14°

31°

Provincia-Emilia

Torna il maltempo: allerta della Protezione civile

Torna il maltempo: allerta della Protezione civile
Ricevi gratis le news
10

E' in vigore un'allerta della Protezione civile dell’Emilia-Romagna dalle 8 di domani alle 15 di lunedì con attivazione della fase di attenzione per pioggia e criticità idraulica. Domattina sono previste precipitazioni inizialmente a carattere diffuso, localmente intense, lungo tutto il settore appenninico. Dal pomeriggio intensificazione dei fenomeni sul settore centro-occidentale, dove le piogge saranno persistenti e, localmente, anche a carattere temporalesco. I fenomeni tenderanno ad esaurirsi dalla serata della stessa giornata, ad iniziare dal settore orientale.

Si prevedono quantitativi medi nelle 24 ore fino a elevati (più di 45 mm in 24 ore) su Bacini Trebbia-Taro e pianura di Parma-Piacenza, con possibilità di valori localmente più elevati. Su Bacini Secchia-Panaro e pianura di Modena-Reggio Emilia i quantitativi si prevedono fra moderati (20-45 mm/24h) ed elevati. Sul resto della regione si prevedono quantitativi moderati.
Condizioni d’instabilità persisteranno - secondo il bollettino - anche lunedì e martedì. Viene rimandata a lunedì la previsione per i giorni a seguire.

TROMBA D'ARIA, LUNEDI' LA STIMA DEI DANNI. «Lunedì verrà completato il Rapporto d’evento, con una prima stima dei danni: sarà consegnato ai tecnici del Dipartimento nazionale di Protezione civile che torneranno qui per questa nuova emergenza. Un’istruttoria tempestiva, affinché il Governo possa dichiarare lo stato d’emergenza nazionale, come richiesto dal presidente Errani». Lo spiega l’assessore regionale alla Protezione civile dell’Emilia-Romagna, Paola Gazzolo.
I danni più ingenti della tromba d’aria, che riguardano soprattutto abitazioni e aziende, si sono verificati ad Argelato, Bentivoglio, San Giorgio di Piano e San Pietro in Casale nel Bolognese, a Castelfranco Emilia e Mirandola nel Modenese. «Sono comuni delle aree terremotate, e quindi doppiamente colpiti», sottolinea l’assessore. Più di un centinaio le persone uscite di casa la scorsa notte (119), di cui 86 nel Modenese e 33 nel Bolognese. La maggior parte ha trovato autonomamente una sistemazione da amici e parenti, le altre sono state assistite e accolte prevalentemente in albergo.
Gran parte, informa la Regione, rientra a casa già entro oggi, «grazie agli interventi tempestivi dei vigili del fuoco, delle amministrazioni comunali e degli stessi cittadini che hanno provveduto direttamente, laddove possibile, a riparare i danni e proteggere i tetti scoperchiati».

RAINIERI (LEGA NORD) CHIEDE UNA RISPOSTA RAPIDA AL GOVERNO. «Durante il discorso di insediamento davanti alle Camere, Letta non ha speso una sola parola a sostegno dell’Emilia duramente colpita dal terremoto e dalle frane. Ora, dopo la tromba d’aria che si è abbattuta su quegli stessi territori, ci auguriamo che la risposta del Governo sia veloce». Così Fabio Rainieri, segretario nazionale della Lega Nord Emilia, interviene dopo la tromba d’aria che ha colpito, ieri sera, vaste porzioni dell’Emilia.
«Alla fine della scorsa legislatura - aggiunge - il Governo Monti ha incomprensibilmente bloccato i fondi per l’Emilia; ci auguriamo che questa volta le cose siano diverse e che, a differenza di quanto accaduto in passato, le istituzioni vogliano fare sentire la loro vicinanza alle famiglie sfollate. Quanto a noi assicuriamo l’impegno della Lega Nord in tutte le sedi opportune affinchè chi ha bisogno di aiuto ottenga risposte immediate».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • cristina

    06 Maggio @ 09.40

    bene.....torna la pioggia......e così noi a Ravadese siamo ancora qua con la paura che arrivi un'altra alluvione..... si perchè dal 20 aprile non è cambiato nulla...la Bonifica non si è nemmeno preoccupata di dare una pulita al letto del canale Burla!!!!!!!!!!! che schifo.......!

    Rispondi

  • Geronimo

    05 Maggio @ 14.59

    Ma sinceramente io mi chiedo su che cosa si basino le allerte della protezione civile visto che buona parte delle allerte si rivelano falsi allarmi o limitati ad una zona precisa. Mi spiego meglio facendo un esempio, inverno 2012 nel febbraio (tempo della famosa nevicata di Roma) si emana un'allerta su buona parte del territorio nazionale con inviti a non mettersi in viaggio e con buona parte dei treni nella tratta nord - sud e viceversa cancellati per diversi giorni, buona parte dei siti meteo davano previsioni catastrofiche ma se uno andava a vedere il sito dell'aeronautica militare (o anche le carte dei siti che davano previsioni catastrofiche) scopriva che la situazione seria era solamente nella romagna e costa delle marche, infatti tra Bologna e Firenze non circolavano treni ma non nevicava. Da questo all'arme ci fu anche il dispiegamento di forze a roma per 2 cm di neve anche se va detto che questa fu una precauzione di alemanno dopo la solerte figuraccia che aveva fatto due settimane prima quando ne caddero 15 di cm

    Rispondi

  • claudio

    05 Maggio @ 10.21

    Toh, c'è da essere letteralmente sbalorditi: in PRIMAVERA (visto che siamo nel bel mezzo della Primavera)....piove in Pianura Padana!!! Incredibile! Dopo tante primavere caldissime e assolate, forse qualcuno pensava che avessimo ormai definitivamente adottato il clima tunisino o algerino...Ma, per fortuna, non è così! Se qualcuno l'avesse dimenticato, la primavera è stagione variabile e capricciosa per eccellenza...

    Rispondi

  • Sergioker

    04 Maggio @ 21.33

    Con 40 mm si bagna il terreno, non si vergognano questi a dormire quando ne cadono 200?

    Rispondi

  • stefano

    04 Maggio @ 20.21

    Basta con questi allarmi se piove piove mica arriva il terremoto capisco le precauzioni ma adesso siamo al ridicolo

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La D’Urso in barca con Gerard Butler: è amore?

gossip

La D’Urso in barca con Gerard Butler: è amore?

Daria Bignardi lascia la Rai

tv

Daria Bignardi lascia la Rai

Fisco: Raul Bova condannato a un anno e 6 mesi

tribunale

Fisco: Raul Bova condannato a un anno e 6 mesi

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Gazzareporter: manda le tue foto e "cartoline" e vinci

CONCORSI

Gazzareporter: manda le tue foto e "cartoline" e vinci

Lealtrenotizie

Arrestata l'insospettabile studentessa-pusher

droga

Arrestata l'insospettabile studentessa-pusher

1commento

L'omicidio

Fred nella casa, un silenzioso dolore

LA PERIZIA

Il massacro di Gabriela e Kelly, Turco e il figlio sani di mente

salsomaggiore

Trovati con arnesi da scasso nell'auto: quattro denunciati

gazzareporter

"Ladri di biciclette... alla parmigiana": il racconto di una lettrice

via capelluti

Teneva la pianta di marijuana sul balcone. Ma sono passati i vigili....

partecipate

Stu Pasubio, chiusa l'indagine preliminare. Pizzarotti: "Resto tranquillo"

Ateneo

Iscrizioni all'Università, alcuni corsi subito "bruciati". Con polemica

Salsomaggiore

Migranti o miss, questo è il dilemma

gazzareporter

Parma, 2017: dormire sotto il ponte

1commento

MONCHIO

«Montagna creativa», una start up per il territorio

lavoro

L'osteopatia entra in Barilla: trattamenti per i dipendenti

Per migliorare la resistenza allo stress e in generale la vita dei lavoratori

Prevenzione

«Intervenire sul Baganza»

PARMA

Insigne jr: «Lorenzo è il mio modello»

Comune

Presto al Duc la «Fontana delle religioni»

2commenti

serie b

Parma, c'è passione: chiusa la prima fase degli abbonamenti a quota 4.700

E oggi seconda amichevole contro la Settaurense (ore 17)

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I misteri delle bollette: le multe al tempo della crisi

di Michele Brambilla

2commenti

EDITORIALE

Pusher e prostituzione: qualcuno intervenga

di Francesco Bandini

16commenti

ITALIA/MONDO

Francia

Incendi in Costa Azzurra, evacuate 10.000 persone Foto

parigi

Gas al peperoncino contro i migranti di Calais

SPORT

CASSANO

Fantantonio e il contrordine del contrordine

4commenti

legino

Da Savona: "Cassano vieni qui, ti paghiamo in farinata"

SOCIETA'

gazzareporter

Quando l'imbianchino non c'è... il gatto balla Video

francia

Le fiamme devastano il golfo di Saint-Tropez

MOTORI

TECNOLOGIA

Bosch e Daimler, il parcheggio è autonomo Gallery

il video

Tutto in 44 secondi: un’intervista a 300 km/h sulla nuova Jaguar XJR575 Video