15°

29°

Provincia-Emilia

Grillo attacca Delrio e Zanonato sui doppi incarichi. La risposta del sindaco di Reggio: "Si va verso la decadenza"

Grillo attacca Delrio e Zanonato sui doppi incarichi. La risposta del sindaco di Reggio: "Si va verso la decadenza"
Ricevi gratis le news
13

Il Movimento 5 Stelle chiede ai ministri Delrio e Zanonato di dimettersi rispettivamente dall’incarico di sindaco di Padova e Reggio Emilia. Lo fa con un articolo, «Doppi incarichi ostinati», a firma Matteo Olivieri sul blog di Beppe Grillo. «I sindaci del pd (menoelle, ndr) Delrio e Zanonato - si legge - sono stati nominati ministri. Delrio ha detto che non ha nessuna intenzione di dimettersi, e vuole continuare a fare il primo cittadino di Reggio Emilia. Per corrispondenza».
«Come se la città non avesse bisogno di essere amministrata! Ha detto che è anche disposto a rinunciare agli 80 mila euro di stipendio di sindaco (da ministro dovrebbe prendere quasi 200 mila euro lordi all’anno)», prosegue l’articolo.
«Tuttavia, visto che questi politici amano i cavilli, gli ricordiamo che l’articolo 13, comma 3, del decreto legge n. 138
del 2011 come convertito in legge n. 148/2011, dispone "che le cariche di deputato, senatore, parlamentare europeo nonchè le cariche di governo (Presidente del Consiglio dei Ministri, Ministri, Vice Ministri , Sottosegretari di Stato e commissari straordinari del Governo), sono incompatibili con qualsiasi altra carica pubblica elettiva di natura monocratica relativa ad organi di governo di enti pubblici territoriali aventi, alla data di indizione delle elezioni o della nomina, popolazione superiore a 5.000 abitanti". Che è appunto il caso dei due sindaci di Reggio Emilia e di Padova», conclude il post sul blog di Grillo.

DELRIO PRECISA CHE NON SI DIMETTERA' MA ASPETTA LA DECADENZA DALLA CARICA DI SINDACO. Il sindaco di Reggio Emilia Graziano Delrio, appena nominato ministro degli Affari regionali, non si dimetterà ma percorrerà la procedura della decadenza (nomina di un vicesindaco reggente, nessuno scioglimento di giunta e consiglio comunale, ndr) che consentirà al Comune di non essere commissariato. Lo ha annunciato Delrio con una nota: «Non sono a favore dei doppi incarichi - ha detto -, infatti i passi che ho compiuto in queste ore sono finalizzati ad applicare la nuova norma che prevede la non compatibilità».
In caso di dimissioni di Graziano Delrio il consiglio comunale verrebbe sciolto e il Comune sarebbe commissariato. Visto che non c'è più tempo per votare quest’anno, la città andrebbe alle elezioni nella primavera del 2014, data coincidente con la scadenza naturale del secondo mandato di Delrio.
La procedura di decadenza, invece, sostiene lo stesso Delrio «ha tempi e modi regolati dalla legge e consente all’Amministrazione comunale di proseguire il suo cammino fino al termine del mandato con gli organi democraticamente eletti e con la Giunta e il programma che hanno ottenuto la fiducia dei cittadini. Questa è la strada che abbiamo deciso di percorrere sia io, sia il sindaco di Padova, Flavio Zanonato».
Proprio in virtù di questa ipotesi, Delrio ha fatto ieri un rimpasto di giunta, considerando anche il fatto che uno dei suoi assessori, Paolo Gandolfi, è diventato deputato. Ugo Ferrari, uomo forte del Pd e della giunta, è diventato vice sindaco al posto della giovane esponente dell’Idv Filomena De Sciscio, rimasta in giunta con le deleghe al bilancio. Ferrari diventerebbe, insomma, secondo l’ipotesi alla quale sta lavorando il Comune di Reggio Emilia, il facente funzione per un anno, fino alle elezioni della primavera 2014.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Remo

    03 Maggio @ 16.12

    Di certo devolverà le remunerazioni ai bisognosi...del partito!!! Rosso....di vergogna!!!

    Rispondi

  • GIORGIO

    03 Maggio @ 14.37

    Del Rio è sufficentemente corretto per non cadere nella trappola del doppio incarico. Poi ognuno può leggere la notizia secondo quanto gli detta il cervello che possiede, ovviamente. Attaccarsi alla vicenda Del Rio per continuare a spargere m...da da un blog e mai mettendo il faccione dal vivo, significa comunicare urbi et orbi che il repertorio è finito e che piano piano il giullare ritorna a fare quello che gli viene meglio: il giullare o pifferaio, appunto.

    Rispondi

  • Guido

    03 Maggio @ 14.17

    Povero Oberto conte di San "Parloacaso". Citami una legge che non permette di diventare ministro a un sindaco o a un Presidente della Provincia. Secondo la tua "ill"logica possono diventare ministri solo i grillini nullafacenti,o come nel tuo caso,nullapensanti. Ma stai sereno ,come te nelle file grilline il numero è sterminato,capo compreso.

    Rispondi

  • Fabio

    03 Maggio @ 13.59

    La questione non è cosa sia meglio o se conviene, la questione è che LO VIETA LA LEGGE!!! ....sempre se la legge è ancora uguale per tutti. ....quindi se al semaforo trovo rosso, ma se mi fermo ad aspettare mi si raffredda la cena a casa, visto che è meglio, posso passare con il rosso????

    Rispondi

  • Fabrizio

    03 Maggio @ 13.55

    Allora non doveva proporsi come deputato... insomma come al solito vogliono la botte piena e la moglie ubriaca... il sindaco può farlo il vice-sindaco, tanto le direttive gliele da lui di notte... se vuole stare in parlamento deve lasciare l'incarico, è la legge che lo dice.... ma siccome questo parlamento ha vita breve ecco il suo timore di mollare.... non sia mai che resti senza stipendio... a schifio finisce....

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Hydro jet

estate

Fa il "figo" con l'hydrojet, ma finisce male

L'estate pazza di social, vip, bufale e gaffe "razziste"

il caso

L'estate pazza di social, vip, bufale e gaffe "razziste"

Nada con A toys orchestra

musica

Nada a Parma con A toys orchestra

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Programmazione dal 21/08/2017 al 25/08/2017 delle postazioni di accertamenti strumentali di velocità e irregolarità alla circolazione

VIABILITA'

Autovelox, speedcheck e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Ladri nel cortile della ditta: se ne vanno con un furgone "firmato"

furti

Ladri nel cortile della ditta: se ne vanno con un furgone "firmato"

INCHIESTA

Stu Pasubio, indagine chiusa. Ecco le accuse della Procura

4commenti

rapina

Piazza Garibaldi, ore 21: rapina con il coltello

1commento

Tragedia

Cade in montagna, muore l'urologo Poletti

1commento

tg parma

Parma, Matri ad un passo: sì del giocatore, oggi nuovo incontro Video

corte godi

Furgone in fiamme: e l'incendio rischia di estendersi ai balloni

Furti

Due assalti in dieci giorni alla scuola Sanvitale

TRA FEDE E ARTE

Viaggio inedito nel Duomo «invisibile» Foto

tragedia

Barca prende fuoco e affonda nel Po, 65enne muore annegato Video

La vittima, Marco Padovani, era di Trecasali

Il racconto dagli Usa

I parmigiani cacciatori di eclissi

Fidenza

Basket, Azzoni: «Saremo la Fulgor per Fidenza»

Impresa

Greta, un bronzo che vale come un oro

Felegara

E' morta Gianna, la regina dei tortelli

gazzareporter

Via Langhirano, la razzia "chirurgica" degli specchietti retrovisori Foto

10commenti

calcio

Il Parma supera i 7mila abbonamenti e "corteggia" Matri

2commenti

Novità

Il caffè? Lo pago con la carta

21commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I terroristi di ieri e quelli di oggi

di Michele Brambilla

EDITORIALE

Colpito il simbolo della gioia di vivere

di Paolo Ferrandi

1commento

ITALIA/MONDO

terremoto

Ischia, il disastro visto dall'elicottero del 115 arrivato da Bologna Video

usa

Scontro fra treni a Filadelfia, 33 feriti

SPORT

motori

La Ferrari rinnova il contratto con Raikkonen

ciclismo

Impresa di Nibali alla Vuelta. Ora Froome è in rosso

SOCIETA'

il caso

Anziano accusato di pedofilia. E il paese si spacca

Usa

Quando la "diva" Luna oscura totalmente il sole  Foto

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti