12°

Provincia-Emilia

Rischio idraulico: 2 milioni per la messa in sicurezza della Bassa Ovest

Rischio idraulico: 2 milioni per la messa in sicurezza della Bassa Ovest
0

I torrenti Ghiara e Citronia a Ponte Ghiara e il cavo Viola a Busseto sono due punti “dolenti” della Bassa Ovest. Per prevenire il rischio delle esondazioni e il conseguente pericolo per i centri abitati, la Provincia in accordo con i Comuni di Salsomaggiore e Busseto e la Regione, ha progettato due intereventi mirati alla messa in sicurezza del territorio. Due progetti che hanno ottenuto un finanziamento di  2milioni e 135mila euro finanziati dal Ministero dell’Ambiente all’interno del Piano strategico nazionale per la mitigazione del rischio idrogeologico.

Oggi in Provincia l’assessore all’Ambiente Giancarlo Castellani, insieme al sindaco di Busseto Luca Laurini, all’assessore all’Ambiente di Salsomaggiore Andrea Fellini e al dirigente del Servizio provinciale Gabriele Alifraco, ha presentato i due interventi, nell’ambito di quelli programmati e già finanziati nella zona lo scoso anno. “Si tratta di due interventi programmati in considerazione delle criticità riscontrate sul territorio – ha detto Castellani –  Riguardano una zona particolarmente sensibile al rischio idraulico e di esondazioni. Dopo lo sforzo compiuto negli anni scorsi sulla Bassa est, la nostra attività guarda ora alla Bassa ovest. L’obiettivo è quello della prevenzione in modo da garantire la sicurezza per tutti, un fattore sempre importante, da sottolineare per due comuni che hanno una importante valenza turistica come questi.”. “Questi progetti sono derivati dal lavoro fatto insieme nel tavolo di concertazione insediato all’indomani delle ultime alluvioni e esondazioni – ha detto Laurini – I problemi che ha Busseto sono soprattutto di mancato deflusso delle acque. Abbiamo la necessità di creare vasche di espansione per l’acqua in modo che defluisca in aree meno problematiche.” “Questo lavoro è testimonianza del fatto che quando le Istituzioni lavorano in sinergia si possono ottenere buoni risultati come questo – ha sottolineato Fellini – Salso ha problematiche rilevanti di difesa del suolo e questo intervento che realizzeremo si accompagna ad un altro progetto del Comune, anch’esso finanziato, che ci permetterà di mettere in sicurezza il sistema fluviale del Ghiara”. “Questo finanziamento va ad aggiungersi a quelli ottenuti nell’annualità 2007, 1milione e 575mila euro per altri tre progetti nella Bassa ovest – ha spiegato Alifraco – complessivamente 4 milioni di euro che arrivano sul territorio provinciale in un anno e mezzo, risorse che saranno destinate non a pioggia ma sulla base di una scelta che a monte ha definito le priorità”.

SALSOMAGGIORE - L’intervento più corposo è quello che sarà realizzato a Salsomaggiore, per la messa in sicurezza dal rischio di esondazione dei torrenti Ghiara e Citronia.  Questo 1° stralcio finanziato con 1 milione e 500mila euro, prevede la realizzazione di opere strutturali a Ponte Ghiara e in particolare l’adeguamento della sezione di deflusso del torrente Ghiara (da 13 a 35 m), l’eliminazione del restringimento dell’alveo in corrispondenza all’attraversamento stradale e la ricostruzione del ponte. Ad esse si aggiunge il monitoraggio pluviometrico e idrometrico del corso d’acqua.

BUSSETO - A Busseto invece si lavorerà sul cavo Viola. Per la messa in sicurezza idraulica si prevede la realizzazione di una cassa di laminazione ad ovest del centro urbano in modo da abbattere le portate in ingresso, il rifacimento di tratti di canale coperto con tubature dai diametri adeguati, la realizzazione di un diversivo per drenaggi aree industriali. L’intervento, finanziato per 635mila euro, rientra in un progetto complessivo per la messa in sicurezza idraulica del capoluogo di Busseto, con la razionalizzazione di canali e fossi esterni all’abitato e delle reti fognarie e canali all’interno dell’abitato. Altri interventi su Busseto rientrano nei progetti finanziati nel 2007 per complessivi 1ml 575mila euro. Si tratta della messa in sicurezza idraulica (125mila euro) della frazione di Roncole Verdi e in particolare la fascia di territorio compresa fra il Canale delle Roncole e il Rio Garoda, in un’area di particolare interesse storico-culturale. A questo progetto si aggiunge quello per la realizzazione di lavori di adeguamento e messa in sicurezza idraulica del reticolo Oginella-Ongina (300mila euro).

FIDENZA E SORAGNA - Sempre nel 2007 sono stati finanziati anche due progetti che  riguardano il comune di Fidenza e Soragna: il primo per l’adeguamento e consolidamento del sistema arginale torrente Stirone, Fidenza (800mila euro); il secondo per il ripristino delle sezioni di deflusso del torrente Stirone nel tratto da Fidenza alla foce (350mila euro).

MONITORAGGIO -   La Provincia ha attivato nel 2004 un sistema di telemonitoraggio e videosorveglianza dei torrenti. I dati di pioggia e dei livelli idrometrici rilevati e registrati dai pluviometri e dagli idrometri della rete di tele-rilevamento sono consultabili attraverso il sito internet http://livellotorrenti.provincia.parma.it  L'innovazione del sistema consiste nel caricamento automatico e diretto dei dati dal centro di controllo. Sono monitorati i seguenti corsi d’acqua: Taro e ceno (parte alta), Parma e Baganza, Enza

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Musica alla Latteria dal Beccio

pgn

Musica alla Latteria dal Beccio Foto

Morto il fratello dell'inviato Valerio Staffelli

Striscia la notizia

Morto il fratello dell'inviato Valerio Staffelli

«Ok il prezzo è giusto», alla presentatrice cede il vestito in diretta tv

Australia

Cede il vestito in diretta: esce il seno

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO

Il rugby irrompe in scena. E arriva il "bello" Sergio Muniz

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Discute con una coppia, torna armato di coltello: un ferito nel parapiglia

Borgotaro

Discute con una coppia, torna armato di coltello: un ferito nel parapiglia

Marocchino bloccato dai carabinieri 

6commenti

Malattie

Tre ragazzi con la scabbia alle superiori

6commenti

agenda

Una domenica con i mille colori del Carnevale

Borseggio

«Tenetevi i soldi, ma ridatemi la foto del nipotino»

SALSOMAGGIORE

Addio a Renzo Tosi, il re della focaccia di Natale

1commento

CALCIO

A Salò un Parma affamato Diretta dalle 16,30

Manca Baraye, squalificato: al suo posto dovrebbe giocare Scaglia

CURIOSITA'

Cartello «anti-rudo» al Campus

SORBOLO

Se n'è andato Giuliano Rosati, poliedrico e infaticabile

carabinieri

Spara un razzo fra la folla: era appena uscito dal carcere

Arresto bis, dopo meno di due mesi: 20enne tunisino in via Burla. A dicembre aveva in casa 500grammi di hashish

1commento

Spettacoli

Agnese Scotti: «Il mio teatro è fisico»

viabilità

Il calendario e la mappa degli autovelox della settimana

Parma

Carnevale, carri e maschere dal Battistero alla Cittadella Foto Video

Parma

Bidoni dei rifiuti a fuoco in viale Mentana

EVENTO

I 70 anni della Famija Pramzana

lutto

Collecchio piange Massimiliano Ori, lo sportivo dall'animo gentile

Aveva 51 anni

1commento

Parma

Straordinari non pagati: Poste condannate a risarcire portalettere Video

Prima sentenza in Italia

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IMPRESE

Top500 Parma, ecco la classifica completa

IL DIRETTORE RISPONDE

Le multe facili e quelle difficili

6commenti

ITALIA/MONDO

Esplosione

Catania, crolla palazzina: morta un'anziana, una bimba di 10 mesi in coma 

Sant’Ilario

Rubava il telefono ai giocatori di videopoker: denunciato 35enne

WEEKEND

FIERE

E' iniziato Mercanteinfiera: curiosità fra gli stand Foto

45 anni fa: il disco

Catch bull at four - Quando Cat Stevens cantava in latino

SPORT

lega pro

La Reggiana vince e si fa sotto. Il Gubbio si allontana

sport

Inaugurato il Parma Golf Show Videointerviste

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, il Suv del Biscione. Da 50.800 euro Video

NOVITA'

Bmw, la nuova Serie 5 ragiona da ammiraglia