-2°

Provincia-Emilia

Berceto chiama, Rossosh risponde e un asilo li unisce

Berceto chiama, Rossosh risponde e un asilo li unisce
0

Valentino Straser
Dal dramma di Nikolajewka al messaggio di pace e di fratellanza fra i popoli. Il filo dell’amicizia e il senso di amicizia si riannoda fra Berceto, Rossosh e Krasnodar, le città russe che furono teatro dell’epica battaglia di Nikolajewka, combattuta nel gennaio 1943, fu uno degli scontri più drammatici durante il caotico ripiegamento delle forze che vide coinvolti gli alpini. Il 16 gennaio 1943, giorno di inizio della ritirata, il Corpo d’armata alpino contava 61.155 uomini. Dopo la battaglia di Nikolajewka si contarono 13.420 uomini usciti dalla sacca, più altri 7.500 feriti o congelati. Come sta scritto sul monumento situato di fronte a quella che fu la sede del comando italo-tedesco, «da un tragico passato potesse nascere un presente di amicizia ed un futuro di fraterna collaborazione».
Oggi, quell’edificio è stato trasformato dagli alpini in un asilo per i bambini di Rossosh. Quest’anno ricorre il ventesimo anniversario dalla conclusione dell’asilo di Rossosh, dove parteciparono, in una lunga staffetta di amicizia, tanti alpini italiani e, fra questi, anche bercetesi.
Per rendere omaggio a quell’iniziativa, ad oggi poco nota al grande pubblico ma che sottende profondi significati umani, Berceto renderà omaggio, con una manifestazione che vedrà protagonisti i ragazzi che hanno frequentato l’asilo costruito dagli alpini. L’iniziativa, promossa dal Comune di Berceto, in collaborazione con la locale sezione del Gruppo alpini, si avvale della collaborazione del Maestro dello sport, Carlo Devoti, che da anni mantiene saldi rapporti con la città russa. «La battaglia ci vide sconfitti - scrive Carlo Devoti in una nota del suo diario - ma il grande cuore degli alpini ha voluto lasciare in quel villaggio un segno di rispetto, di pace, di comprensione, di amicizia, e lo ha fatto nel modo migliore, cioè costruendo un asilo per i figli di quella guerra che nel futuro potranno comunque conservare un buon ricordo di noi italiani». A Berceto, oltre a testimoni della vicenda di Rossosh, è ancora vivo il ricordo di partigiani russi che combatterono nelle valli durante la lotta partigiana. Per festeggiare il ventennale dalla costruzione dell’asilo, mercoledì 12 giugno, alle 16, a Berceto, in occasione dell’accoglienza dei russi di Rossosh e Krasnodar, ci sarà uno spettacolo dei gruppi: Russia, Tanok children folk ensemble (Krasnodar, Russia) folclore, Russia-Rossosh-Istituzione culturale municipale del teatro municipale di Rossosh della Regione Voronezh-Gruppi artistici Diapazon e Rams e Russia-Scuola d’arte per bambini del Distretto municipale della Regione di Krasnodar. In totale di 130 giovani artisti provenienti dal Sud della Russia, dalle regioni in cui si combattè la Seconda guerra mondiale che vide coinvolti i nostri alpini che avevano a Rossosh la loro sede di comando insieme alle truppe alleate. Al termine nella baita degli alpini un rinfresco.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Piazzale S. Lorenzo:  festa al «Piano A»

Pgn

Piazzale S. Lorenzo: festa al «Piano A» Foto

maria chiara cavalli 1

Strajè

"Costretta" a fare ricerca all'estero. Il sogno di Maria Chiara: tornare a Parma Video

1commento

Lady Gaga: soffrodi disturbi psichici

RIVELAZIONE

Lady Gaga: soffro di disturbi psichici

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso 6 dicembre

VELLUTO ROSSO

Da Shakespeare a Peter Pan: gli spettacoli da non perdere a teatro

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Reparti soppressi, allarme al Maggiore

Ospedale

Reparti soppressi, allarme al Maggiore

Sono cinque le strutture coinvolte: semeiotica, ortopedia, centro cefalee e due chirurgie

Parma

Nuovo percorso ciclabile fra la stazione, via Trento, via San Leonardo e via Paradigna Mappe

Ecco dove passerà la pista ciclabile

Viale Mentana

Un'altra rapina in farmacia: è sempre lo stesso bandito

Al via la stagione

A Schia una «valanga» di novità

Criminalità

Felino, il bar Jolly senza pace: quarto furto in dieci mesi

promozione

Il Fidenza chiama Massimo Barbuti in panchina

lega pro

Daniele Faggiano è il nuovo direttore sportivo del Parma Video

8commenti

Salso

Dotti, una vita sulle navi da crociera

IL CASO

Tangenziale di Collecchio: ora la gente chiede la rotatoria

collecchio-noceto

Truffa-furto del finto soccorso stradale: nuove segnalazioni

2commenti

Campus

Sfera Ebbasta, dal rap al trap

Restauro

Zibello, il battistero torna a risplendere

Funerale

Sorbolo: rose bianche e musica per l'addio a Ilaria Bandini

tg parma

Travolto a Lemignano: Mihai Ciju resta gravissimo Video

COLLECCHIO

Scoppia il caso delle cartelle del Consorzio di bonifica

Funerale

"Ciao Lorenzo, ora vivi nella serenità": commosso addio al 15enne di Salso

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Renzi: perché ha perso, perché può rivincere

di Michele Brambilla

10commenti

IL DIRETTORE RISPONDE

Il panino? Non famolo strano

2commenti

ITALIA/MONDO

roma

Oggi fiducia sulla manovra e la direzione del Pd

Ventimiglia

Brucia la villa dei cognati e muore asfissiato

SOCIETA'

lettere

Cane ucciso da un cacciatore: "Terribile e inaccettabile"

televisione

Gabriele: da Medesano alla finale a L'eredità

SPORT

Nuoto

Federica Pellegrini vince i 200 sl

Formula uno

Fernando Alonso non andrà alla Mercedes

FOTOGRAFIA

Parma

Acqua, luce, metamorfosi: le foto di Nencini in San Rocco

Fotofestival

Fra metafisica e Storia: un mese di mostre fotografiche a Montecchio