16°

31°

Provincia-Emilia

"Non è una semplice strada": la petizione per salvare Schia

"Non è una semplice strada": la petizione per salvare Schia
Ricevi gratis le news
0

Beatrice Minozzi

Sono 141 le firme finora raccolte grazie alla petizione lanciata on line da Daniel Bocchi per chiedere la ricostruzione della strada provinciale 65 di Schia che collega il capoluogo tizzanese alla stazione turistica più amata dai parmigiani. Bocchi, anima della Pro Schia Monte Caio e socio fondatore dello snowboard club Caio Riders, ha lanciato la petizione on line (per ora le firme vengono raccolte solo sul sito www.avaaz.org) ma ad agosto la raccolta firme, al grido di «Non è una semplice strada», circolerà nel suo formato cartaceo e sarà sottoscrivibile da chiunque, residente o turista, voglia tornare a percorrere la strada provinciale oggi interrotta all’altezza del Mulino di Musiara. La strada è stata letteralmente inghiottita dalla frana ad inizio aprile. Oggi, a tre mesi di distanza, ancora non si parla di ricostruzione, anche se la Provincia ha già dato notizia di indagini geotecniche volte a studiare la consistenza del terreno in vista della realizzazione di un nuovo progetto, come ha spiegato l’assessore Andrea Fellini.
Ma questo non basta ad abitanti e turisti che oggi sono costretti a percorrere la strada di bonifica Belvedere Emilia - decisamente meno agevole, soprattutto in vista dell’inverno - per raggiungere la meta partendo da Tizzano. «Il dissesto idrogeologico ci ha tolto questo pezzo di vita – spiega Bocchi sul sito che accoglie la petizione -. La Sp 65 non è una semplice strada, turisti e residenti chiedono la ricostruzione immediata del tratto franato. Questa arteria è di fondamentale importanza per tutta l’economia del territorio, oltre che per gli spostamenti quotidiani di tutta la gente di queste zone: è la via principale di accesso alla località turistica di Schia, la stazione sciistica più cara ai parmigiani, molta gente lavora nelle varie attività commerciali presenti». La petizione, che arriverà sul tavolo del presidente della Provincia Vincenzo Bernazzoli, di Maurizio Marinetti, Commissario delle Emergenze per la Regione, e del sindaco di Tizzano, Amilcare Bodria, prosegue con un’amara considerazione: «Lo sappiamo, gli abitanti sono pochi, i voti anche, ma è un nostro diritto riavere questa strada a disposizione, è troppo importante per tutti noi».
Importante, anzi quasi indispensabile, soprattutto in vista della stagione invernale, quando la neve tornerà ad imbiancare il nostro Appennino e le sue strade tutte curve, e il traffico aumenterà in maniera esponenziale sulle strade di Schia. «La strada deve essere ricostruita assolutamente entro novembre – prosegue Bocchi -. Non possiamo immaginare tutti i disagi che deriverebbero dall’avere un solo accesso – stretto, tutto curve e con una maggiore pendenza - all’affollatissima Schia. La strada provinciale è di fondamentale importanza per tutta l’economia del territorio, oltre che per gli spostamenti quotidiani di tutta la gente di queste zone». Ricostruzione, quindi, è la parola d’ordine, per un territorio che chiede attenzione per poter tornare velocemente alla normalità. Per info visitare la pagina facebook di Schia Monte Caio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Telefono hackerato: on line la Vonn e Woods nudi

Il caso

Telefono hackerato: on line la Vonn e Woods nudi

Paura per Minghi: ricoverato per un'intossicazione. Tour sospeso

Lecce

Paura per Minghi: ricoverato per un'intossicazione. Tour sospeso

Hydro jet

estate

Fa il "figo" con l'hydrojet, ma finisce male

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Osteria dl’Andrea

CHICHIBIO

«Osteria dl’Andrea», cucina casalinga della tradizione

di Chichibio

Lealtrenotizie

Terrorismo, posizionate le fioriere antintrusione in centro

sicurezza

Terrorismo, posizionate le fioriere antintrusione in centro Video

1commento

COLORNO

"E' morto assiderato", il piranha del canale Galasso diventa un caso giudiziario

7commenti

LA STORIA

Traversetolese salva un uomo che sta annegando e lo rianima

2commenti

mercato

Matri, è il giorno della firma? Ma il Parma non molla per Ceravolo Video

serie B

Sondaggio: vi piace il tris di maglie del Parma?

5commenti

Fontevivo

Tre rottweiler liberi: paura in paese

1commento

via Spezia

Scoppia la gomma del bus: paura e...ritardo

1commento

Fontevivo

Arrivano i nomadi: sgombero lampo

9commenti

tardini

Il Parma si presenta: sotto la Nord cori e festa per la squadra e le nuove maglie

Faggiano: "Matri, abbiamo il sì del giocatore ma il Sassuolo se lo vuole tenere"

stadio tardini

Una "passione" lunga 40 anni: i Boys e i ricordi in mostra Gallery

Tendenze

Il tradimento al tempo dei social

Terremoto

I parmigiani ad Ischia: «Notte di paura»

1commento

Due colpi in poche ore

Nuova rapina ad un bancomat

2commenti

COLORNO

50 anni fa Mazzoli divenne il re della motonautica

TRIBUNALE

Blitz notturno nel bar di via Bixio, condannato il ladro

1commento

terrorismo

Rischio attentati, la Prefettura: barriere e new jersey a feste e mercati

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I terroristi di ieri e quelli di oggi

di Michele Brambilla

EDITORIALE

La nuova mafia che occupa Parma

di Francesco Bandini

11commenti

ITALIA/MONDO

danimarca

Trovato decapitato il corpo di Kim, la giornalista scomparsa sul sottomarino

taranto

Gioca 2 euro al 10eLotto e vince 1 milione

1commento

SPORT

basket nba

Clamoroso scambio: Irving a Boston, Isaiah Thomas a Cleveland

Ciclismo

Vuelta, ancora un italiano: Trentin

SOCIETA'

hi-tech

Twitter: l'hashtag ha 10 anni, se ne usano 125 mln al giorno

usa

Tumore ovaie: risarcimento, J&J pagherà altri 417 milioni per "talco killer"

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti