-1°

14°

Provincia-Emilia

Roncole, 50 candeline con Verdi

Roncole, 50 candeline con Verdi
0

RONCOLE VERDI
Paolo Panni
«Roncole» e «Verdi»: un binomio inscindibile, che da mezzo secolo lega il nome del borgo della Bassa al cognome di un genio della musica, conosciuto in tutto il mondo. Nel bel mezzo del bicentenario verdiano, il 50esimo della denominazione «Roncole Verdi» è stato celebrato ieri mattina, alla presenza di un considerevole numero di persone e autorità. La giornata, promossa da Comitato «Roncole Verdi 1813-2013», Comune, la Pro loco «Le cotiche», parrocchia di San Michele e istituto comprensivo, a causa anche delle cattive condizioni meteo, si è svolta in gran parte in chiesa.
Fra i presenti, il vescovo monsignor Carlo Mazza, il presidente della Provincia Vincenzo Bernazzoli, il sindaco Giovanna Gambazza, gli ex parlamentari Carmen Motta e Albertina Soliani (all'epoca promotrici della legge sul bicentenario verdiano), il parroco don Adriano Contestabili e diversi sacerdoti, il comandante della stazione carabinieri maresciallo Paolo Scita, il comandante della polizia municipale di Busseto ispettore Claudio Passera, Alberto e Carlotta Guareschi ed il presidente della Pro loco «Le cotiche» Giancarlo Pezzani.
A fare gli «onori di casa», Angelo Dotti, presidente del Comitato «Roncole Verdi 1813-2013», che ha ricordato come la decisione, presa dai promotori, 50 anni fa «era il frutto di un forte senso di appartenenza e di lungimiranza nella convinzione che non si poteva lasciare in ombra una perla preziosa come Giuseppe Verdi. La decisione presa allora trasforma una frazione dal nome comune (Roncole) in un paese dal nome unico perché porta il cognome di un italiano noto in tutto il mondo». Ed anche le autorità civili e religiose presenti, in diversi modi, hanno tenuto a ricordare l’importanza che questo piccolo paese della Bassa ha, a livello mondiale, nel nome di Verdi.
Un patrimonio ed una serie di valori di inestimabile valore che accompagnano la storia del paese. Fra i momenti clou, il ricordo dei quindici (e la consegna della benemerenza ai loro familiari) che, mezzo secolo fa, si diedero da fare per arrivare alla denominazione «Roncole Verdi», decisa con decreto del presidente della Repubblica, vale a dire: Giovanni Accorsi, Armando Annoni, Angelo Contini, Lino Demaldè, Giovannino Guareschi, Giuseppe Lamoretti, Annino Lomi, Walter Manganelli, Arnaldo Moroni, Pietro Porcari, don Adolfo Rossi, Romolo Scaramuzza, Lina Testa, Oriele Ugolini e Lodovico Verdi. E si è reso omaggio anche a sei protagonisti degli ultimi decenni di storia di Roncole Verdi: l’allora sindaco Gianfranco Stefanini, il senatore Alberto Spigaroli, il Club dei 27 (tutti presenti e rappresentati ieri), ed i defunti Romano Gatti (storico fondatore del Gruppo attività verdiane), Luigi Demaldè (organista per 70 anni) e monsignor Rino Guerreschi. La giornata, arricchita dalla presenza della banda «Verdi» e della scuola elementare locale, è proseguita con l’intitolazione del piazzale antistante la chiesa allo storico ed indimenticato parroco don Adolfo Rossi e con un omaggio floreale posato sulla tomba di coloro che sono stati ricordati, oltre che del fondatore dell’Istituto studi verdiani Mario Medici e del musicista Scott Stringham (che riposano nel cimitero roncolese). I festeggiamenti per il 50° della denominazione «Roncole Verdi» proseguiranno domani con una serie di appuntamenti pomeridiani e serali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La La Land annunciato per errore miglior film, ma vince Moonlight

Hollywood

Gaffe agli Oscar: aperta un'inchiesta Tutti i premiati Foto

Addio al gigante di «Trono di Spade»

MORTO FINGLETON

Addio al gigante di «Trono di Spade»

Amici, la Celentano dà della grassa alla ballerina che si mette a piangere

Video

"Sei grassa" e la ballerina piange: polemica ad Amici

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Top500": la classifica

IMPRESE

Top500 Parma, ecco la classifica completa

Lealtrenotizie

Altri due incidenti questa mattina: quattro schianti in poche ore

Parma

Altri due incidenti questa mattina: quattro schianti in poche ore

comune

Municipale, "attività positiva nel 2016, anche con 40 agenti in meno" Tutti i numeri

L'assessore Casa ha presentato, con i vertici dei vigili urbani i numeri e il bilancio degli interventi dello scorso anno

in mattinata

Scippa in bici l'iphone ad una ragazza in via Farini: caccia al ladro

comune

Dopo gli allagamenti: Duc, servizi ripristinati

ieri sera

Pauroso incidente in Tangenziale Ovest, auto si ribalta: una donna ferita Foto

1commento

crisi

Copador, settimana decisiva

Degrado

Un viaggio per strada del Traglione: un viaggio nel degrado

3commenti

comune

2200 anni della fondazione di Parma: ecco il logo di Franco Maria Ricci

questa mattina

Tamponamento in via Mantova: furgone nel fosso

gdf

Raccolta truffa per bimbi abbandonati: 60enne arrestato davanti al Maggiore

AUTOSTRADA

A1: chiuso il casello di Parma per cinque notti consecutive

SANITA'

Scabbia, l'esperto: «In aumento altre malattie infettive»

2commenti

VERDI MARATHON

Maratona: ancora (tanti) scatti dalla Bassa Gallery 1 - 2

CALCIO

Il Parma non si spreca

Borgotaro

No alla chiusura del Punto nascite

CARNEVALE

I costumi di Favalesi illuminano Venezia

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Quei politici allergici alla libertà di stampa

di Filiberto Molossi

IL DIRETTORE RISPONDE

Le multe facili e quelle difficili

11commenti

ITALIA/MONDO

AREZZO

18enne uccide il padre: "Era quello che dovevo fare"

BREXIT

Il Telegraph: " La May chiuderà la frontiera a metà marzo"

SOCIETA'

IL CASO

Cappato (che rischia 12 anni di carcere): "Dj Fabo è morto"

4commenti

Cinema

E' morto l'attore Bill Paxton

SPORT

Ciclismo

Grave caduta per la giovane promessa Marco Landi

rugby

L'amarezza di Villagra: "Potevamo vincere" Video

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, la nostra pagella

NOVITA'

Bmw, la nuova Serie 5 ragiona da ammiraglia