14°

Provincia-Emilia

Ragazzola - "Rendere il ponte sicuro ai ciclisti"

Ragazzola - "Rendere il ponte sicuro ai ciclisti"
Ricevi gratis le news
0

Simona Valesi

ROCCABIANCA - Decine fra ciclisti, cicloturisti e cicloviaggiatori hanno pacificamente «invaso» domenica scorsa il ponte «Giuseppe Verdi», che collega le province di Parma e Cremona nel tratto compreso fra Ragazzola e San Daniele Po, per chiederne la messa in sicurezza. In particolare affinché le Province di Parma e Cremona rendano transitabile il viadotto anche ai molti che fanno uso della bici. La manifestazione, a poche settimane dalla morte di Luigi Aimi - il 47enne di Roccabianca, travolto e ucciso da un’auto mentre percorreva il ponte - è stata promossa dal gruppo «Vita in campagna» di Zibello con la collaborazione di Bicinsieme Fiab Parma, Fiab Cremona, Run & Bike Zibello, «La Ròca» di Roccabianca, Gs Geco Zibello e il sostegno dei Comuni di Zibello e di San Daniele Po. Almeno un centinaio i partecipanti. Tra loro Giuseppe Galli consigliere comunale di Zibello e presidente dell’Asd Run & Bike oltre che referente, assieme a Paolo Panni, del gruppo «Vita in campagna»; il sindaco di San Daniele Po Davide Persico; il vicepresidente del Consiglio provinciale Manfredo Pedroni; il consigliere provinciale cremonese Giuseppe Torchio; i familiari di Luigi Aimi; il presidente di Bicinsieme Fiab Parma Andrea Mozzarelli e il presidente di Fiab Cremona Piercarlo Bortolotti. Una volta raggiunto il ponte, in condizioni di sicurezza - grazie al servizio svolto dai carabinieri di Roccabianca - i partecipanti si sono fermati nel punto in cui Aimi è stato investito. Qui, dopo un minuto di silenzio e dopo l’omaggio floreale lasciato dai familiari, sono stati piazzati due cartelli. Uno degli amici di Roccabianca con la scritta «Vietare la passerella sul ponte e costringere i ciclisti a un rischio mortale... Il sacrificio del povero Luigi Aimi non sia inutile. Provincia di Parma fai qualcosa». L’altro riporta la dicitura della campagna «Salvaiciclisti» alla quale cui aderisce «Vita in campagna». Sul posto è stata lasciata una bici completamente dipinta di bianco e fissata alla ringhiera del ponte. E’ la «Ghost Bike» a ricordo di coloro che trovano la morte in bicicletta, lasciata nel punto esatto dell’incidente. Le passerelle che corrono lateralmente al ponte da un anno sono chiuse a causa delle pessime condizioni già segnalate da tempo dal gruppo «Vita in campagna» e in questi dodici mesi ulteriormente peggiorate. Un anno fa ad un'interrogazione del consigliere provinciale Pedroni, la Provincia di Parma aveva risposto che quelle non erano ciclopiste ma passerelle pedonali. Giuseppe Galli e Paolo Panni di «Vita in campagna» hanno ribadito che «si prende atto che non si tratta di piste ciclabili. Ciò significa che chi usa la bici,  trovandosi costretto a rimanere sulla sede stradale, rischia doppiamente di essere investito da auto e camion. Troviamo paradossale che un ponte tanto lungo (2 chilometri e mezzo) abbia solo semplici marciapiedi pedonali».
 Oltre a ciò il gruppo critica la scarsa attenzione per il fattore turistico: «Il ponte oltre a collegare due province, due regioni e due comuni potrebbe collegare anche le piste ciclabili “Bici Parma Po” (parmense) e “Golena del Po” (cremonese) se dotato di adeguate ciclopiste e quindi messo in sicurezza. Non ci risulta che pur ricorrendo l’anno del bicentenario verdiano ad oggi siano stati chiesti finanziamenti anche modesti al governo per il ponte dedicato a Verdi». Il gruppo conclude: «Mettere in sicurezza le passerelle del ponte rendendo possibile il transito di ciclisti, cicloturisti e cicloviaggiatori darebbe anche la possibilità di potenziare  i progetti già avviati dalle amministrazioni provinciali per il rilancio e la promozione del turismo ciclabile».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

X-Factor - Lite Fedez-Agnelli

televisione

Lite mai vista a X-Factor: Fedez insulta Agnelli e se ne va

Brumotti aggredito dai pusher anche a Padova

Un fotogramma che mostra il lancio di una bottiglia contro la troupe.

striscia

Brumotti aggredito dai pusher anche a Padova

5commenti

Quiz, lo sapete come si affrontano le piste ciclabili?

GAZZAFUN

Quiz, lo sapete come si affrontano le piste ciclabili?

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso: Giorgio Pasotti dagli spot del Mulino Bianco al Pezzani

VELLUTO ROSSO

Ascanio Celestini al Parco e Otello a Noceto

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Parco Ducale, la rabbia dei parmigiani

DROGA E UBRIACHI

Parco Ducale, la rabbia dei parmigiani

APPENNINO CON GLI SCI

Schia, lo skilift Prato Grosso riaperto a breve

Fidenza

Ladro di biciclette colto sul fatto

Fidenza

Defabiani, il tenore che aveva esordito con il liscio

Imprese

Gea Niro Soavi «Factory of the year»

Palanzano

E' morto Ugolotti: durante la guerra venne graziato da un tedesco

IL CASO

Pontetaro, protestano i parrocchiani: campane spente all'alba

Sorbolo

Domenica ponte sull'Enza chiuso, i percorsi alternativi

PARMA

Rubava materiali idraulici nella sua ditta e li rivendeva: arrestato operaio 40enne Video

Denunciato uno zio, residente a Maranello

1commento

Gabbiola di Traversetolo

Cade da un ballone di fieno in giardino, ma non è in gravi condizioni

METEO

Nel weekend arrivano piogge in Emilia e neve in Appennino

Allerta gialla per l'Emilia occidentale

anteprima gazzetta

Parco Ducale in balia degli spacciatori: com'è la situazione Video

PARMA

Lei non lo ama, lui la minaccia e dà coltellate al portone per entrare

Serata di follia in via Pedretti: denunciato un 31enne

via Bixio

Imbrattato il linguistico del Marconi Gallery

5commenti

Carpi-parma

D'Aversa: "Attacco? Aspettiamo domani" Video - I convocati

1commento

La testimonianza

«Plagiata e poi schiavizzata: vi racconto il mio incubo»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

L'autonomia regionale e quel ponte chiuso

di Stefano Pileri

LETTERE

Il primo posto è di Mattia

5commenti

ITALIA/MONDO

oxford street

Panico nel cuore di Londra dopo falso allarme terroristico. Riaperte tre stazioni metro. Video: la gente in fuga

egitto

Bomba e spari, attentato nella moschea nel Sinai: 235 morti

SPORT

Formula 1

Abu Dhabi, Hamilton davanti a Vettel

IL CASO

Violenza sessuale: 9 anni a Robinho, ex del Milan

SOCIETA'

Procura

Foto sexy della Leotta in rete: coinvolto un minorenne

SOS ANIMALI

Chi vuole adottare Willy?

MOTORI

ANTEPRIMA

Nuova Mercedes Classe A 2018, svelati gli interni

motori

Confronto tra KTM 390 Duke, Honda CB 500 F e BMW G 310 R