-2°

Provincia-Emilia

Frane, Clini chiede al collega Grilli un finanziamento straordinario. Intanto torna l'incubo pioggia

Frane, Clini chiede al collega Grilli un finanziamento straordinario. Intanto torna l'incubo pioggia
2

Gli eventi eccezionali delle ultime settimane in Emilia Romagna correlati al dissesto idrogeologico «richiedono con urgenza lo svincolo dal Patto di Stabilità degli investimenti di prevenzione, ripristino e messa in sicurezza del territoriò. È la linea concordata dal ministro dell’Ambiente Corrado Clini che ha incontrato l’assessore regionale dell’Emilia Romagna Paola Gazzolo per esaminare lo stato degli interventi nel territorio della regione nei bacini dei fiumi Enza, Secchia, Panaro, Reno.

Il ministro Clini ha osservato che «i danni economici derivanti dalla mancata realizzazione degli interventi di ripristino sarebbero di gran lunga superiori al costo degli interventi stessi». E a questo proposito il ministro Clini ha inviato al ministro dell’Economia Grilli la richiesta di «autorizzare un finanziamento straordinario per la Regione Emilia, ricordando che il 'conto economico" degli investimenti pubblici per la messa in sicurezza del territorio e la ripresa delle attività produttive mette in evidenza i vantaggi rispetto sia al costo "temporaneo" della spesa pubblica addizionale, sia ai costi sociali ed ambientali della "non azione".   Il Ministro ha peraltro, come precisa in una nota, «riconosciuto l’efficacia e i risultati delle iniziative già realizzate dalla Regione Emilia-Romagna per dare attuazione sia all’Accordo di programma del 2010 con il Ministero  dell’Ambiente per la mitigazione del rischio idraulico e idrogeologico, sia al Piano Interregionale di emergenza per il rischio idraulico del maggio 2012. Grazie alle iniziative già realizzate è stato possibile limitare i danni degli ultimi eventi eccezionali, e questo dato dimostra che le azioni di prevenzione hanno un effetto positivo sul piano economico ed ambientale» ha concluso.

Intanto però in Appennino torna l'incubo maltempo: nel fine settimana le previsioni parlando di 60-70 millimetri di pioggia: domani vertice della Protezione civile. E anche la settimana prossima il maltempo dovrebbe regnare sovrano.

 Frane, cresce l'allerta per il maltempo (video)

PIZZOLANTE E BERGAMINI (PDL): "SUBITO LO STATO D'EMERGENZA"
I deputati del PdL eletti in Emilia Romagna, On. Sergio  Pizzolante e on. Deborah Bergamini, si sono attivati presso gli organismi dello Stato competenti in modo da assicurare interventi rapidi per le misure emergenziali e la difesa del territorio appenninico emiliano colpito molto duramente, soprattutto in provincia di Parma, da ingenti sommovimenti franosi.
In particolare, i due parlamentari azzurri hanno avuto rassicurazioni dal Capo Dipartimento della Protezione Civile nazionale, Franco Gabrielli, sulla massima attenzione che sarà assicurata a questo disastro ambientale. Per quanto riguarda le operazioni di prima emergenza occorre rendere effettiva al più presto, da parte dello Stato, la dichiarazione di stato di emergenza già richiesta dalla Regione Emilia-Romagna in modo da assicurare in tempi rapidissimi le prime azioni emergenziali. Quindi occorrerà elaborare una normativa straordinaria sul tipo di quelle già attuate per importanti eventi alluvionali in modo da poter stanziare i fondi necessari per le opere di ripristino su strutture pubbliche e private che hanno riportato danni molto ingenti. Da notare infatti che mentre sono stati quantificati in circa 120 milioni i danni riportati dalle infrastrutture pubbliche, di cui 40 solo in provincia di Parma, non sono stati ancora valutati quelli alle strutture private tra le quali si devono conteggiare sia abitazioni civili che attività produttive non solo agricole ma legate alle importanti produzioni di Prosciutto di Parma e Parmigiano Reggiano. La Protezione Civile nazionale ha comunque affidato le attività di monitoraggio ai tecnici dell'Università di Firenze.
Pizzolante e Bergamini assicurano pertanto massimo impegno su tutte le iniziative già avviate e ancora da avviare per risolvere questo grave disastro ambientale, dovuto purtroppo anche alle politiche sbagliate che hanno comportato l'abbandono delle terre di montagna.
 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Patty Smith

    17 Aprile @ 18.09

    per no parlare del finanziamento ai partiti, solo quello basterebbe per pagare la cassa integrazione. E chiedere indietro i soldi che Monti ha devoluto al MPS????? VERGOGNA!!! solo per la brava gente del nord non si trova la copertura, con tutto quello che abbiamo dato all'italia

    Rispondi

  • marco

    17 Aprile @ 13.22

    «i danni economici derivanti dalla mancata realizzazione degli interventi di ripristino sarebbero di gran lunga superiori al costo degli interventi stessi» Quindi ogni volta che c'è un disastro bisogna trovare la GIUSTIFICAZIONE FILOSOFICA per la spesa...mentre le MISSIONI MILITARI, è scontato che si devono PAGARE ?

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Raffaella Fico: "Sposerò Moggi"

Gossip Sportivo

Raffaella Fico: "Sposerò Moggi"

Malore alle prove del concerto: operato Al Bano

Roma

Malore alle prove del concerto: operato Al Bano

La viadanese Gaia in finale a X Factor

talento

La viadanese Gaia in finale a X Factor

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ristoranti - La Zagara

CHICHIBIO

Ristoranti - La Zagara: cucina, pizza e dolci di qualità

di Chichibio

Lealtrenotizie

Sedicenne terribile autore di due «spaccate»

Sorbolo

Sedicenne terribile autore di due «spaccate»

4commenti

Polemica

In via d'Azeglio scoppia il caso «supermarket»

7commenti

WEEKEND

Bancarelle, spongate, cioccolato: gli appuntamenti a Parma e provincia

viabilità

Ecco dove saranno gli autovelox la prossima settimana

1commento

Traffico

Pericolo nebbia questa mattina nel Parmense Traffico in tempo reale

Scontro fra due auto: statale 63 chiusa per due ore nel Reggiano, 4 feriti

Gazzareporter

Un sabato gelido con la nebbia

Fidenza

Ubriaco si schianta contro un albero. Poi la bugia: "Rapito e costretto a bere" 

4commenti

SANITA'

Allarme a Corcagnano: «Non toglieteci i medici»

IL CASO

Spray urticante, ennesimo caso in discoteca

E' accaduto mercoledì al Campus Industry

3commenti

Parma che vorrei

Mutti: «Bisogna smettere di essere egoisti»

Colorno

451 anolini mangiati: è record Ultimo piatto: il video

9commenti

Intervista

Rocco Hunt: «Sono un po' meno buono»

MECCANICA

Wegh Group, in Bolivia la ferrovia made in Parma

ALLARME

Ladri scatenati: raffica di furti in città nelle ultime ore Video

7commenti

Solidarietà

Il pranzo per i poveri raddoppia

cinema

Il DomAtoRe di RaNe al cinema Astra

La proiezione del documentario su Lorenzo Dondi

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Draghi, nessun favore ma due messaggi

di Aldo Tagliaferro

IL DIRETTORE RISPONDE

Quelli che «Io? Mai stato renziano»

ITALIA/MONDO

Terremoto

Appennino: scossa magnitudo 2.8 nel Bolognese

Gran Bretagna

I gioielli di famiglia (reale): e Kate indossa la tiara di Diana

WEEKEND

IL CINEFILO

Da "Captain Fantastic" a "Non c'è più religione": i film della settimana

45 ANNI DOPO

Tarkus, il capolavoro di Emerson Lake & Palmer

SPORT

IL RICORDO

Trent'anni senza Bruno Mora

reggiana-parma

Il derby...indossa la maglietta granata

MOTORI

AL VOLANTE

I consigli utili per guidare nella nebbia

3commenti

novità

Dal cilindro di Toyota esce C-HR, il Suv per tutti