21°

Provincia-Emilia

Soragna, resta il giallo dello sparo: l'uomo era già bloccato a terra?

Soragna, resta il giallo dello sparo: l'uomo era già bloccato a terra?
Ricevi gratis le news
53

Laura Frugoni
Occhiali neri, seduto sul balcone del piano rialzato, il profilo immobile spunta da sotto il tendone. E' già tornato nella sua casa di via Marzabotto Salvatore Reina, il 41enne protagonista del pomeriggio «di fuoco» a Soragna. Nessuna voglia di parlare: quando gli domandi dalla strada se vuol dire la sua, si limita a scuotere la testa impercettibilmente.
Super-abbottonati pure gli inquirenti: l'indagine per ricostruire quel che è successo è affidata ai carabinieri e coordinata dal pm Fabrizio Pensa. In compenso ieri in paese non si parlava d'altro che di quella sequenza da far west -lo sconcertante prologo dentro il bar attiguo al Conad in largo Aviatori d'Italia, e poi il culmine sotto casa di Reina ferito alla spalla da un colpo di pistola sparato da una vigilessa, Tiziana Freddi. Una miriade di tessere si incasellano nel puzzle che necessariamente in questa prima fase va preso con le molle. ...L'articolo completo e il raconto dei testimoni sulla Gazzetta di Parma in edicola

IERI DIMESSO IL 41ENNE FERITO

E' stato dimesso dall'ospedale S.R., 41 anni, l’uomo di origini siciliane che ieri pomeriggio è stato ferito ad una spalla da un colpo di pistola partito, pare accidentalmente, dall’arma di ordinanza di una vigilessa a Soragna. Il ferimento, sulla cui dinamica indagano i carabinieri di Fidenza, è avvenuto al termine di una violenta colluttazione tra il ferito e l’agente.

Secondo quanto appreso, il siciliano avrebbe malmenato alcune persone che si trovavano nel bar accanto al supermercato Conad del paese. L’uomo, stando a testimoni, era fuori di sé. Dopo aver portato lo scompiglio nel locale pubblico e nel piazzale antistante, in preda a quello che è sembrato essere un raptus, è corso a casa a prendere un coltello. Armato, si è ripresentato davanti al supermercato dove, nel frattempo, era accorsa la vigilessa a bordo dell’auto di servizio. Vedendo il veicolo della Municipale, il siciliano è tornato in direzione di casa propria sulla sua auto. L’agente della municipale lo ha seguito fino a raggiungerlo sotto l’abitazione. Qui l’uomo avrebbe minacciato il pubblico ufficiale che avrebbe estratto la pistola e messo il colpo in canna. In seguito l’uomo sarebbe riuscito a colpire la vigilessa con alcuni pugni al volto, causandole la rottura del setto nasale. In via di accertamento, in particolare, la dinamica del ferimento dell’aggressore. Secondo una tesi non confermata ufficialmente, la vigilessa avrebbe percosso con il calcio della pistola l’uomo causando l’esplosione accidentale del colpo.

«Soragna, un paese solitamente molto tranquillo, è sotto choc - ha spiegato il sindaco Salvatore Iaconi Farina -. Il ferito si era segnalato in passato per alcuni atteggiamenti non proprio educati, ma non aveva mai creato problemi. Mi dispiace molto anche per l’agente coinvolto in questa vicenda». Parla Iaconi Farina: il video del TgParma

LA CRONACA DI MARTEDI'.
Colpi di arma da fuoco a Soragna: c'è almeno una persona ferita. In base alle prime informazioni si tratterebbe di un'aggressione. I carabinieri della Compagnia di Fidenza e il personale del 118 sono sul posto.
In base a una prima ricostruzione riferita dal TgParma, è accaduto al supermercato Conad del paese. Un uomo ha dato in escandescenza ed è stata chiamata la polizia municipale. E' arrivata una vigilessa ma l'uomo, anziché calmarsi, ha chiamato un amico che si è schierato con lui.
Gli inquirenti ipotizzano che la vigilessa abbia estratto l’arma per proteggersi da un’aggressione in atto.
L’indagine comunque è ancora in corso. Il ferito non versa in condizioni preoccupanti.

 

Guarda il servizio del TgParma

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • il Viandante delle Beccherie

    02 Agosto @ 16.44

    @Incredibile: si rilegga il mio messaggio, dato che dobbiamo difendere l'Italia, difendiamo anche l'italiano e la sua comprensione. Quando parlavo delle tragedie del Sud (Irpinia, ecc..) usavo il condizionale ed invitavo a riflettere....il Sig. ODIOER si augurava un bel terremoto con morti a Parma. Le cose sono ben diverse.....ed anche @Artico si è espresso in maniera più che corretta e ragionata......rispetto alle offese gratuite di un razzista come ODIOER.

    Rispondi

  • wolf

    02 Agosto @ 06.32

    Al Sig. “ODIER”:…..Si dovrebbe solo VERGOGNARE nel BLATERARE tali frasi PRIVE di qualsiasi minimo RISPETTO ed EDUCAZIONE a riguardo di PERSONE che hanno SUBITO un CATACLISMA di tale portata !....ma a DIFFERENZA di VOI MERIDIONALI, si sono fatti su le MANICHE ed in BREVE TEMPO hanno rimesso in piedi ciò che VOI NON siete riusciti a fare in 40 ANNI !!....Ma per FAVORE !...ma chi la BEVE la STORIA del “calcio della pistola” usato come deterrente “e parte un colpo” che ferisce l’ESAGITATO !!......se si usa il calcio della pistola come fosse un manganello, la canna è OBBLIGATORIAMETE orientata verso l’ALTO !......ed al limite potrebbe partire un colpo poiché il dito e poggiato al grilletto, ma dato che con il tipo di ARMA in dotazione alla VIGILESSA, l’escursione dello scatto è particolarmente LUNGO e RESISTENTE, a mio modesto parere è IMPOSSIBILE una reazione meccanica dell’ARMA di quel tipo !!!.....Comunque se la VIGILESSA è stata effettivamente AGGREDITA dall’ESAGITATO, BENE ha fatto a USARE l’ARMA !......in tal modo ha EVITATO di essere l’ENNESIMA DONNA ad essere MALMENATA da un VIOLENTO PERSONAGGIO !.......

    Rispondi

  • Jack

    01 Agosto @ 22.25

    Per @Viandante delle Beccherie ed @Artico, mi dispiace leggere certe cose, ODIOER si è dimostrato inqualificabile x quello ke ha detto, ma voi, cn le vostre risposte, nn siete stati da meno, anzi... Nn è una critica, ma un invito a riflettere, a mantenere la calma, si è qui a commentare un gravissimo episodio successo nel nostro tranquillissimo comune, ci ritroviamo in mezzo ad un bassissimo battibecco a sfondo razziale (se di razzismo si può parlare)! L'Italia è una ed una sola, migliaia di nostri avi ci hanno rimesso le proprie vite x unirla ed ora siamo qui a fare questi stupidi discorsi??? Ogni posto d'Italia offre qualcosa, avete criticato ODIOER per il terremoto di Modena, forse siete stati più furbi voi tra Etna, Vesuvio ed Irpinia? Nn è morta povera gente innocente proprio come a Modena??? Suvvia, pensiamo alla nostra sicurezza, ke è il problema principale ed attuale, stavolta c'è stato il siciliano disoccupato, tantissime altre volte è capitato x cittadini di parma, o x extracomunitari, le stragi nn hanno origine, anzi, una forse sì... Il cattivo sistema penale ke c'è in Italia... Quella sì ke è la vera ed unica origine di tutti i nostri mali! Se vi fossero pene severe, certezza nell'applicarle ed alcuno sconto, vedreste come cambierebbero le cose... Se gli esponenti delle Forze dell'Ordine fossero visti, trattati e rispettati come negli altri stati, vedasi per esempio l'Inghilterra, in cui non puoi assolutamente nemmeno sfiorare il Bobby, altrimenti non sai come va a finire, vedreste come sarebbe tutto diverso! Pieno rispetto x loro e di converso nessun abuso da parte loro, è questo ke manca in Italia... E ke dire degli sconti di pena??? Si comporta bene in carcere (ke poi devono spiegare i canoni ke intendono x comportarsi bene), pertanto hai uno sconto della pena... COL CAZZO!!! Tu sei in carcere x scontare una pena x un reato già commesso e devi scontarla fino all'ultimo secondo, sconti nn ce ne devono essere xkè SEI OBBLIGATO A COMPORTARTI BENE, di converso se invece ti comporti male (cosa ke accade di sovente e paradossalmente a questo nn c'è applicazione), devono esserci delle aggravanti, degli aumenti di pena, ma paradossalmente in carcere puoi fare quello ke vuoi e nn ti addebitano un giorno in più... ECCO COSA NON FUNZIONA IN ITALIA... Ed ecco xkè è successo tutto quel po'... Daltronde, il tipo ke ha sfondato il naso alla vigilessa, e tale reato l'ha commesso a prescindere da quelli ke avrebbe potuto commettere la vigilessa, avrebbe dovuto comunque pagare con l'arresto obbligatorio x Lesioni (gravi) a Pubblico Ufficiale, ma invece dov'è? In giro... E xkè? Ki lo sa............

    Rispondi

  • il Viandante delle Beccherie

    01 Agosto @ 16.03

    Piena solidarietà alla vigilessa e @V. Grazie a tanta gente come loro che ancora non siamo alla pura anarchia in questo Paese. Poveri disgraziati mandati fuori per le strade senza mezzi e con una classe dirigente di ladri e infamoni pronti a scaricarli appena il gioco si fa duro..........non farei a cambio mai e poi mai......ma almeno la mia solidarietà l'avrete. Mi fanno vomitare quelli che giustificano i delinquenti come questo SICILIANO, che nulla ha a che fare con il paese di Soragna, è bene specificarlo. Inoltre @ODIOER: puoi sempre tornare a casa nel califfato delle Due Sicilie. E prima di augurarti terremoti devastanti a Parma (dovresti vergognarti anche solo per rispetto a chi a Modena è morto veramente) ci penserei un attimo, queste cose tornano sempre indietro......e tra Vesuvio, Etna, terremoti tipo Irpinia e frane come a Sarno e Messina.....non c'è che l'imbarazzo della scelta......i meridionali hanno l'innata capacità di andarsene da casa loro per lo schifo che si ritrovano e poi lamentarsi dei posti in cui attecchiscono.....il solito chiagne e fotte......

    Rispondi

  • Marco

    01 Agosto @ 15.03

    Sig.ODIOER..certo che si è scelto un bel nick non c'è che dire..complimenti...se la gente di Soragna parla di questo fatto è perchè forse non è avvezza a certi episodi e quindi ancora si stupisce e s'indigna..e quindi ne parla...e quindi non si fa gli affari suoi che tradotto significa che non è certo gente omertosa quella che invece troviamo purtroppo in molte altre realtà di questo Paese..probabilmente una di quelle da cui Lei proviene. Parla della gente dell'Emilia Romagna paragonandola ad un "ammasso" senza vita sociale..si spieghi meglio se è in grado di farlo..ma dubito..perchè quell'"ammasso" in realtà con tanta fatica e sudore negli anni si è costruito un tessuto sociale di prim'ordine..con industrie..lavoro..servizi e tanto altro che per efficacia sono paragonabili a qualsiasi land Tedesco tanto che questa terra richiama molta dell'immigrazione dal Sud Italia..ma cosa glielo dico a fare. Quella del terremoto poi se la poteva risparmiare..di cattivissimo gusto..e se Lei nutre tanto livore verso l'Emilia Romagna e i suoi abitanti PERCHE' NON ALZA I TACCHI E SE NE TORNA NEL SUO BEL PAESELLO IN CUI TUTTO FUNZIONA ALLA PERFEZIONE CON GENTE EMANCIPATA PIU' CHE MAI?...

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Della Noce: da Zelig al dormire in auto

Il caso

Della Noce: da Zelig al dormire in auto

I meravigliosi colori dell'autunno sull'Appennino parmense: 10 foto di Giovanni Garani

fotografia

I meravigliosi colori dell'autunno sull'Appennino parmense: 10 foto di Giovanni Garani

Tieni sempre allenata la tua parmigianità con i nostri nuovi quiz

GAZZAFUN

Tieni sempre allenata la tua parmigianità con i nostri nuovi quiz

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Da Ezio Mauro a Massimo De Luca: grandi firme in scena

VELLUTO ROSSO

Da Ezio Mauro a Massimo De Luca: grandi firme in scena

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Stop ai disel euro 4 ed altre misure emergenza per la qualità dell'aria da domani venerdì 20 fino a lunedì 23 ottobre

Smog

Stop ai diesel euro 4 da domani e fino a lunedì Il servizio del Tg Parma

Polveri sottili alle stelle, si corre ai rimedi. Escluse dalla limitazioni le auto con almeno tre persone a bordo

20commenti

PARMA

Operata una bimba del peso di 700 grammi

Nata pretermine. Coinvolti chirurghi, cardiologici e neonatologi di tre ospedali

FIDENZA

Muore a 51 anni, 11 giorni dopo l'incidente in bici

Giovanni Rapacioli era molto conosciuto: era il pizzaiolo-dj di via Berenini

ANTEPRIMA GAZZETTA

Busseto, un altro odioso caso di stalking

Le anticipazioni sulla Gazzetta di domani dal direttore Michele Brambilla

tg parma

Via Lagoscuro: arrestato in Romania la mente del racket della prostituzione Video

BUSSETO

Tenta di investire l'ex moglie in un parcheggio: arrestato 65enne Video

L'uomo, un operaio residente a Polesine, è accusato di resistenza e stalking

1commento

Lutto

Folla al funerale di Luca Moroni

Nel Duomo di Fidenza l'addio all'ingegnere morto in un incidente stradale

UNIVERSITA'

Bici legate al montascale, ancora bloccata la ragazza disabile

6commenti

PARMA

Gestione rifiuti: bando per 15 anni di affidamento del servizio Video

Il Comune ha presentato il bando europeo sulla gestione rifiuti

2commenti

Rumore

«Il Comune paghi i danni della movida»

5commenti

CARABINIERI

Controlli anti-droga in piazzale Barbieri: denunciato un minorenne

Un 17enne è stato scoperto mentre cedeva hashish a una compagna

tg parma

Prostituzione, arrestato un rumeno ricercato

Fermato in patria, indagato a Parma

COLLECCHIO

Va all'asilo, mamma derubata

SORBOLO

Un 88enne: «Un cane mi ha aggredito e morsicato in un parcheggio»

2commenti

GAZZAFUN

Il gatto più bello della città: guarda le gallery dei finalisti

4commenti

salute

L'Università di Parma studia la chirurgia contro la cefalea da cervicale

In oltre il 90% dei pazienti trattati con l’intervento ha visto la completa scomparsa dei sintomi (8 su 10) o una loro netta diminuzione

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Referendum e regionali, la sfida nel centrodestra

di Luca Tentoni

L'INCHIESTA

Bitcoin, il vero problema è la mancanza di un governo

di Giovanni Fracasso

ITALIA/MONDO

Firenze

Cade un capitello della basilica di Santa Croce: turista ucciso

RIMINI

Vigile si uccide: era indagato per assenteismo

SPORT

EUROPA LEAGUE

La Lazio vince in rimonta a Nizza. In campo anche Milan e Atalanta

Calcio

L'exploit di Federico: esordio in Azzurro con gol

SOCIETA'

MUSICA

ParmaJazz Frontiere 2017: grandi nomi al Festival

musica

Elio e le Storie Tese: dopo 37 anni il "valzer" d'addio

MOTORI

L'ANTEPRIMA

Ecco T-Roc: 5 passi nel nuovo Suv di Volkswagen Foto

ANTEPRIMA

Arona: il nuovo Suv compatto di Seat in 5 mosse Foto