15°

Provincia-Emilia

Ozzano Taro, al museo Guatelli rivivono le sere d'estate di un tempo

Ozzano Taro, al museo Guatelli rivivono le sere d'estate di un tempo
0

Gian Carlo Zanacca

COLLECCHIO - Riapre al pubblico, domenica alle 15.30, la stanza della musica del museo Ettore Guatelli di Ozzano Taro. La musica e la civiltà contadina hanno condiviso un percorso particolare legato all’utilizzo di strumenti come la ghironda, i flauti, le pive, i piatti, le castegnette e i mandolini che venivano spesso usati per allietare, nelle serate estive, la vita dei contadini stessi.
Un filone, quindi, molto originale che la Fondazione museo Ettore Guatelli intende valorizzare in corrispondenza dell’anno dedicato alle celebrazioni del Bicentenario della nascita di Giuseppe Verdi. La stanza della musica è l’unica della raccolta di Ettore Guatelli a non essere stata allestita direttamente da lui, ma solo pensata e abbozzata.
Grazie alla determinazione della Fondazione i 400 pezzi che compongono la raccolta legata agli strumenti musicali sono stati tutti catalogati e inventariati e dopo alcuni anni di chiusura al pubblico la stanza riapre rinnovata. Si tratta del raggiungimento di un obiettivo ambizioso che rappresenta un altro tassello importante per comprendere appieno la civiltà contadina. Fra gli strumenti, se così si possono chiamare, anche antiche conchiglie che venivano «suonate» nell’Appennino per dare alcuni segnali: chiamare un medico quando c’era bisogno, oppure per segnalare pericoli.
La musica popolare ha una storia ricca e variegata che può, quindi, essere oggi ripercorsa anche al museo Guatelli con riferimenti fotografici anche a musicisti di strada in gruppo o soli che si avvalevano spesso di scimmie ammaestrate per suonare piccoli strumenti in miniatura. Le pive, antiche cornamuse, sono fra i pezzi più rari e preziosi oggi esistenti, la testimonianza di quel mondo che fu e che grazie al maestro di Ozzano è possibili oggi rivedere. Domenica sarà l’occasione per riappropriarsi di uno spazio, la stanza della musica appunto, grazie ad un evento speciale che fa riferimento anche all’inventore del «bosco delle cose», Ettore Guatelli, il 18 aprile si commemora la nascita del maestro di Ozzano, avvenuta nel 1921, e domenica sarà l’occasione per ricordarlo.
La riapertura della stanza della musica costituisce, quindi, un doppio appuntamento per riflettere sul ruolo delle strumenti musicali legati alla tradizione ed alla civiltà contadina e per ricordare Ettore.

Giuseppe Romanini
«La Stanza della Musica – spiega il presidente della Fondazione museo Ettore Guatelli, Giuseppe Romanini - rappresenta uno dei gioielli nascosti della raccolta. Chiusa al pubblico ormai dal 2006, la sua apertura vuole essere una sfida nonostante il difficile momento che la cultura italiana sta attraversando. La Fondazione intende lanciare un segnale forte alle istituzioni territoriali e alla cittadinanza, attraverso un impegno costante, seppur con scarse risorse, rivolto alla conservazione del patrimonio culturale e alla sua valorizzazione, per una concreta restituzione del patrimonio alla collettività». 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Il lago Santo visto dal drone

Fotografia

Il lago Santo visto dal drone Foto

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO

Il rugby irrompe in scena. E arriva il "bello" Sergio Muniz

Serenate al balcone: i vicini protestano ma "Topolino" canta ancora

Napoli

Serenate al balcone: i vicini protestano ma "Topolino" canta ancora Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Vini da scoprire», guida sentimentale che porta da Ancarani

IL VINO

«Vini da scoprire», guida sentimentale che porta da Ancarani

di Andrea Grignaffini

Lealtrenotizie

Maxi traffico di auto, chiesti 88 rinvii a giudizio

L'INCHIESTA

Maxi traffico di auto, chiesti 88 rinvii a giudizio

Allarme

Quei 40 bambini «scomparsi» dalle classi

Il caso

Rifiuti e videopoker nel parco

Lega Pro

Nuove date per i play-off

Spettacoli

Alessandro Nidi: «Sissi diventa un musical»

Salso

Maestro e alunno si ritrovano dopo 50 anni

Sicurezza

A Pilastro spuntano i dossi

Terremoto

Due parmigiane in missione per salvare l'arte dalle macerie

Parma

Investe una donna in via Venezia e si dilegua: caccia all'auto pirata

Il conducente si è fermato dopo l'incidente ma poi è ripartito: ora la polizia municipale lo cerca

1commento

TG PARMA

Corniglio: un tir resta bloccato fra le case Video

Anteprima Gazzetta

Auto di lusso rubate e rivendute all'estero: 88 richieste di rinvio a giudizio Video

Parma

"Spazio verde": quinto furto in tre anni Foto

Ricerca

Top 500: imprenditoria sana, buoni risultati per tutti i settori a Parma Video Foto

Il presidente dell'Upi Alberto Figna spiega i contenuti della ricerca

parmense

Commercialista dalla vita agiata ed evasore totale: incastrato dalla Finanza

5commenti

Inchiesta

Tecnici Bonatti uccisi in Libia: rischio di processo per 6 persone

Trasporto pubblico

Con Busitalia tornerà Mauro Piazza: "I timori per il personale? Solo terrorismo"

14commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le deprimenti liti dei politici

9commenti

GAZZETTA

Enogastronomia: un inserto di 6 pagine

ITALIA/MONDO

NASA

Scoperto un sistema solare con 7 pianeti simili alla Terra Foto

BIELLA

Crolla la copertura di un pilastro, muore una bambina

SOCIETA'

modena

Travestito da water, era alla guida completamente ubriaco

3commenti

Fotografia

Scatti al bar per impersonare... la quotidianità

SPORT

RUGBY

Palazzani: "Sei Nazioni, un'emozione unica. Zebre: domenica c'è l'Ulster" Video

LEGA PRO

Parma-Samb 4-2:
il film del match Video

MOTORI

motori

Ecco Stelvio, il primo suv Alfa Romeo Video

SUPERCAR

Ferrari 812 Superfast,
la nuova berlinetta da 800 Cv