11°

29°

Provincia-Emilia

Salso, vandali scatenati: divelti i cartelli del percorso "Alberi della Regina"

Salso, vandali scatenati: divelti i cartelli del percorso "Alberi della Regina"
3

 Non si fermano gli atti di vandalismo a danno degli arredi cittadini. Dopo i recentissimi atti compiuti contro la rete di recinzione del laghetto di parco Mazzini, l’impianto d’irrigazione e gli alberelli piantati dai ragazzi delle scuole ai bordi della pista ciclabile che va verso Ponteghiara, questa volta è toccato ancora una volta ai cartelli descrittivi dell’itinerario botanico «Alberi della Regina», alcuni dei quali sono stati divelti. 

E non è la prima volta che ignoti si accaniscono contro questi manufatti, «divertendosi» a toglierli: pannelli illustrativi, molto apprezzati dai turisti e cittadini, che sono stati collocati alcuni anni fa cura dell’associazione «Amici di Salsomaggiore» in collaborazione con il Comune per illustrare le caratteristiche di alcune piante storiche di particolare pregio che si trovano nel parco Mazzini. 
Panchine, fioriere, alberelli, aiuole, impianti d’irrigazione, giochi per i bimbi: ben poco del verde e dell’arredo urbano viene risparmiato da persone incivili che si accaniscono contro le cose di patrimonio comune. 
Questi ultimi atti vandalici vengono ad allungare una lista di episodi. Come si ricorderà, più volte, negli anni passati, era stato rubato il tridente alla statua del Nettuno nel laghetto di Parco Mazzini; come pure era stata segata una parte della sponda in legno del ponticello del laghetto. Non si contano più, inoltre, gli episodi di fiori nelle aiuole sia del parco che in altre zone del centro; mentre una volta erano state anche rubate le bandiere sul ponte Iqbal Mashih (quello che collega via Parma con via Salvo d’Acquisto). 
Ma anche i graffitari sono stati più volte all’opera, prendendo di mira in questi anni i muri il retro del palazzo dei Congressi, il basamento del busto del Porro in viale Romagnosi e i muri del gazebo sempre in viale Romagnosi. 
Mentre più di recente nei mesi scorsi erano stati oggetti di atti vandalici, mettendole fuori uso, le isole ecologiche a scomparsa in centro.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Susy

    02 Agosto @ 17.50

    A me non interessa chi sia stato, se un ragazzino annoiato, di qulunque colore, o un adulto che pensa di essere furbo. Sono stupidi. Una volta trovati, dovrebbero lavorare - ovviamente gratis - per rirpistinare il danno fatto, magari con una bella tuta arancio che identifichi che sono persone che stanno pagando per un reato commesso. Un po' di sana vergogna per imparare il rispetto per la cosa comune, per il lavoro e le fatiche degli altri.

    Rispondi

  • mirko

    02 Agosto @ 14.40

    questa è gente che non paga le tasse, altrimenti capirebbe da dove vengo i soldi! o ragazzini brufolosi o maramao! prenderli e fargli dragare tutto il laghetto dei cigni a raccogliere escrementi di Pippo in apnea.

    Rispondi

  • Hugo

    02 Agosto @ 09.49

    Purtroppo da lustri è stata promossa la linea polica dell'accoglienza generalizzata e la sopraffazione è da tanto evidente....questi son i risultati ! Il disastro è totale tutti chiudono...ma qualcuno che apre in grande c'è ....si vede che qualcuno ci guadagna!!! O no? Il sistema era noto nelle grandi città da decenni, la chiamavan mafia... che poi sia parente della politica....mah!!??

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Una parmigiana ai «Soliti ignoti», tra sorrisi e prosciutti

televisione

Una parmigiana ai «Soliti ignoti», tra enigmi e prosciutti!

Flavio  Insinna

Flavio Insinna

tv e polemiche

Insinna (e gli insulti): "Chiedo scusa a tutti, anche a chi mi ha tradito"

2commenti

Prometteva la vittoria a Miss Mondo in cambio di sesso: smascherato da "Striscia la notizia"

MISS MONDO

Chiedeva sesso in cambio della vittoria: smascherato da "Striscia la notizia" Foto

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Nasi rossi

PARMA

"Nasi Rossi" sabato in piazza Garibaldi fra gag e solidarietà Video

di Andrea Violi

Lealtrenotizie

Pasimafi, il giallo dei pc rubati

indagini

Pasimafi, il giallo dei pc rubati

DOPO SEI ANNI

Miss Italia torna a Salso:

WEEKEND

Maschere in piazza, clown e... Cantine aperte: l'agenda

Busseto

Il vescovo a don Gregorio: «Lasci Roncole»

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

Lutto

Addio a Erminio Sassi, anima della Fontanellatese

Polemica

«Climatizzatori nei bagni Tep ma bus roventi»

POLITICA

E adesso nasce anche «Effetto Langhirano»

Lega Pro

La Lucchese ai raggi X

SAN GIOVANNI

Il piccolo falco «Sandro» è caduto dal nido

polizia

Esselunga di via Traversetolo nel mirino, ladri in azione pomeriggio e sera

3commenti

Anteprima Gazzetta

Inchiesta Pasimafi: spariti due computer, giallo all'ospedale Video

PARMA

Due incidenti in un'ora: due donne in gravi condizioni Foto

Anziana investita in via Pellico. Scontro bici-scooter in via Abbeveratoia: ferita una 60enne

2commenti

GAZZAREPORTER

Parcheggio 2.0 in via Bergamo. Continua la serie di "creativi"

Lutto

«Camelot» se n'è andato a 59 anni

Giancarlo Ghiretti fu protagonista nel rugby e nel football

8commenti

PARMA

Veicolo in fiamme: traffico in tilt in tangenziale nord alla Crocetta

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La balla dei soldi pubblici ai giornali

di Michele Brambilla

3commenti

CINEFILO

Cannes: le lacrime di Lynch e la bellezza di Marine e Diane Video

ITALIA/MONDO

TAORMINA

G7, bozza finale: sì alla difesa dei confini Video

torino

Con la fionda riforniva di droga il figlio in carcere: condannata

WEEKEND

il disco 

Ha un'anima il Robot di Alan Parsons

CHICHIBIO

«Les Caves», qualità tra tradizione e innovazione

SPORT

GIRO D'ITALIA

Dumoulin in ritardo a Piancavallo: maglia rosa a Quintana

BOXE

Parma riscopre il pugilato Video

MOTORI

il test

Nuovo Discovery, in missione per conto di Land Rover

IL TEST

Tiguan, come prima più di prima