetta (e noi saremo lieti di precisare), invece di un commento che alla fine non dice nulla?"

    Rispondi

  • Paolo

    26 Marzo @ 08.21

    sentito dire........forse............mi pare.........Imparate a fare giornalismo, meno gossip e più professionalità

    Rispondi

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Balli, brindisi e bellezza al Primo Piano: una serata con Francesca Brambilla

FESTE

Balli, brindisi e bellezza al Primo Piano: una serata con Francesca Brambilla Foto

Quiz, ma voi lo sapete come si affronta una rotonda?

GAZZAFUN

Quiz, ma voi lo sapete come si affronta una rotonda?

22commenti

Gianni Morandi "D'amore d'autore" il nuovo album di inediti  in uscita venerdì 17 novembre

MUSICA

Gianni Morandi, nuovo album e nuovo tour Videointervista

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La casa in classe energetica A o B? Va acquistata subito

L'ESPERTO

La casa in classe energetica A o B? Meglio acquistarla subito

di Arturo Dalla Tana*

1commento

Lealtrenotizie

Tre anni e sei mesi a Jacobazzi

TRIBUNALE

Tre anni e sei mesi a Jacobazzi

INCIDENTI

Investito sulle strisce in via Budellungo. Auto contro camion a Soragna

WEEKEND

Sabato: appuntamento con lupi , fantasmi e ghiottonerie

Scuola

Il Romagnosi sarà anche linguistico

FECCI A ROMA

Delrio: «La tangenziale di Noceto si farà»

Intervista

Il «Re Leone»: nello sport non contiamo più nulla

SALSO

Si fingono i vicini di casa: anziana derubata

Ponte chiuso

Casalmaggiore chiede lo stato d'emergenza

Lutto

E' morta Liliana, la maestra di Lagrimone

ECONOMIA

Lanzi, via al collegamento tra l'interporto e la Norvegia

tg parma

Renzi alla Galloni di Langhirano: "Esempio per l'Italia" Video

FRONERI

I sindacati vedono Renzi. L'azienda ribadisce la chiusura, "Soluzioni attive per i lavoratori"

Il segretario: "Salvaguardare le nostre migliori capacità produttive"

Tg Parma

Sicurezza, decoro urbano, disabilità e inclusione: i quattro delegati

2commenti

Mafia

Morto all'ospedale di Parma Totò Riina

Il boss era detenuto da anni nel carcere di via Burla

10commenti

IL CASO

Ricorso accolto, non paga la Tari

3commenti

carabinieri

Sotto sequestro il campeggio di Berceto

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Imprenditrici e donne. Il valore aggiunto

di Patrizia Ginepri

WEEKEND

La top 5 del fine settimana

ITALIA/MONDO

ULTIMA ORA

Allarme bomba a Milano, trovata granata

La lettera

La moglie di Brizzi: "Barricata in casa con mia figlia: è un tribunale mediatico"

2commenti

SPORT

rugby

Roselli: "Il rugby italiano sta facendo bene, occorre tempo" Video

GAZZAFUN

Cittadella-Parma: finalmente gli attaccanti...

SOCIETA'

IL DISCO

Sound e riti tribali: Peter Gabriel fa IV

A macchia d'olio

Violenze, accuse (anche) a Stallone. Lui: "Falso e ridicolo"

MOTORI

NOVITA'

Nuova Bmw X3. Sa fare tutto (da sola)

LA PROVA

Hyundai Kona, il nuovo B-Suv in 5 mosse Le foto