-4°

Provincia-Emilia

Roncole, 50 candeline con Verdi

Roncole, 50 candeline con Verdi
0

RONCOLE VERDI
Paolo Panni
«Roncole» e «Verdi»: un binomio inscindibile, che da mezzo secolo lega il nome del borgo della Bassa al cognome di un genio della musica, conosciuto in tutto il mondo. Nel bel mezzo del bicentenario verdiano, il 50esimo della denominazione «Roncole Verdi» è stato celebrato ieri mattina, alla presenza di un considerevole numero di persone e autorità. La giornata, promossa da Comitato «Roncole Verdi 1813-2013», Comune, la Pro loco «Le cotiche», parrocchia di San Michele e istituto comprensivo, a causa anche delle cattive condizioni meteo, si è svolta in gran parte in chiesa.
Fra i presenti, il vescovo monsignor Carlo Mazza, il presidente della Provincia Vincenzo Bernazzoli, il sindaco Giovanna Gambazza, gli ex parlamentari Carmen Motta e Albertina Soliani (all'epoca promotrici della legge sul bicentenario verdiano), il parroco don Adriano Contestabili e diversi sacerdoti, il comandante della stazione carabinieri maresciallo Paolo Scita, il comandante della polizia municipale di Busseto ispettore Claudio Passera, Alberto e Carlotta Guareschi ed il presidente della Pro loco «Le cotiche» Giancarlo Pezzani.
A fare gli «onori di casa», Angelo Dotti, presidente del Comitato «Roncole Verdi 1813-2013», che ha ricordato come la decisione, presa dai promotori, 50 anni fa «era il frutto di un forte senso di appartenenza e di lungimiranza nella convinzione che non si poteva lasciare in ombra una perla preziosa come Giuseppe Verdi. La decisione presa allora trasforma una frazione dal nome comune (Roncole) in un paese dal nome unico perché porta il cognome di un italiano noto in tutto il mondo». Ed anche le autorità civili e religiose presenti, in diversi modi, hanno tenuto a ricordare l’importanza che questo piccolo paese della Bassa ha, a livello mondiale, nel nome di Verdi.
Un patrimonio ed una serie di valori di inestimabile valore che accompagnano la storia del paese. Fra i momenti clou, il ricordo dei quindici (e la consegna della benemerenza ai loro familiari) che, mezzo secolo fa, si diedero da fare per arrivare alla denominazione «Roncole Verdi», decisa con decreto del presidente della Repubblica, vale a dire: Giovanni Accorsi, Armando Annoni, Angelo Contini, Lino Demaldè, Giovannino Guareschi, Giuseppe Lamoretti, Annino Lomi, Walter Manganelli, Arnaldo Moroni, Pietro Porcari, don Adolfo Rossi, Romolo Scaramuzza, Lina Testa, Oriele Ugolini e Lodovico Verdi. E si è reso omaggio anche a sei protagonisti degli ultimi decenni di storia di Roncole Verdi: l’allora sindaco Gianfranco Stefanini, il senatore Alberto Spigaroli, il Club dei 27 (tutti presenti e rappresentati ieri), ed i defunti Romano Gatti (storico fondatore del Gruppo attività verdiane), Luigi Demaldè (organista per 70 anni) e monsignor Rino Guerreschi. La giornata, arricchita dalla presenza della banda «Verdi» e della scuola elementare locale, è proseguita con l’intitolazione del piazzale antistante la chiesa allo storico ed indimenticato parroco don Adolfo Rossi e con un omaggio floreale posato sulla tomba di coloro che sono stati ricordati, oltre che del fondatore dell’Istituto studi verdiani Mario Medici e del musicista Scott Stringham (che riposano nel cimitero roncolese). I festeggiamenti per il 50° della denominazione «Roncole Verdi» proseguiranno domani con una serie di appuntamenti pomeridiani e serali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La serata Plata alle Follie

Pgn Feste

La serata Plata alle Follie Foto

Il dolce e delicato "Equilibrio delle arti": Fabrizio Effedueotto fotografa Alexandrina Calancea

Fotografia parma

Il dolce "Equilibrio delle arti": Alexandrina sul palco Foto

Juve, nuovo logo. Scoppia l'ironia sul web

calcio e risate

Juve, nuovo logo. Scoppia l'ironia sul web Gallery

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Incidente Cascinapiano

Incidente Cascinapiano

Filippo sarà vestito da calciatore: sabato il funerale a Langhirano Video

Polemica

Strisce e sicurezza: rimpallo di responsabilità

7commenti

polizia

Raffica di furti in viale Fratti e viale Mentana: arrestato 26enne

sisma e gelo

Catastrofe nel Centro Italia: Parma in prima linea nei soccorsi Video

Il Soccorso Alpino di Parma opera sull'Appennino di Ascoli Piceno per raggiungere le frazioni isolate

polizia

Rapina in villa a Porporano: arrestata tutta la banda Video

carabinieri

Borseggia anziano sul bus: arrestato un senegalese

4commenti

terzo furto

Ladri e vandali in azione a "La Bula" che chiede aiuto Video

Tragedia

Morto in via Pintor: parenti rintracciati grazie a facebook

Dati Bankitalia

Le rimesse degli immigrati: 24,5 milioni inviati all'estero in 6 mesi  Video

Gli indiani superano i romeni 

6commenti

Mercato

Guazzo, niente Modena

VALMOZZOLA

Entra in casa, raggira e deruba due anziani

QUATTRO ZAMPE

Torrile, il paese dei cani

Salsomaggiore

«Lasciavamo le porte aperte, ora siamo terrorizzati»

4commenti

Lutto

Addio a Fallica, il chimico gentile

Tragedia

Ciao Filippo, amico straordinario

Tragedia

Filippo, una classe in lacrime. E quella pagella che non vedrà mai

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Quei «no» che non sappiamo più dire ai figli

CHICHIBIO

"Officina alimentare dedicata"

di Chichibio

ITALIA/MONDO

TRAGEDIA

Le immagini terribili dell'hotel Rigopiano Gallery

INGV

Le onde sismiche della scossa 5.5 nel Centro Italia Video

SOCIETA'

futuro

L'auto volante diventa realtà, prototipo entro il 2017

AGENDA DELL'AUTO

Bollo auto, ecco cosa bisogna sapere

SPORT

lega pro

Il portiere Frattali è del Parma

Australian Open

Eugenie Bouchard fra tennis e scatti sexy Foto

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, ci siamo. Il Suv è già ordinabile Fotogallery

PROVA SU STRADA

Peugeot 2008, per chi non si accontenta