12°

Provincia-Emilia

Frane, Clini chiede al collega Grilli un finanziamento straordinario. Intanto torna l'incubo pioggia

Frane, Clini chiede al collega Grilli un finanziamento straordinario. Intanto torna l'incubo pioggia
2

Gli eventi eccezionali delle ultime settimane in Emilia Romagna correlati al dissesto idrogeologico «richiedono con urgenza lo svincolo dal Patto di Stabilità degli investimenti di prevenzione, ripristino e messa in sicurezza del territoriò. È la linea concordata dal ministro dell’Ambiente Corrado Clini che ha incontrato l’assessore regionale dell’Emilia Romagna Paola Gazzolo per esaminare lo stato degli interventi nel territorio della regione nei bacini dei fiumi Enza, Secchia, Panaro, Reno.

Il ministro Clini ha osservato che «i danni economici derivanti dalla mancata realizzazione degli interventi di ripristino sarebbero di gran lunga superiori al costo degli interventi stessi». E a questo proposito il ministro Clini ha inviato al ministro dell’Economia Grilli la richiesta di «autorizzare un finanziamento straordinario per la Regione Emilia, ricordando che il 'conto economico" degli investimenti pubblici per la messa in sicurezza del territorio e la ripresa delle attività produttive mette in evidenza i vantaggi rispetto sia al costo "temporaneo" della spesa pubblica addizionale, sia ai costi sociali ed ambientali della "non azione".   Il Ministro ha peraltro, come precisa in una nota, «riconosciuto l’efficacia e i risultati delle iniziative già realizzate dalla Regione Emilia-Romagna per dare attuazione sia all’Accordo di programma del 2010 con il Ministero  dell’Ambiente per la mitigazione del rischio idraulico e idrogeologico, sia al Piano Interregionale di emergenza per il rischio idraulico del maggio 2012. Grazie alle iniziative già realizzate è stato possibile limitare i danni degli ultimi eventi eccezionali, e questo dato dimostra che le azioni di prevenzione hanno un effetto positivo sul piano economico ed ambientale» ha concluso.

Intanto però in Appennino torna l'incubo maltempo: nel fine settimana le previsioni parlando di 60-70 millimetri di pioggia: domani vertice della Protezione civile. E anche la settimana prossima il maltempo dovrebbe regnare sovrano.

 Frane, cresce l'allerta per il maltempo (video)

PIZZOLANTE E BERGAMINI (PDL): "SUBITO LO STATO D'EMERGENZA"
I deputati del PdL eletti in Emilia Romagna, On. Sergio  Pizzolante e on. Deborah Bergamini, si sono attivati presso gli organismi dello Stato competenti in modo da assicurare interventi rapidi per le misure emergenziali e la difesa del territorio appenninico emiliano colpito molto duramente, soprattutto in provincia di Parma, da ingenti sommovimenti franosi.
In particolare, i due parlamentari azzurri hanno avuto rassicurazioni dal Capo Dipartimento della Protezione Civile nazionale, Franco Gabrielli, sulla massima attenzione che sarà assicurata a questo disastro ambientale. Per quanto riguarda le operazioni di prima emergenza occorre rendere effettiva al più presto, da parte dello Stato, la dichiarazione di stato di emergenza già richiesta dalla Regione Emilia-Romagna in modo da assicurare in tempi rapidissimi le prime azioni emergenziali. Quindi occorrerà elaborare una normativa straordinaria sul tipo di quelle già attuate per importanti eventi alluvionali in modo da poter stanziare i fondi necessari per le opere di ripristino su strutture pubbliche e private che hanno riportato danni molto ingenti. Da notare infatti che mentre sono stati quantificati in circa 120 milioni i danni riportati dalle infrastrutture pubbliche, di cui 40 solo in provincia di Parma, non sono stati ancora valutati quelli alle strutture private tra le quali si devono conteggiare sia abitazioni civili che attività produttive non solo agricole ma legate alle importanti produzioni di Prosciutto di Parma e Parmigiano Reggiano. La Protezione Civile nazionale ha comunque affidato le attività di monitoraggio ai tecnici dell'Università di Firenze.
Pizzolante e Bergamini assicurano pertanto massimo impegno su tutte le iniziative già avviate e ancora da avviare per risolvere questo grave disastro ambientale, dovuto purtroppo anche alle politiche sbagliate che hanno comportato l'abbandono delle terre di montagna.
 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Patty Smith

    17 Aprile @ 18.09

    per no parlare del finanziamento ai partiti, solo quello basterebbe per pagare la cassa integrazione. E chiedere indietro i soldi che Monti ha devoluto al MPS????? VERGOGNA!!! solo per la brava gente del nord non si trova la copertura, con tutto quello che abbiamo dato all'italia

    Rispondi

  • marco

    17 Aprile @ 13.22

    «i danni economici derivanti dalla mancata realizzazione degli interventi di ripristino sarebbero di gran lunga superiori al costo degli interventi stessi» Quindi ogni volta che c'è un disastro bisogna trovare la GIUSTIFICAZIONE FILOSOFICA per la spesa...mentre le MISSIONI MILITARI, è scontato che si devono PAGARE ?

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

CONCORSO

GAZZAREPORTER

Racconta l'inverno e vinci: le foto dei lettori Video

Canale 5, Ceccherini abbandona l'Isola dei Famosi

Foto Ansa

isola dei famosi

Ceccherini litiga con Raz Degan e se ne va. Televoto: sms risarciti

1commento

«Leone di Lernia, non mollare»

E' grave

«Leone di Lernia, non mollare»

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Il Carnevale della Pappa

LA PEPPA

Ricette in video: Nodini dell'amore per carnevale Video

di Paola Guatelli

Lealtrenotizie

Via Venezia, pensionata scippata

CRIMINALITA'

Via Venezia, pensionata scippata

Finto tecnico

Ancora un'anziana truffata

Ospedale Maggiore

La nuova vita di Denis inizia a Parma

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

Salsomaggiore

Gli ambulanti protestano: «Troppo sacrificati»

CARABINIERI

Sid, il cane antidroga a caccia di dosi nel greto della Parma

Vandalismi

Si sveglia e trova l'auto devastata

Traversetolo

Cazzola, i ladri tornano per la terza volta

Associazioni

Arci Golese, la casa comune di Baganzola

Inchiesta

Multe, Parma fra le città che incassano di più: è terza in Italia Dati 

Quattroruote pubblica la top ten 2016 delle città dove gli automobilisti sono più "tartassati"

5commenti

Estorsione

Chiede soldi all'ex amante per non pubblicare foto "compromettenti": 28enne parmigiana patteggia

Il fatto del giorno

L'ultima verità sulla legionella

2commenti

Allarme

Quei 40 bambini «scomparsi» dalle classi

6commenti

Parma

La Corte dei Conti contesta a Pizzarotti la nomina del Dg del Comune

Lo ha annunciato il sindaco su Facebook: "Esposto di un esponente dei Pd. Sono tranquillo"

4commenti

Giustizia

Tar in via di estinzione? I ricorsi calano del 20% all'anno Video

Intervista: Sergio Conti, presidente del Tar di Parma, fa il punto nel giorno dell'apertura dell'anno giudiziario

3commenti

Marche

Due parmigiane fra le macerie per salvare le opere d'arte: "Situazione inimmaginabile"

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le deprimenti liti dei politici

11commenti

EDITORIALE

L'avventura di un giorno senza telefonino

di Patrizia Ginepri

ITALIA/MONDO

SPAGNA

Discoteca offre 100 euro alle donne senza slip, è polemica

tv

Rai: anche per gli artisti arriva il tetto degli stipendi

SOCIETA'

CHICHIBIO

«Trattoria al Teatro», tutto il buono della tradizione

Fotografia

Scatti al bar per impersonare... la quotidianità

SPORT

Europa League

Harakiri Fiorentina: il Borussia vince 4-2 e passa il turno

Calcio

I play-off di Lega Pro: ecco come funzionano

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, il Suv del Biscione. Da 50.800 euro Video

SALONE

A Ginevra 126 novità La guida