Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Langhirano, nessuna traccia di Pasqualino Soi

Langhirano, nessuna traccia di Pasqualino Soi
0

Claudia Patrizi
Che fine ha fatto Pasqualino Soi? Il quesito rimane ancora senza una risposta: le ricerche condotte ieri e sabato da una task force che ha visto lavorare congiuntamente Carabinieri e volontari delle unità cinofile della Protezione Civile di Parma non hanno portato al ritrovamento del corpo del 44enne cagliaritano, da tempo residente nella frazione, di cui non si hanno più notizie dallo scorso 23 febbraio, quando andò a fuoco la casa in cui viveva in affitto.
Anche ieri una quarantina di uomini si sono messi al lavoro, dalle prime luci dell’alba, per setacciare ogni centimetro quadrato di aree ben specifiche della pineta in cui si sospettava potesse essere il corpo privo di vita di Soi: una delle piste seguite dagli inquirenti, infatti, è quella del suicidio. L’uomo era un grande conoscitore della pineta, dove spesso si recava per fare escursioni, e si ipotizzava che avrebbe potuto scegliere proprio quei luoghi a lui tanto cari come teatro di un gesto estremo. Ora questa pista è stata definitivamente abbandonata da chi indaga: se Pasqualino Soi si è realmente suicidato, il suo corpo non giace nella pineta che sovrasta Cozzano. In paese, intanto, dove tutti lo conoscevano, la speranza è che Soi abbia semplicemente deciso di cambiare vita, tagliando i ponti con il passato e trasferendosi in qualche altra località.
Le indagini del comando provinciale dei carabinieri continuano: esclusa questa, ora i militari dovranno vagliare altre ipotesi per rintracciare Soi, anche se sembra escluso un suo ritorno in Sardegna, sua terra d’origine.
 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

commenti 0