17°

Provincia-Emilia

La Canova: "Le zone sporche non sono proprietà comunali"

La Canova: "Le zone sporche non sono proprietà comunali"
0

Cristian Calestani

«I luoghi oggetto di incuria del nostro paese non sono di proprietà comunale. Presto con le associazioni di volontariato organizzeremo una giornata dimostrativa di pulizia degli argini: sarebbe bello vedere un’ampia partecipazione». 
Risponde con una precisazione e con una proposta il sindaco di Colorno alle accuse di degrado urbano a Colorno mosse, nelle scorse settimane, prima dal gruppo «Impegnati-Uniti» tramite un’interpellanza e poi dal neonato gruppo del Movimento Cinque Stelle di Colorno. 
«Non voglio sottovalutare osservazioni e critiche – ha detto la Canova in consiglio comunale rispondendo all’interrogazione di Filippo Allodi degli Impegnati Uniti -, ma lo spazzamento e la pulizia del paese sono affidati alla squadra degli operai comunali che stanno facendo miracoli se si pensa che al Comune non è concesso assumere a causa del blocco delle assunzioni tanto che a seguito degli ultimi due pensionamenti non è avvenuto alcun nuovo inserimento di personale. L’unica alternativa sarebbe quella dell’esternalizzazione del servizio di pulizia e spazzamento con un conseguente aumento dei costi che comporterebbe un taglio su altri servizi». 
In merito alle situazioni di degrado segnalate – erano emerse soprattutto l’area degli argini e dell’ex manicomio di Colorno, entrambe non di competenza comunale – la Canova ha rivolto un appello al senso civico dei cittadini affinché «scoraggino episodi irrispettosi del bene pubblico». 
Quindi la precisazione: «lo stato di incuria di cui si è parlato tanto nei giorni scorsi – ha chiarito il primo cittadino – riguarda luoghi che non sono di proprietà del Comune e sui quali non è previsto un intervento diretto del Comune stesso». 
In questo modo il primo cittadino colornese ha risposto anche  ad un’interrogazione di Allodi che lamentava di aver constatato di persona e di aver ricevuto segnalazioni dai cittadini in merito ad uno stato di degrado del paese «sia nel centro, sia nelle frazioni che lungo i corsi d’acqua con la presenza di rifiuti lasciati ovunque e non negli appositi cassonetti e per la presenza ormai illimitata di cicche di sigarette, cartacce, escrementi di cani, muri imbrattati e deturpati».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Lo "Zoo" di  105,  è morto Leone Di Lernia

spettacoli

Lo "Zoo" di 105, è morto Leone Di Lernia - VIDEO

Halle Berry si libera del vestito degli Oscar: così il Versace finisce per terra e lei si butta in piscina

come in un film

Halle Berry si libera del vestito degli Oscar e si tuffa Video

Montalbano torna, supera i 10 milioni e fa il 40%

televisione

Montalbano, ritorno record: supera i 10 milioni

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Top500": la classifica

IMPRESE

Top500 Parma, ecco la classifica completa

Lealtrenotizie

Arrestate due cittadine rumene

cittadella

Scippavano anziani: rom arrestate da un poliziotto fuori servizio

INCHIESTA

Alberi, sigilli a una casa famiglia per anziani. Tre indagati

da mantova a parma

Furto a un distributore, un moldavo in manette

autostrada

Incidente tra due camion a Fiorenzuola: code verso Fidenza

Consiglio comunale

Rifiuti e sicurezza: oggi Consiglio comunale Diretta dalle 15

opportunita'

Venti nuovi annunci per chi cerca un lavoro

Welcome day

Studenti Erasmus, benvenuti a Parma Fotogallery

L'ALLARME

Droga, a Parma ogni anno 400 segnalati alla Prefettura

3commenti

La traversata

Quei velisti con Parma nella cambusa

Mercati esteri

Sicim, tris di commesse per 200 milioni di dollari

Amarcord

Prati Bocchi, 67 anni di amicizia

meteo

Tornano pioggia, vento e neve sulle alpi

Langhirano

E' morto Pierino Barbieri

1commento

Scomparso

«Benito, come un padre per tanti di noi»

FOCUS

Monticelli? Mancano spazi per i giovani

LEGA PRO

Parma, Frattali out: in porta arriva Davide Bassi. Il Pordenone travolge il Bassano

L'estremo difensore era svincolato dall'Atalanta, nel suo passato anche Empoli e Torino

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le multe facili e quelle difficili

13commenti

EDITORIALE

Quei politici allergici alla libertà di stampa

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

il CASO

Dj Fabo ha morso il pulsante per il suicidio assistito

2commenti

TREVISO

Il Comune licenzia dipendente assenteista

SOCIETA'

caffè

A Milano lo Starbucks più grande d'Europa

comune

2200 anni della fondazione di Parma: ecco il logo di Franco Maria Ricci

SPORT

inghilterra

Ranieri: il tributo (mascherato) dei tifosi del Leicester Gallery

Ciclismo

Grave caduta per la giovane promessa Marco Landi

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, la nostra pagella

NOVITA'

Bmw, la nuova Serie 5 ragiona da ammiraglia