-6°

Provincia-Emilia

Il sindaco di Berceto: comizio per salvare le province

Il sindaco di Berceto: comizio per salvare le province
1

COMUNICATO

Non è, nelle intenzioni, e anche per la mia storia, un intervento antiquato di chi non vuole riforme e cambiamenti, al contrario è un’azione, un grido di allarme, nel silenzio assordante, per chiedere riforme utili ai cittadini, alle persone deboli e ai territori marginali come la montagna.

Nel furore anticasta dei cittadini che non sopportano più, a ragione, i privilegi e gli sprechi della politica si intravedono, a mio parere, azioni che comportano oltre il danno la beffa. L’attuale politica, sia di destra che sinistra, forse anche in buona fede, non avendo legami pregnanti con la realtà, si limita a voler placare, con proposte demagogiche, il furore anticasta. Si fa l’annuncio, e azioni conseguenti, ad esempio, per eliminare oltre 70.000 poltrone ma non si precisa che sono poltrone di  Consiglieri Comunali (veri volontari della politica) il cui costo, per ognuna, è di circa 50 (cinquanta) euro l’anno. Con la stessa logica, dopo il libro di Gian Antonio Stella e Sergio Rizzo: “LA CASTA”, tutto il mondo politico s’è trovato d’accordo per sacrificare le Province. Si sottace, anche in questo caso, che l’Ente Provincia verrà sostituito da un altro Ente ma non elettivo. Il risultato, facilmente prevedibile, che aumenteranno i costi, diminuiranno i servizi e i cittadini non avranno il diritto/dovere, sancito dalla Costituzione, di valutare, con il voto, i propri amministratori.
Questa situazione fa emergere due cose e inquietanti:
a) In Italia non si prova mai a far funzionare le cose che ci sono illudendosi e illudendo che cose nuove funzioneranno meglio mentre, razionalmente, si comprende, che se non c’è la capacità e la volontà di far funzionare le cose queste non funzioneranno neppure se sono nuove. ANZI! L’intuizione del Gattopardo è ancora la stella polare dell’Italia: “Cambiare tutto per non cambiare nulla”.
b) E’ forte la predisposizione, da parte di tutti, a restringere il campo della Democrazia e, infatti, da diverse legislature i Parlamentari non sono eletti dal Popolo Sovrano ma nominati da poche persone quali i segretari dei partiti. Tutti i trattati dell’Unione Europea, compreso quelli determinanti che influenzano, non poco, sulla vita quotidiana delle persone, come l’entrata nell’Euro, il trattato di Lisbona, ecc. non sono mai sottoposti a referendum popolare. Ci si lascia soggiogare dalla Troika Europea che nessuno ha eletto. Cavalcando questa “moda” di non far più votare, scegliere, come vuole la Democrazia e la Costituzione, si emanano decreti Legge Governativi e Leggi Regionali che intaccano profondamente la Costituzione e i suoi principi come il decreto per le funzioni associate dei Comuni, l’eliminazione delle Province, l’obbligo dell’Unione dei Comuni e tanto altro.
Viviamo in un Paese che andrebbe rivoltato come un calzino, non dai Giudici, ma dalla politica, la bella Politica. 
Le riforme sono necessarie ma debbono essere fatte seguendo la stessa Costituzione che prevede norme per essere modificata. Vanno fatte con il desiderio, lo spirito Costituzionale che vuole dare potere al Popolo Sovrano l’unico che ha diritto a detenerlo. Quindi il desiderio, l’obbligo, deve essere quello di allargare la Democrazia e non restringerla. La Democrazia vuol dire diritto di voto, vuol dire scegliere i propri rappresentanti con il voto.
Quando le “battaglie”, le “lotte” sono di principio tese a difendere diritti irrinunciabili delle persone non bisogna temere, a mio avviso, d’essere inizialmente soli, d’essere una voce fuori dal coro.
Si allega:
Intervento sul Corriere della Sera del 23 luglio 2011 di Valerio Onida
Volantini delle due iniziative del Sindaco di Berceto (intervento del 24 giugno in Piazzale della Pace e azione di protesta, simbolica, il 5 luglio davanti alla sede del Corriere della Sera a Milano in Via Solforino n. 28 per sensibilizzare Gian Antonio Stella e Sergio Rizzo giornalisti di questa testata ed estensori del libro “La Casta”)
 
    Luigi Lucchi
 Sindaco di Berceto 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Palmerino OLIVA

    23 Giugno @ 01.17

    Mi presento: sono l'ing. Palmerino OLIVA vice sindaco di Villanova del Battista (AV), una comunità di circa 2.000 anime. Anche il mio comune l'anno prossimo andrà a votare con la nuova legge che ha voluto dimezzati i consiglieri comunali. Confermo quanto affermato dal Sindaco di Berceto: ciscun consigliere comunale percepisce da noi un gettone di presenza ai consigli comunali di 19 € lordi, che, al netto delle imposte, diventano 9 euro. In un anno si fanno 4 - 5 consigli comunali, pertanto il costo annuo per consigliere si aggira sui 50 euro. Ci hanno tolto 6 consiglieri comunali, quindi lo stato risparmierà circa 300 euro. Questa riforma di riduzione della partecipazione diretta dei cittadini alla gestione della cosa pubblica, quindi democrazia, l'hanno fatta passare come una grande riforma per il risparmio !!! VERGOGNA !!! La maggior parte dei consiglieri comunali ( come dice il Sindaco: veri volontari della politica) non ritira nemmeno i gettoni di presenza !!! Sarebbe bastato eliminare un parlamentare per tenere, risparmiando, tutti i consiglieri comunali d'Italia !!! Adesso si sta facendo lo stesso tentativo con le Provincie che sono Enti territoriali veramente vicini ai cittadini. La mia proposta è: ELIMINIAMO LE REGIONI che sono i veri centri di spesa e sperpero di danaro pubblico essendo lontanissime dal controllo dei cittadini !!!!!! Ho rappresentato a molti politici locali il mio pensiero: tutti hanno condiviso, ma c'è una sorta di rassegnazione alle decisioni che ci vengono imposte come sempre dall'alto. Formiamo un comitato promotore che possa far sentire il nostro dissenso a livello nazionale e soprattutto informi gli italiani dell'ennesima beffa che ci sarà propinata in nome del risparmio (FARABUTTI) !!!!

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Juve, nuovo logo. Scoppia l'ironia sul web

calcio e risate

Juve, nuovo logo. Scoppia l'ironia sul web Gallery

1commento

Kim, prima il trucco alle parti intime, poi con la felpa "comunista"

gossip

Kardashian, prima il trucco alle parti intime, poi con la felpa "comunista"

Belen, un altro bacio (con Iannone) nella bufera

gossip

Belen, un altro bacio (con Iannone) nella bufera

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Tragedia di Cascinapiano, parlano gli amici di Filippo: "Era speciale"

Il ritratto

Tragedia di Cascinapiano, parlano gli amici di Filippo: "Era speciale"

Tragedia

Filippo, una classe in lacrime. E quella pagella che non vedrà mai

VIABILITA'

Cascinapiano, i residenti: "Chieste strisce pedonali e più luci: inascoltati"

incidente

Incidente sul lavoro a Noceto: un ferito grave

Stalker

Insulti e botte alla ex moglie: arrestato

1commento

Il caso

Guerra fra farmacie, il Tar dà ragione a Medesano

DOPPIO ENRICO VIII

Sorpresa al Regio: Spotti recita "muto", Zanellato canta

Allarme

Sorbolo, argini groviera per le nutrie

tg parma

Salso, i rapinatori minacciano un bimbo con un coltello Video

1commento

SALSO

Addio a Gianni Gilioli, papà dell'ex sindaco

Tradizione

Sant'Antonio, protagonisti gli animali Foto

Lutto

Quattrocchi, ristoratore e gentiluomo

polizia

Mostrava un coltello ai passanti in via Mazzini: denunciato Alongi

14commenti

consiglio comunale

Polemica D'Alessandro-Vescovi sui vaccini

4commenti

Il fatto del giorno

La tragedia di Filippo: un gigantesco "Perché?" (Senza risposta)

4commenti

cascinapiano

Travolto da un'auto sotto gli occhi della sorella: muore un 17enne

La vittima è Filippo Ricotti. Il ricordo della "sua" Langhiranese Calcio e del Liceo Bertolucci (Video)

19commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Politicamente corretto: l'ipocrisia al potere

di Michele Brambilla

14commenti

EDITORIALE

Conti pubblici: la ricreazione è finita

di Aldo Tagliaferro

ITALIA/MONDO

mafia del brenta

Sequestrato il "tesoro" di Felice Maniero

scuola

Nuova maturità: non ci sarà più bisogno di avere tutte le sufficienze

1commento

SOCIETA'

PERSONAGGI

Addio a Piacentini, playboy mito della Costa Azzurra anni '60

EDITORIALE

L'orrore in diretta? E' la tv del Medioevo

1commento

SPORT

parma calcio

D'Aversa: "Manca un esterno mancino. Primo posto? Ci proviamo" Video

rugby

Zebre, rescisso il contratto con Guidi, ecco De Marigny e Jimenez

CURIOSITA'

San Polo d'Enza

Volpi, cinghiali, ricci: gli animali di Parma trovano riparo nel Reggiano Video

1commento

animali

Il cervo curioso entra in chiesa Video