15°

28°

Provincia-Emilia

Violento temporale: a Noceto allagamenti, decine di chiamate. E la grandine imbianca Boretto

Violento temporale: a Noceto allagamenti, decine di chiamate. E la grandine imbianca Boretto
Ricevi gratis le news
10

 Forte temporale, a partire dalle 7,30 di questa mattina.

Ma se in città per ora si registrano solo limitati disagi, la situazione più problematica è nella zona di Noceto. Qui, infatti, la notevole quantità d'acqua caduta sta mandando in tilt in alcine zone il sistema fognario. Si registrano numerosi allagamenti, e i vigili del fuoco hanno ricevuto decine di chiamate.

E a Boretto, come si vede nella foto inviataci da una lettrice, c'è stata una grandinata che ha letteralmente imbiancato alcune zone del paese.

E un lettore di Noceto racconta qui sotto, nello spazio commenti, la violenza del temporale e le sue conseguenze.

Maltempo: grandinata e vento nel Reggiano, ingenti danni. Più colpita la zona di Boretto, ma anche altri comuni

REGGIO EMILIA – Una violenta grandinata, accompagnata da forti raffiche di vento, ha provocato verso le 8 gravi danni nella Bassa reggiana. Più colpita l’area di Boretto, ma sono stati interessati anche altri comuni della zona. Numerosi gli interventi dei vigili del fuoco e i sopralluoghi dei carabinieri, specie per tetti parzialmente scoperchiati e alberi caduti. A Boretto scoperchiato il tetto della sede Aipo, l’Agenzia per il Po; il vento ha inoltre divelto le barriere di un passaggio a livello.
La Protezione civile della Provincia di Reggio e del Coordinamento delle organizzazioni di volontariato è impegnata da questa mattina nella Bassa. La fittissima grandinata intorno alle 8 ha colpito i comuni rivieraschi e si è poi spostata in direzione nord-sud su un fronte più ristretto di circa 6 km, che da Boretto ha investito via via i comuni di Poviglio, Castelnovo Sotto e Cadelbosco Sopra, dissolvendosi in pratica alle porte di Reggio Emilia.
L'ondata di maltempo ha provocato numerosi allagamenti, danni diffusissimi e ingenti alle coltivazioni, ha divelto tetti in particolare nella sede dell’Aipo a Boretto e di un fabbricato rurale a Meletole, ha sradicato piante storiche dei filari che caratterizzano il paesaggio di Castelnovo e Cadelbosco: «insieme alle Polizie municipali delle Unioni Bassa reggiana e Terre di mezzo e alle Pubbliche assistenze stiamo intervenendo in diversi comuni per la messa in sicurezza delle coperture, fronteggiare gli allagamenti e rimuovere gli alberi caduti», spiega Federica Manenti, responsabile della Protezione civile della Provincia, che ringrazia «i volontari di tutte le associazioni, a partire dall’Eridanus di Boretto e dal Gruppo Brescellese, che sono state immediatamente attivate dal Coordinamento delle organizzazioni di volontariato».
L'ondata di maltempo era stata ipotizzata ieri dalla Protezione civile della Regione Emilia-Romagna, che aveva attivato una nuova fase di attenzione fino alle 16 di oggi.


Guarda il servizio del TgParma

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • benito

    14 Luglio @ 14.08

    mariianna leggi meglio i commenti altrui prima di agitarti ... se non capisci quello che un'altro scrive parla del tuo pensiero non quello altrui ..ho scritto pervaso che è colpa della gente comune?? dai la tezu su!

    Rispondi

  • filippo

    14 Luglio @ 07.09

    quando ero un bambino lungo la via in cui abitavo c'erano poche case costeggiate da un corso d'acqua largo 6 metri con una profondità di quattro,i servizi igienici purtroppo erano carenti con un consumo d'acqua molto limitato rispetto ad oggi ,ora la via si è riempita di case e di condomini,il corso d'acqua non esiste più perchè sostituito da una fognatura di dimensione molto ridotta per il compito che deve assolvere ,quindi non occorre di certo una laurea in ingegneria per capire dove sta il problema.

    Rispondi

  • roberto

    13 Luglio @ 19.48

    @Benito. Comunque sia cantine, garage ecc.per costruirle le autorizza con licenza edilizia il Comune che sa la profondità, pendenza e capacità delle fognature, pertanto, non ci sono famiglie che sono responsabili ma chi ha dato una licenza - e se ci fosse eventualmente stato un abusivismo o costruzioni non secondo licenza edilizia - chi non ha effettuato i necessari controlli è sempre stato il Comune. Morale se le fogne non portano l'acqua che cade dal cielo in una occasione può trattarsi di evento eccezionale ma se l'allagamento di cantine e garage accade spesso, come mi pare di aver raccolto testimonianze oggi, in alcune zone del paese a Noceto, c'è ben altro che non funziona. Le fogne non devono essere adeguate allle necessità! Non entro nelle motivazioni ma i cittadini non possono finire sott'acqua e avere dei danni per eventuali mancanze urbanistiche!!! Mi pare chiaro.

    Rispondi

  • benito

    13 Luglio @ 17.17

    .. chiamatela pure speculazione edilizia.. l'incuria della cunette in questo caso nn c'entra nulla... cantibe e garage sotterranei.. l'acqua da sempre va verso il basso .. magari senza pompe in caso di emergenza e magari anche ad di sotto delle rete fognarie.. la colpa? chi autorizza tali costruzioni ed anche chi le realizza in economia... la stagione poi purtroppo si comporta come vuole e qui non ci si può far nulla...se non subirla

    Rispondi

  • Daniele Tanzi

    13 Luglio @ 16.13

    @Giovanna - Sono perfettamente d'accordo con la sua analisi.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La domenica al Colle San Giuseppe Foto

estate

La domenica al Colle San Giuseppe Foto

Belen fuma in aereo privato, scalo emergenza a Lamezia

gossip

Belen fuma in aereo privato, scalo emergenza a Lamezia

1commento

Tutti al Begio day a Berceto

Era qui la festa

Tutti al Begio day a Berceto Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Programmazione dal 21/08/2017 al 25/08/2017 delle postazioni di accertamenti strumentali di velocità e irregolarità alla circolazione

VIABILITA'

Autovelox, speedcheck e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Via Langhirano, la razzia "chirurgica" degli specchietti retrovisori Foto

gazzareporter

Via Langhirano, la razzia "chirurgica" degli specchietti retrovisori Foto

Novità

Il caffè? Lo pago con la carta

7commenti

IL CASO

Vaccini obbligatori e verifiche, la protesta dei presidi

incidente

Paurosa caduta in moto: 5 km di coda in A1 al bivio con l'A15 Traffico tempo reale

Felino

Chiusa fra le polemiche la fiera d'agosto

cittadella

Cittadella da giocare: raddoppiano i tappeti elastici Foto

gazzareporter

"In infradito sul Penna: a proposito di escursionisti sprovveduti..." Foto

1commento

CALCIO

D'Aversa si racconta

OSPEDALE

Il Maggiore: «Sostituiremo al più presto le sonde rubate»

polizia municipale

Bocconi avvelenati: nuova allerta

BERCETO

L'epopea degli Scout dal primo campo estivo

IL PERSONAGGIO

Lo Sceriffo, il pilota di drifting che si prepara a Varano

FIDENZA

Matteo e Caterina alla conquista del Canada in bicicletta

ONESTA'

Perde la borsa da fotografo nel parcheggio: immigrato la porta ai carabinieri

15commenti

IN CORSIVO

Ghirardi, il crac Parma e il "negazionista" Cellino

1commento

Fidenza

Olio davanti ai negozi, lo sfogo dei commercianti: "Baby gang sempre in azione"

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I terroristi di ieri e quelli di oggi

di Michele Brambilla

EDITORIALE

Colpito il simbolo della gioia di vivere

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

dai video

Barcellona, ci sono le immagini del terrorista in fuga dopo strage

1commento

modena

Sgozzato durante una rissa a Sassuolo, inutili i soccorsi

1commento

SPORT

SERIE A

Partenza sprint per Inter e Milan, la Roma vince a Bergamo

Moto

Paolo Simoncelli: "Marco sarebbe campione del mondo"

SOCIETA'

cinema

E' morto Jerry Lewis, aveva 91 anni

Marina di pietrasanta

Rapina all'alba al Twiga di Briatore, banditi armati

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti