12°

Provincia-Emilia

"Ho scelto la Montagna" Otto anni dopo, cinque storie di chi non abbandona l'Appennino

"Ho scelto la Montagna" Otto anni dopo, cinque storie di chi non abbandona l'Appennino
6

Ilaria Moretti

Se per iniziare c’era voluto coraggio, continuare è un’impresa quasi epica. Eppure si sentono tutto tranne che eroi i giovani di Rigoso che hanno scelto di rischiare e portare avanti alcune piccole - e impegnative - attività. Otto anni fa la Gazzetta li aveva intervistati, raccontando le loro storie sulle pagine del quotidiano cartaceo: era quantomeno curioso che in una frazione di Monchio, dove si contano appena una trentina di abitanti (tanto che per la cronista è inevitabile imbattersi anche in qualche parente - ndr), nel giro di poco tempo ben cinque “all’incirca trentenni” avessero scelto di restare in alta Val d’Enza e lavorare in proprio. E così, uno a fianco all’altro, i loro volti avevano fatto capolino sul giornale: a partire da Giuseppe Bacchieri, l’”antesignano”, che ad Aneta (un chilometro scarso da Rigoso: piazza, chiesa e bar in comune) ha avviato quasi vent’anni fa la sua impresa di movimento terra, taglio legna e sgombro neve. E poi via di seguito il disegnatore Angelo Malmassari, il meccanico Marco Ravera, il consulente amministrativo Andrea Quaretti e “l’uomo dei computer” Antonio De Benedetti, con il suo studio di progettazione e consulenza hardware e software: l’unico non originario della zona, arrivato dalla Spezia dopo aver trascorso a Rigoso tutte le sue estati “vacanziere” da ragazzo. Cosa è successo otto anni dopo?

La prima buona notizia è che quattro attività delle cinque di allora sono ancora lì: solo Angelo ha lasciato per sfruttare nuove occasioni lavorative più vicine alla città. La seconda è che il conteggio finale dei giovani intraprendenti fa ancora comunque cinque: due anni fa infatti Diego Dalcielo, 31 anni, anche lui del posto, ha rilevato il negozio di alimentari del paese: “La bottega”. Ora è il “giovincello” di un gruppo che gravita intorno ai 40. Quindi, eccole, le loro storie aggiornate, questa volta raccontate sul nostro sito e sfruttando la possibilità di fare video-interviste: di dare vita a quei volti otto anni fa immobili sulla carta. Scopriremo che andare avanti non è stato facile, con una crisi che non ha risparmiato nessuno. A volte a remare contro è quella stessa montagna che per un senso di appartenenza grande quanto la forza di gravità questi giovani non hanno voluto abbandonare: il Monchiese si è miracolosamente salvato dalle frane, ma l’interruzione della provinciale Massese a Boschetto allunga la strada e porta via soldi a chi, come Giuseppe, ha preso in carico lavori anche verso Parma.

Tutti però resistono: Marco, che si adatta a fare un po’ di tutto, ma guarda il suo bambino diventare grande mentre scorrazza per le stesse strade in cui è cresciuto lui; Andrea, alle prese con i cavilli della burocrazia, ma che può rinfrancarsi scostando le tende dell’ufficio per trovare pace nel bianco della neve d’inverno e nel verde smeraldo di questa primavera-estate; Diego, che al suo negozio di alimentari, in un paesino con tanti anziani, assegna una vera e propria funzione sociale; Antonio, che a Rigoso vuole rimanere nonostante le difficoltà, e ne è segno il fatto che sta ristrutturando la casa (lavorando anche lui stesso nel cantiere); Giuseppe, una vita passata sui trattori e oggi tanta voglia di dire grazie ai suoi dipendenti. Ognuno racconta i propri problemi, ognuno parla per sé, ma forse, inconsapevolmente, per tutti.

Simbolo di una montagna che si rimbocca le maniche e va avanti: di tutti quei giovani pronti a mettersi in gioco pur di restare, da Monchio a Tizzano, da Palanzano a Corniglio. E che senza parole ma coi fatti dimostrano tutti i giorni una cosa sola: l’Appennino c’è.

   Guarda la video-inchiesta

 Rigoso: l'articolo del 2005

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • gazzettadiparma.it

    08 Luglio @ 15.55

    Buon giorno. Abbiamo fatto ua prova, ma a noi il video risulta regolare.

    Rispondi

  • anna

    08 Luglio @ 15.28

    Volevo segnalarvi che il video si blocca poco dopo l'inizio della seconda intervista.

    Rispondi

  • fabrizio

    06 Luglio @ 21.42

    @Attolo..mah,guardi sino ad un po di anni fa seguivo regolarmente il calcio,poi onestamente sapere di ingaggi così alti mi ha fatto cambiare idea.Riguardo ai montanari le posso dire che abitare in montagna servono doti che un cittadino se le sogna..non per esaltare i montanari,sia ben chiaro =) ma per dire chiaramente che gli abitanti della città sono tipo i polli di allevamento =).. grazie per lo scambio educato di idee Attolo! è un piacere dialogare con persone educate come lei!alla prossima

    Rispondi

  • Attolo

    06 Luglio @ 15.47

    Egregio Corvo, ma lei ce l'ha proprio con i calciatori (categoria, sia chiaro, che non stimo particolarmente)? Di nuovo con questa storia? Togliamo un po' di moralismo da questo discorso: queste persone giovani che rimangono a Rigoso non sono Madre Teresa di Calcutta, non lo fanno per migliorare il mondo ma perché stanno bene lì, la sentono come la loro terra e la loro dimensione. Fanno quello che a loro piace e possono permettersi. Proprio come me, lei e - magari - anche Cassano

    Rispondi

  • pattrizia 71

    06 Luglio @ 13.59

    il nostro cuore giace dove si trova la nostra montagna!

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Musica alla Latteria dal Beccio

pgn

Musica alla Latteria dal Beccio Foto

Morto il fratello dell'inviato Valerio Staffelli

Striscia la notizia

Morto il fratello dell'inviato Valerio Staffelli

«Ok il prezzo è giusto», alla presentatrice cede il vestito in diretta tv

Australia

Cede il vestito in diretta: esce il seno

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO

Il rugby irrompe in scena. E arriva il "bello" Sergio Muniz

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Discute con una coppia, torna armato di coltello: un ferito nel parapiglia

Borgotaro

Discute con una coppia, torna armato di coltello: un ferito nel parapiglia

Marocchino bloccato dai carabinieri 

6commenti

Malattie

Tre ragazzi con la scabbia alle superiori

6commenti

agenda

Una domenica con i mille colori del Carnevale

Borseggio

«Tenetevi i soldi, ma ridatemi la foto del nipotino»

SALSOMAGGIORE

Addio a Renzo Tosi, il re della focaccia di Natale

1commento

CALCIO

A Salò un Parma affamato Diretta dalle 16,30

Manca Baraye, squalificato: al suo posto dovrebbe giocare Scaglia

CURIOSITA'

Cartello «anti-rudo» al Campus

SORBOLO

Se n'è andato Giuliano Rosati, poliedrico e infaticabile

carabinieri

Spara un razzo fra la folla: era appena uscito dal carcere

Arresto bis, dopo meno di due mesi: 20enne tunisino in via Burla. A dicembre aveva in casa 500grammi di hashish

1commento

Spettacoli

Agnese Scotti: «Il mio teatro è fisico»

viabilità

Il calendario e la mappa degli autovelox della settimana

Parma

Carnevale, carri e maschere dal Battistero alla Cittadella Foto Video

Parma

Bidoni dei rifiuti a fuoco in viale Mentana

EVENTO

I 70 anni della Famija Pramzana

lutto

Collecchio piange Massimiliano Ori, lo sportivo dall'animo gentile

Aveva 51 anni

1commento

Parma

Straordinari non pagati: Poste condannate a risarcire portalettere Video

Prima sentenza in Italia

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IMPRESE

Top500 Parma, ecco la classifica completa

IL DIRETTORE RISPONDE

Le multe facili e quelle difficili

6commenti

ITALIA/MONDO

Esplosione

Catania, crolla palazzina: morta un'anziana, una bimba di 10 mesi in coma 

Sant’Ilario

Rubava il telefono ai giocatori di videopoker: denunciato 35enne

WEEKEND

FIERE

E' iniziato Mercanteinfiera: curiosità fra gli stand Foto

45 anni fa: il disco

Catch bull at four - Quando Cat Stevens cantava in latino

SPORT

lega pro

La Reggiana vince e si fa sotto. Il Gubbio si allontana

sport

Inaugurato il Parma Golf Show Videointerviste

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, il Suv del Biscione. Da 50.800 euro Video

NOVITA'

Bmw, la nuova Serie 5 ragiona da ammiraglia