10°

18°

Provincia-Emilia

Albareto - E le pale eoliche restano bloccate lungo i tornanti

Albareto - E le pale eoliche restano bloccate lungo i tornanti
17

Giorgio Camisa

Per il trasporto eccezionale dei mastodontici pezzi delle pale eoliche, che saranno a giorni montate sul crinale del monte Gottero, in terra toscana, viene utilizzata la strada del monte di Albareto e già da qualche giorno non mancano i disagi per i residenti. I mezzi di trasporto, in media lunghi 50 metri, salgono attraverso la via che dal centro del paese porta al parco eolico di Zeri. Ieri poco, dopo le 9, è partita dal piazzale del cimitero del capoluogo la prima elica, che misura 45 metri di lunghezza, è posizionata su un mezzo speciale orizzontalmente senza possibilità di flessioni e, ad ogni curva, deve fare i conti con lo spazio. ...L'articolo completo sulla Gazzetta di Parma in edicola

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • lucio

    17 Aprile @ 11.58

    Nessuno ha ancora risposto alla mia domanda. Come mai nel "parco" eolico del passo della Cappelletta su quattro generatori ne funziona solo uno? Non da ieri, ma da diversi mesi il parco produce solo il 25% di quello che potrebbe. E pensare che nel progetto iniziale ne dovevano installare molte di più. Ora, prima di procedere a nuove installazioni era forse meglio far funzionare quello che già esisteva?

    Rispondi

  • Geronimo

    17 Aprile @ 11.45

    Signor Gigi le dirò, striscia la notizia è una delle poche trasmissioni che guardo con piacere e diciamo anche che è quella che fa vedere scandali ad una platea maggiore di italiani rispetto ad altri programmi di giornalismo d’inchiesta semplicemente perché altri o raggiugono meno persone perché su reti minori (la7, raitre) o trasmesse ad orari assurdi (seconda serata o notte) , oppure ci sono ottime trasmissioni come Report che sono si seguite ma che suscitano le ire delle persone colpite e hanno la fama di essere trasmissioni faziose di sinistra come la conduttrice gabanelli (ricordiamo che è più perseguitata di Berlusconi però non ha avuto bisogno di leggi per uscirne indenne, ha vinto le battaglie sul campo dei tribunali). Comunque è provato e per correttezza bisognerebbe dirlo che le centrali atomiche (forse 4 ma non ricordo) che si volevano costruire prima del disastro in Giappone in Italia oltre a mettere in ginocchio i nostri conti pubblici più di quanto non lo siano già adesso avrebbero generato utili tra tantissimi anni diciamo quasi alla fine del ciclo vitale della centrale con poi un ulteriore aggravio pluridecennale per lo smantellamento / smaltimento o messa in sicurezza degli impianti. Evitiamo di dire pure che la tecnologia di progetto non era di ultima di generazione quindi già obsoleta prima della costruzione. Riguardo le pale io non capisco il motivo per cui all’estero i pannelli fotovoltaici, gli inceneritori, le pale eoliche e altri impianti sono molto diffusi e producono energia mentre in Italia stando agli esperti da bar sport no. Vorrei poi che i soliti esperti che parlano di rifiuti altamente pericolosi quando una pala eolica o un fotovoltaico arriva a fine vita, mi dicessero esattamente quale tipo di rifiuto è pericoloso e il suo codice CER, sai tanto per vedere se ho ragione io o hanno ragione gli altri. Per l’inceneritore poi piuttosto che provare al blocco dell’entrata in funzione io guarderei ai futuri controlli a incenerimento avviato, questa è la cosa preoccupante in Italia non l’inceneritore in se.

    Rispondi

  • pier luigi

    17 Aprile @ 10.29

    X maurizio: se (con i se non si fa nulla) avessimo messo in funzione le (mi sembra) due centrali atomiche che abbiamo costruito (con spese effettuate) avremmo risparmiato qualche soldino che avremmo potuto usare per creare strade sulle quali viaggiare con tir per portare le pale in postazione! Abbiamo speso soldi per niente, stessa cosa che vogliono far succedere in città con il termovalorizzatore! A lei saranno 'antipatiche' certe tv, ma basterebbe che lei seguisse 'striscia la notizia' per scoprire quanti soldi sono 'buttati' per opere che si sono rivelate 'cattedrali nel deserto'! comunque non ci salviamo dalle radiazioni, nemmeno con le Alpi!

    Rispondi

  • Geronimo

    17 Aprile @ 08.53

    Avete ragione, meglio evitare di costruire l’eolico ma continuare a produrre energia elettrica bruciando combustibile o carbone…. A proposito, come dove si estrae il carbone? Con quali costi in termine di inquinamento, rischi per la salute e tutto il resto? Quoto alla grande il messaggio di chi ha aperto la riflessione sugli ecologisti ma la estendo anche a chi non lo è perché qui in ogni cosa che si fa si vede il marcio, non si vuole nulla di ecologico ma poi non si capisce bene come si possa produrre energia, si vuole il nucleare ma poi si ignora che nel mondo le centrali in costruzione si contano sulle dita di una mano mentre non si contano quelle in via di chiusura. È vero che la centrale nucleare produce una gran quantità di energia elettrica ma non illudiamoci che costi poco perché ha durata limitata e alti costi di manutenzione senza contare le misure di sicurezza (esempio stupido e fuori luogo ma chiedo a voi per fare una semplice colata di cemento, meglio fare le analisi sul posto o affidarsi al certificato copia/incolla standard di analisi nel punto di produzione? Meditate su come vengono fatti i lavori in Italia, L’Aquila non è stato un caso, è stato un disastro annunciato così come il terremoto in Emilia dove quasi nessuno dei capannoni crollati era costruito completamente perché non si è mai provveduto a cinturare i vari pezzi dei prefabbricati ma soltanto ad appoggiarli), basta vedere quanto ci costano ogni anno le centrali nucleari dismesse in Italia da circa un quarto di secolo, senza contare che non sappiamo nemmeno dove stoccare le vecchie scorie.

    Rispondi

  • ilario

    17 Aprile @ 07.01

    Sono completamente imbecilli a far andare i tir in quella strada,poi a chi giova "l'eolico" ? Sono dei bamba.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Universitari, fidanzati, mamme... Le parodie di "Occidentali's Karma"

SOCIAL NETWORK

Universitari, fidanzati, mamme... Le parodie di "Occidentali's Karma" Foto

Presentazione libro (Vanni)

Intervista

"Nessuno può fermarmi": un romanzo ricorda la tragedia dell'Arandora Star Video

Highlander: San Patrick's

Pgn

Highlander: San Patrick's, le foto della festa

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La grande bellezza dell'Oltretorrente: 17 film per un quartiere, i video dei ragazzi

CONCORSO

La grande bellezza dell'Oltretorrente: tutti i video dei ragazzi e le video-interviste

Lealtrenotizie

Incidente in autostrada: 5 chilometri di coda fra il bivio A1/A15 e Campegine Tempo reale

Autostrada

Incidente mortale in A1: lunghe code tra Fidenza e Parma, problemi anche in tangenziale

Incidente anche verso Milano: code tra Fidenza e Fiorenzuola

Parma

Una lettrice bloccata in coda in A1: "Abbiamo spento la macchina, attesa interminabile e disagi"

PARMA

Suonava in Pilotta: multato per la terza volta il fisarmonicista Giovanni 

langhirano

Operaio "infedele": usa copia delle chiavi per tornare in farmacia a rubare

tg parma

Amministrative 2017, il centrodestra sceglie Laura Cavandoli Video

Sondaggio

"Il Parma andrà in B? Avete fiducia?": prevale il pessimismo, "no" al 63%

Incidente

Cordoglio per Valeriu Voina, il muratore che scolpiva il ghiaccio

Droga

Spaccio, quartieri «occupati». Casa: «Potenziati i controlli»

17commenti

PONTETARO

Chiave clonata: i ladri «svuotano» l'auto

1commento

Parma

Autovelox e autodetector: ecco dove saranno i controlli dal 27 al 31 marzo

carabinieri

"Adescato" e rapinato in stazione: due arresti

2commenti

Bogolese

Furti, bloccati tre incappucciati

2commenti

Borgotaro

L'ultimo saluto a Danilo

Ausl

Cup: fila agli sportelli per un’altra settimana

Problemi a causa dell’installazione della nuova anagrafe sanitaria regionale

FIERE

A MecSpe le novità tecnologiche made in Parma

Crisi

Copador, lunedì sciopero di due ore e presidio

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Siamo uomini o robot?

EDITORIALE

Truffe, anziani e soldi sotto il materasso

di Carlo Brugnoli

ITALIA/MONDO

vasto

Uccise l'uomo che investì la moglie: condannato a 30 anni

1commento

napoli

Tredicenne violentato per anni da "branco" di 11 minorenni

2commenti

SOCIETA'

WEEKEND

I cinque eventi imperdibili di sabato e domenica

musica

Premio Gazzarock 2017: sono aperte le iscrizioni

SPORT

Parma Calcio

D'Aversa: "Ognuno di noi deve migliorare se stesso, ne gioverà la squadra" Video

LIBRO 

Emozioni del calcio di una volta

MOTORI

prova su strada

Kia Niro, il «nativo ibrido»

anteprima

Nuova Ferrari GTC4Lusso, il test drive Fotogallery