19°

29°

Provincia-Emilia

La strada del Mulino - Quel paradiso che sta sprofondando all'inferno. E quella gente straordinaria da non lasciare sola

La strada del Mulino - Quel paradiso che sta sprofondando all'inferno. E quella gente straordinaria da non lasciare sola
Ricevi gratis le news
19

Gabriele Balestrazzi

E' “la strada del Mulino”. Che già nel nome ha un po' il sapore della favola.......Tanto più se la si scopre, nel succedersi degli anni e delle generazioni, attraverso la magia delle vacanze d'estate, la stagione in cui è più intensa la voglia, e la sensazione, di diventare  “grandi”, già a 5-6-7 anni....

Così, se all'inizio “la strada del Mulino” conduce ai bagni nell'incontaminata Parmossa (quasi un mare alla buona e privato, da immortalare con le cineprese degli anni '60), poi mano a mano diventa la scorciatoia verso i prati delle interminabili partite a calcio. E più tardi offre i nascondigli per le prime sigarette vietate, per i primi pensieri da adolescenti, le camminate orgogliose dei neopapà, con i bimbi in braccio e poi in groppa sulle spalle. Fino alle ultime tenere camminate di chi, anche dopo 60 anni, ha la voglia e la fortuna di poter procedere ancora mano nella mano.

A un certo punto, dopo una curva, i prati che scendono a bordo della strada spalancano un mare verde azzurro che si spinge fino alla vista del Monte Fuso: un'oasi di natura e di silenziosa pace, per riappropriarsi di sé dopo le corse dei mesi in città.  La stessa curva che ora, nelle foto che mi hanno gelato il sangue, vedo sprofondare come verso un inferno, di fango e distruzione.

La gente di quei luoghi non è sempre espansiva. E neppure è disposta, per blandire i provvidenziali turisti, a snaturarsi. A Schia, ho visto gli addetti allo skilift spiegare irremovibili, ad uno sconcertato sciatore-studente di Milano, che a quell'ora gli impianti chiudevano un'ora per la pausa pranzo. E a lui che chiedeva allora come fare per raggiungere l'impianto dove aveva parcheggiato l'auto, rispondevano con naturalezza: “Vieni a mangiare un panino e a bere una birra insieme a noi. E poi ripartirai più comtento”.

Eppure ti sanno aprire il cuore. Come a Musiara Inferiore,  il piccolissimo paese 300 metri prima della frana nella strada del Mulino, dove da decenni i residenti spartiscono con i villeggianti le tavolate, le briscole, ma soprattutto la gioia semplice dello stare insieme e del rispettarsi a vicenda.

E' gente capace di grandi lezioni. Da Tizzano è partito il più importante politico di Parma degli ultimi decenni: il ministro Fabio Fabbri, titolare della Difesa con i mezzi militari davanti alla casa all'ingresso del paese, che oggi affida a una lettera sulla Gazzetta il dolore per il suo Appennino che frana. E pochi metri più in là, ci sono le radici di una donna forte e straordinaria che tutta Parma ha imparato a conoscere: Paola Pellinghelli. Lei, la sorella Patrizia, la nonna Lisetta hanno voluto che il piccolo  Tommy trovasse proprio lì la pace del suo sonno innocente: nel piccolo cimitero dove d'estate lo coccolano il verde e l'azzurro, mentre l'inverno gli rimbocca ogni anno una candida coperta di neve.

“La strada del Mulino” è solo un simbolo, un esempio preso a caso. E' un piccolo spicchio di quel paradiso che stiamo perdendo (e che forse tutti non abbiamo mai difeso e valorizzato a dovere) e di quella sofferenza umana che oggi si sta vivendo anche a Boschetto, Capriglio, Lalatta, Signatico, Berceto e un po' in tutto l'Appennino.
Non guardiamo solo i titoli dei nostri articoli o i numeri pur mostruosi dei danni: guardiamo i visi di questa gente orgogliosa e dignitosa, che non starà ad aspettare l'aiuto degli altri. Il messaggio di ieri di Schia (che tempo permettendo aprirà gli impianti nel weekend, nonostante tutto) è una lezione stupenda da quel piccolo Paradiso oggi lacerato e ferito. Gente da ammirare: gente che non si è fermata a piangersi addosso e che si è subito messa al lavoro, con case abitate da 50 anni e svuotate in un pomeriggio. Ieri sera, i messaggi ad Agorà di Tv Parma chiedevano quasi tutti la stessa cosa: "Non lasciateci soli". Ed è la prima cosa che possiamo e dobbiamo fare: non lasciamoli soli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • bianca maria donati

    13 Aprile @ 20.23

    Complimenti Gabriele, abito come sai a Tizzano e ho camminato sulla strada del mulino per tante volte e sono sicura che tutti noi tizzanesi sapremo rinascere e ricostruire quello che la natura in pochi attimi ha cancellato....

    Rispondi

  • Alberto

    13 Aprile @ 14.42

    Credo sia uno dei più bei articoli che abbia mai letto! Complimenti

    Rispondi

  • Dando

    13 Aprile @ 14.35

    Balestrazzi non ti conosco ma mi rivedo nel tuo articolo come se fosse ieri ,io non sono montanaro ,ma mi sento montanaro ,e a Schia e dintorni, ho passato senza dubbio i momenti piu intensi ,più belli della mia vita ,anche quelli che descrivi così bene nel tuo articolo ...forza Schia ,Forza Tizzano !

    Rispondi

  • stefano

    13 Aprile @ 12.17

    Bell'articolo, complimenti. Amo profondamente il nostro appennino e è stato bello leggere le sue parole.

    Rispondi

  • Alessia

    13 Aprile @ 09.35

    Certo belle parole che condivido....ma qua non si parla di vacanze estive di ricordi di sciare a Schia! Qua ci sono persone di mezzo che lì nn ci sono in vacanza, ho la residenza lì, ho la mia casa, i miei genitori e mio fratello e ci vivono tutto l'anno, i miei cani e il gatto e mio figlio che è andato su ieri sera e che io dovrei raggiungere ma non so se riusciró perché non so da dove passare! È appena crollata una strada ed un capannone e fatte evacuare due famiglie. Non c'è più luce e non funziona il telefono da una settimana!! Questo è un dramma, un'emergenza per chi ci abita e per chi ci lavora!! .....e la gente ha una grande dignità. Non è il momento di parlare di colpe o di come sono i montanari!!?? Nel 2012 invasi da ogni tipo di razza guardiamo come sono i montanari?? Ce ne vorrebbero di montanari!!!!!

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Belen fuma in aereo privato, scalo emergenza a Lamezia

gossip

Belen fuma in aereo privato, scalo emergenza a Lamezia

Tutti al Begio day a Berceto

Era qui la festa

Tutti al Begio day a Berceto Foto

Ultimi giorni per votare la bella Anna Maria

MISS ITALIA

Ultimi giorni per votare la bella Anna Maria

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Programmazione dal 21/08/2017 al 25/08/2017 delle postazioni di accertamenti strumentali di velocità e irregolarità alla circolazione

VIABILITA'

Autovelox, speedcheck e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Olio davanti ai negozi, lo sfogo dei commercianti: "Baby gang sempre in azione"

Fidenza

Olio davanti ai negozi, lo sfogo dei commercianti: "Baby gang sempre in azione"

ONESTA'

Perde la borsa da fotografo nel parcheggio: immigrato la porta ai carabinieri

1commento

incendio

Doppio focolaio a Panocchia: notte di fiamme e lavoro

IN CORSIVO

Ghirardi, il crac Parma e il "negazionista" Cellino

Doppio intervento

Escursionisti in difficoltà in Appennino

varano

Così i vigili del fuoco hanno recuperato l'uomo scivolato nel calanco Video

Furto

Maternità, rubate le due preziose sonde di un ecografo

7commenti

Protesta

«Cittadella abbandonata»

weekend

In barca e sui sentieri, tra amor e trota: l'agenda della domenica

LA STORIA

Angelo e Simba, quei due cani che hanno commosso tutti

SERIE B

Nuovi crociati crescono

Salsomaggiore

Pubblica in lutto: è morto Spalti

Personaggio

Ettore, cinquant'anni a tu per tu con la pietra

varano

Scivola per 50 metri in un calanco: i vigili del fuoco arrivano dall'alto Foto

FIDENZA

Addio all'ostetrica Mara Maini: ha fatto nascere migliaia di bambini

brescia

Cellino riabilita Ghirardi: "A Parma ha fatto tanto". La rabbia del web

8commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I terroristi di ieri e quelli di oggi

di Michele Brambilla

EDITORIALE

Colpito il simbolo della gioia di vivere

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

VIABILITA'

Domenica di controesodo. Code a tratti tra Parma e Fiorenzuola Tempo reale

appennino

Cade lungo un sentiero sul Ventasso, soccorsa 59enne

SPORT

Moto

Paolo Simoncelli: "Marco sarebbe campione del mondo"

Moto

Travolto dopo l'incidente, paura per Federico Caricasulo

SOCIETA'

cinema

E' morto Jerry Lewis, aveva 91 anni

Marina di pietrasanta

Rapina all'alba al Twiga di Briatore, banditi armati

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti