-3°

Provincia-Emilia

Carlo Dal Verme: l'orgoglio italiano rivive a El Alamein

Carlo Dal Verme: l'orgoglio italiano rivive a El Alamein
Ricevi gratis le news
0

Chiara Cacciani

«Siamo tornati a dormire insieme a distanza di tantissimi anni, noi tre fratelli. A scambiarci i ricordi, a rivivere la nostra infanzia, a dare colore e contorni a quelle storie di guerra che ci erano state raccontate come fiabe da nostro padre». E’ ad El Alamein – teatro dell’epica battaglia che decretò la fine dell’impero coloniale italiano e mise fine al sogno africano delle potenze dell’Asse – che Francesca, Gabriele ed Enrico Dal Verme hanno ricevuto quest’ultimo regalo di papà Carlo.
Nel deserto egiziano, «dove basta scostare la sabbia e si trovano pile di transistor, mine anticarro e scatolette di carne con i segni lasciate dalle baionette per aprirle», da poche settimane c’è un cippo che ricorda  il Tenente colonnello di artiglieria di Pilastro, che prima di esser fatto prigioniero per tre anni dai francesi si distinse per coraggio e intuizione sui campi di battaglia africani. Come quando, nell’ora della ritirata, riuscì a tenere in scacco i nemici con un solo cannone e pochi uomini stremati, senza acqua, senza viveri e senza mezzi di trasporto. Permise a tanti soldati italiani di ripiegare, Dal Verme, e quando gli offrirono di mettersi in salvo – lui solo - rifiutò: «Non ho la minima intenzione di abbandonare i miei uomini. Verrò via quando invieranno un autocarro che potrà caricare tutti». E così fu.
Il cippo dedicato al tenente colonnello di carriera, croce al merito di guerra, ingegnere, scrittore e disegnatore si trova all’interno del «Parco storico del campo di battaglia di E Alamein»: un progetto realizzato dalla Società italiana di Geografia e Geologia militare, con la collaborazione di diverse realtà. Un’iniziativa per evitare che quegli 80 km di sabbia perdano le sue testimonianze di memoria, ma anzi continuino a raccontare di sé grazie a itinerari di visita tematici e al ricordo di alcuni dei suoi (spesso sconosciuti) protagonisti.
Che fosse possibile donare un cippo lo ha scoperto qualche tempo fa la sorella di Carlo, Luisa, 94enne ex maestra, leggendo un giornale. E non ha avuto dubbi sulla decisione da prendere. «Io avevo letto il libro che mio padre aveva dedicato alla sua esperienza in Africa, “Ombre sulla sabbia”, avevo conservato tutti gli articoli che parlavano di lui, ma per me ormai El Alamein era archiviata – racconta Enrico, agente di polizia municipale dell’Unione Pedemontana - La zia invece ha iniziato a interessarsi ed è  in entrata in contatto con Walter Amatobene, un parmigiano ex Folgore, che è il braccio destro dell’ideatore del Parco, il professor Bondesan». E da lì qualcosa si è messo in moto  anche nei nipoti. «Abbiamo iniziato a dirci che sarebbe stato bello andare a vedere coi nostri occhi quei luoghi, ma ancora sembrava qualcosa destinato a sfumare – prosegue Enrico - . Invece alla fine la voglia è cresciuta e per una combinazione di circostanze eravamo tutti e tre liberi esattamente nella settimana della posa del cippo». Si sono così ritrovati nel deserto, attorniati dai residuati bellici, da quel che resta delle trincee, nella «divisa» prevista dal cerimoniale: il basco militare, i pantaloni kaki. E poi l’attenti!, l’ «onore al tenente colonnello Dal Verme», il minuto di silenzio, il rompete le righe . Brividi, ricordi («Da quel punto si vede la stazioncina di El Alamein, ed  è uno dei particolari che mio padre ha citato nel libro: è sicuramente stato lì») e tanta commozione condivisa in diretta, al telefono, con zia Luisa. «Questo viaggio non è stata una meteora: ci ha lasciato dentro la voglia di sapere di più. Appena tornato a casa ho riletto gli scritti di mio padre:  ora hanno tutto un altro sapore, hanno contorni e colori.  Da bimbi ci raccontava gli aneddoti di guerra come fossero fiabe. Ora  che sono stato là capisco che razza di vita devono aver fatto e cosa devono aver patito. E adesso vogliamo ritornare al più presto». A riportare a casa un altro pezzetto di questa storia. Un pezzetto della loro eredità che ha ancora tanto da regalare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

NT

LE IENE

Nadia Toffa si commuove in tv: "Mi ha stupito l'affetto della gente" Video

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

14commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Domani l'inserto economia: focus sull'Ape Social

GAZZETTA

L'inserto economia: focus sull'Ape Social

Lealtrenotizie

Ex Star, tra passato e futuro: il progetto del giovane architetto Nicola Riccò

RIQUALIFICAZIONE

Ex Star, tra passato e futuro: il progetto del giovane architetto Nicola Riccò

L'idea in una tesi di laurea

GUSTO

Gara degli anolini: trionfa la Rosetta La classifica

In lizza dieci gastronomie della città: la panetteria di via XXII Luglio si aggiudica la vittoria

2commenti

LUDOPATIA

Ogni parmigiano spende 1.525 euro in azzardo

FONTEVIVO

Furto di gasolio: romeno sorpreso e arrestato

Tradizioni

I «castradòr» e il Natale nelle stalle

Prevenzione

Lesignano investe sulla sicurezza

AUTOSTRADA

Incidente in A1: code fra Parma e Reggio Emilia questa mattina

Problemi anche fra Lodi e Casalpusterlengo, a Modena e a Bologna

Serie B

Il Parma alla ricerca del gol perduto

E giovedì c'è la partita con il Bari

FIDENZA

Salsesi e fidentini protagonisti al programma tv «Le Superbrain»

COLLECCHIO

Tanto verde nella nuova scuola: progetto degli studenti

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

Aveva 52 anni

Addio a Filippo Cavallina

Cordoglio in città e nella Valtaro per l'improvvisa scomparsa

1commento

salsomaggiore

Perseguita l'ex convivente e le incendia l'auto: arrestato 63enne

INCIDENTI

Frontale sulla provinciale per Medesano: due feriti, uno è grave

salute

Oculistica, premiata la ricerca targata Parma

2commenti

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

4commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le cose della vita (e quelle del palazzo)

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

REGNO UNITO

Brexit? Adesso la maggioranza degli inglesi non la vuole più

1commento

milano

Donna uccisa a coltellate in casa nel Milanese. Il convivente confessa l'omicidio

SPORT

FORMULA 1

Gunther Steiner: «Dallara Haas, piccoli progressi»

Cus Parma

Minibasket: la carica dei 100 al Palacampus Fotogallery

SOCIETA'

PARMA

Autovelox e autodetector: il calendario dei controlli

STATI UNITI

Ultimo volo del Boeing 747: tramonta l'era del jumbo

MOTORI

IL TEST

Mazda CX-3, l'eleganza del crossover

MOTO

Bici o moto? La prova di Bultaco Albero 4.5