-5°

Provincia-Emilia

Non lasciamoli soli I vostri messaggi per la Montagna che non vuole morire

Non lasciamoli soli I vostri messaggi per la Montagna che non vuole morire
12

Il sabato della speranza e dell'orgoglio, che doveva essere simboleggiato dall'apertura degli impianti di Schia, si è trasformato in un giorno drammatico, nel quale l'avanzamento rapidissimo della frana di Pianestolla svela come gli smottamenti rischino di uccidere un territorio.

Oggi le parole eloquenti dei sindaci di Tizzano e Palanzano (che temono la morte dei rispettivi territori se non si riuscirà a togliere la strozzatura della Massese interrotta). Nei giorni scorsi, a levare un grido di doore per "il mio Appennino che muore" era stato il senatore Fabio Fabbri , che è di Tizzano.

Allo stesso modo, giovedì a Tv Parma sono arrivati tanti sms alla trasmissione Agorà, da parte di lettori che chiedevano "Non lasciateci soli". Un pensiero che anche gazzettadiparma.it ha provato ad interpretare, raccontando della "Strada del Mulino" e del legame profondo che lega tanti parmigiani di città ad una Montagna e ad una popolazione ricca di doti umane e di grande orgoglio e dignità, come si sta confermando anche in queste ore.

Certo, l'importante ora è reperire le risorse e individuare gli interventi concreti. Le parole contano molto meno: ma forse possono aiutare anche queste, per chi ha dovuto abbandonare la casa in cui ha vissuto per decenni, o per chi vede in pericolo la propria abitazione, la terra, l'azienda....tradito proprio da quella montagna che è sempre stata la sua vita.

Ecco perchè qui sotto lasciamo aperto uno spazio commenti tutto per i lettori. Una sorta di lavagna bianca da riempire con messaggi di solidarietà: da parte dei tanti villeggianti parmigiani che dalla montagna hanno avuto tanto, e che ora possono offrire almeno un conforto morale a chi in quella montagna vive oggi una difficile battaglia in prima linea. Siamo certi che i nostri lettori non si tireranno indietro, perchè questo dramma è davvero di tutti.

Guarda anche sulla pagina facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • mariagrazia

    16 Aprile @ 11.10

    queste sono montagne ricche d'acqua, bisogna preservare i loro corsi , come facevano i nostri vecchi veri contadini, con la terza elementare come studio ma tanta sapienza. Ora si chiede troppo alla montagna senza dare nulla, è una ribellione della natura. Le comunita' montane invece che prendere i contributi e usarli solo per riparare ai disastri con opere faraoniche e molto redditizie per alcuni perchè non li usano anche per la prevenzione come appunto per mantenere questi solchi di deflusso. Sono solidale con questi comuni e soprattutto con le famiglie che vi abitano, e fra non molto la stessa sorte toccherà anche ai paesini di Cornolo e Frassineto nei comuni di Bedonia e Bardi se nonsi interverrà.

    Rispondi

  • Ilaria

    16 Aprile @ 10.14

    Il non corretto deflusso delle acque e il non corretto flusso del denaro pubblico hanno provocato questi disastri, non abbiamo detto nulla prima, facciamolo almeno ora.

    Rispondi

  • Matteo

    15 Aprile @ 16.54

    #rialzatiAppennino2013 . un concreto aiuto è tornare a trovarci!

    Rispondi

  • lone68pr

    15 Aprile @ 12.21

    @ Massimo Pinardi: come ho già scritto ad un grillino in un commento ad un altro articolo, QUESTO NON E' IL POSTO PER COMIZI POLITICI! SOLIDARIETA', NON SCIACALLAGGIO. E RISPETTO PER I MONTANARI. Grazie.

    Rispondi

  • Samantha

    15 Aprile @ 09.44

    Anche se sono di Corniglio e non di Tizzano e anche se a Corniglio i danni non sono così gravi, riesco a capire i Tizzanesi. Capisco cosa provano nel vedere la loro e la nostra montagna crollare e non poter far niente. Al sentimento d'impotenza per non riuscire a salvare "la mia casa" si aggiunge il sentimento d'abbandono da parte delle autorità e dei TG nazionali. per avere la loro attenzione cosa deve accadere? Non basta un intero appennino in ginocchio? Anche verso Berceto, Cassio, Calestano e Valmozzola ci sono problemi, quindi è un'intero territorio in ginocchio, eppure solo i tg locali ne parlano, e i tg nazionali lo accennano e basta e parlano solamente di Tizzano (che posso capire che sia il paese più colpito, ma ci siamo anche noi e anche il territorio della Valtaro). Abbiamo tutti bisogno di aiuto, chi più chi meno. ESISTIAMO ANCHE NOI MONTANARI. E vorrei ricordare allo Stato che anche noi facciamo parte di questo paese, non solo gli immigrati e i politici. Un abbraccio a tutti coloro che si trovano in questa situazione e in difficoltà (più, meno o come noi).

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

White Lion: i latini a Pilastro

Pgn Feste

White Lion: i latini a Pilastro Foto

Eugenie Bouchard fra tennis e scatti sexy

Australian Open

Eugenie Bouchard fra tennis e scatti sexy Foto

Acquisto auto nuova: le 6 soluzioni più efficaci

CONSIGLI

Acquistare un'auto nuova: le 6 soluzioni più efficaci

Notiziepiùlette

Incidente Cascinapiano
Incidente Cascinapiano

Filippo, addio con la maglia numero 8

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

«Sulla legionella ci hanno preso in giro»

Polemica

«Sulla legionella ci hanno preso in giro»

IL CASO

«Ci hanno tolto il figlio per uno schiaffo»

Weekend

Feste di Sant'Antonio, musica e fuoristrada: l'agenda

Parlano gli studenti

«La Maturità 2018? Premia chi non studia»

Langhirano

Antonella, quel sorriso si è spento troppo presto

Il caso

Anziana disabile derubata in viale Fratti

Incidente Cascinapiano

Filippo, addio con la maglia numero 8

tg parma

Trentenne parmigiano aggredito e rapinato da una baby gang in centro

6commenti

PROTESTA

Le medicine? Prendetele all'ospedale

DATI

Collecchio, boom di nascite

Intervista

Edoardo Bennato: «Sono sia Peter Pan che Capitan Uncino»

Regio

L'umanità raccontata da Brunori Sas Foto

Il fatto del giorno

Legionella: la rabbia del quartiere Montebello

3commenti

Polizia

Salta il furto di rame nella centrale di Vigheffio: arrestati due romeni

Sequestrato tronchese gigante

8commenti

Parma

Metano e gpl per auto: arrivano gli ecoincentivi

3commenti

Parma

Rapina in villa a Marore: falsi vigili svuotano una cassaforte

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Quei «no» che non sappiamo più dire ai figli

6commenti

EDITORIALE

Un morto nell'Italia dello scaricabarile

di Paola Guatelli

ITALIA/MONDO

soccorsi

Altri 4 estratti dalle macerie del Rigopiano, ma c'è una quarta vittima

I Parete

"Viva anche Ludovica": Giampiero riabbraccia la famiglia

WEEKEND

CINEMA

Da "Arrival" a "Qua la zampa": i film della settimana Video

IL DISCO

Avalon, un sound sofisticato

1commento

SPORT

Sport

MotoGP: tutti i piloti Foto

MERCATO

Evacuo, trattative congelate

MOTORI

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017

ANTEPRIMA

Rivoluzione Micra: Nissan cambia tutto