-2°

Provincia-Emilia

Bimba di Reggio Emilia sottratta ai genitori: la Cassazione dice "no" al riaffido

1

Il quadro che emerge è quello di un’incapacità genitoriale in capo a entrambi i ricorrenti, non reversibile": sulla base di questo presupposto, la Cassazione, prima sezione civile, ha rigettato il ricorso presentato da due genitori, Massimiliano e Gilda, in merito al caso della richiesta di riaffido della loro figlia. Assistiti dall’avvocato Francesco Miraglia, i due genitori – la cui vicenda approdò in passato anche a Chi l’ha visto? e che arrivarono a "rapire" la piccola pur di riaverla quando fu affidata ai servizi sociali - avevano infatti impugnato di fronte alla Suprema Corte la sentenza della corte d’appello di Bologna, mentre precedentemente il Tribunale aveva dichiarato che la bambina era adottabile.

La vicenda iniziò nel 2007 quando il pm di Reggio Emilia Maria Rita Pantani chiese una perquisizione nell’abitazione della coppia alla ricerca di stupefacenti. In quell'intervento i carabinieri non trovarono nulla di compromettente, ma segnalarono lo stato di degrado della casa in cui viveva la bambina, che all’epoca aveva appena due anni.

Inviata un’informativa al tribunale dei Minori di Bologna, intervennero i servizi sociali che confermarono quanto già reso noto dalle forze dell’ordine pur non recandosi – a detta della difesa – sul posto per una verifica. Nel giugno 2008 il tribunale di Bologna stabilì che la piccola dovesse essere portata in un istituto, seguita dai servizi sociali, nel quale poteva comunque incontrare regolarmente i genitori. Ma nel 2010, dopo essere venuti a sapere che la bimba poteva essere data in affidamento, i genitori decisero di 'rapirlà dall’istituto in cui risiedeva. Rintracciati all’estero, vennero indagati per sottrazione di minore, con il tribunale di Bologna a chiedere nuovi accertamenti. Temendo il peggio, la coppia prelevò nuovamente la bimba nell’estate di quell'anno, mentre era in vacanza a Marina di Massa, scappando con lei in Svizzera. Una fuga breve, che ai genitori costò poi anche il carcere.

I LEGALI DEI GENITORI: "FAREMO RICORSO A STRASBURGO". «La vicenda non finisce qui. I genitori della bambina non si arrendono. Stiamo già valutando un ricorso alla Corte europea dei diritti dell’uomo e studiamo la possibilità di revocatoria della sentenza della Cassazione». Lo ha spiegato all’agenzia Ansa l’avvocato Francesco Miraglia, dopo che è stato rigettato il ricorso presentato da due genitori da lui assistiti in merito al caso della richiesta di riaffido della loro figlia.
La vicenda aveva avuto negli anni passati una certa eco, e approdò anche a Chi l’ha visto? dopo che i genitori arrivarono perfino a "rapire" la bimba pur di riaverla. Il legale oggi spiega di aver appreso del rigetto dalla stampa e di non aver ancora letto la sentenza.
Ma, spiega, la considera una «grossa ingiustizia. E non per i due genitori, ma per la bambina». E', per il legale, una sentenza che mostra «quanto la giustizia minorile vada riformata», e dalla caratura prettamente «politica: noi ce lo aspettavamo, nel senso che la Cassazione non poteva dare torto alle sentenze precedenti, e diciamolo, a tutto al mercato delle adozioni che ci gira attorno». I due genitori, appresa la notizia, «stanno ovviamente malissimo, ma visto come funziona la giustizia se lo aspettavano. Se la giustizia avesse funzionato, non staremmo ancora qui a discutere della adottabilità di una bambina di 10 anni, che prima o poi, quando ne avrà l’età, deciderà comunque da sola di tornare a casa dai suoi genitori».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • GIALLOBLU'

    28 Agosto @ 16.04

    Capisco il fatto di portare la bambina in un istituto adeguato, se la casa era in così brutte condizioni igieniche, ma non capisco il motivo dell'affidamento forzato. Cosa hanno fatto di male questi genitori per arrivare ad affidarla a delle persone sconosciute E chissà dove poi. E' fuori dal mondo togliere i figli ai genitori per delle cavolate o comunque cose non così gravi. Xchè per quanto ne posso sapere le cose gravi sono i maltrattamenti, morali e fisici, l'abbandono, l'indifferenza, l'incapacità di provvedere ai bisogni della bimba. Al di fuori di ciò Gli assistenti sociali dovrebbero aiutare i genitori in questo caso E NON PORTANDOGLI VIA LA FIGLIA chissà dove! I genitori hanno tutto il diritto di vedere la propia figlia!

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La solignanese Giulia De Napoli vince 85mila euro all'«eredità»

RAI UNO

Giulia De Napoli di Solignano vince 85mila euro all'«Eredità»

All’asta su Catawiki la Seat 1430 di Julio Iglesias

AUTO

All’asta su internet la Seat 1430 di Julio Iglesias

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

pgn feste

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Officina alimentare dedicata"

CHICHIBIO

"Officina alimentare dedicata"

di Chichibio

Lealtrenotizie

Pizzarotti presenta la candidatura: "Una città dove le persone sono al centro" Diretta

Amministrative 2017

Pizzarotti presenta la candidatura: "Una città dove le persone sono al centro" Diretta

San Leonardo

Picchiata e scaraventata giù da un'auto in via Doberdò

Prende corpo l'ipotesi di una lite per motivi personali

14commenti

Parma

Palazzo Pallavicino sarà donato alla Fondazione Cariparma

Rimini

I gelati migliori d'Italia: Parma e Salso al top nella guida del Gambero Rosso

Gli ispettori della guida hanno assegnato i "tre coni" a 36 gelaterie in tutto il Paese

2commenti

Piovani

"Cura D'Aversa efficace. E da confermare a Venezia" Video

Questa sera Bar Sport (Tv Parma 20.30): mercato, big match, Evacuo e tanto altro

tribunale

Rappresentante, si prende le porte blindate dello stand: condannato

L'accusa era anche di pagamenti con assegni oggetti di furto e protestati

sponsor tecnico

Nazionali di volley, un quadriennio olimpico con l'Erreà

L'azienda di Parma firmerà le nuove divise da gara e la linea di abbigliamento fino al 31 gennaio 2021

Lutto

Addio ad Angela, la fisioterapista che aiutava tutti

TERREMOTO

In elicottero salva 41 persone: "Ma non chiamatemi eroe"

Parla Gabriele Graiani, vigile del fuoco di Parma: merito di una squadra formidabile

1commento

reggio emilia

I tifosi della Reggiana ci ricascano: assalto al bus dei veneziani

Dopo il derby contro il Parma nuovo agguato degli ultras granata con pietre e fumogeni

4commenti

Porporano

Incendio di canna fumaria: sono intervenuti i vigili del fuoco

polizia municipale

Autovelox e autodetector: ecco dove saranno

1commento

LUTTO

Germano Storci, il «signor Procomac» che fece diventare grande il Collecchio baseball

La storia

Nila e Giovanni, quando l'arte trova casa sui monti

Lega Pro

Parma, con Evacuo si vola

La morte di Filippo

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Dedicato a Filippo e a chi gli vuol bene

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

ITALIA/MONDO

Gran Sasso

Ecco i cuccioli sopravvissuti fra le macerie dell'albergo di Rigopiano Foto

Stati Uniti

Chelsea Clinton difende Barron, il figlio piccolo di Trump

SOCIETA'

Anniversari

Il frisbee compie sessant'anni

polemica

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

12commenti

SPORT

uefa

25 anni di Champions: il Parma è 85°. 7° in Italia

VENEZIA

Insulto razzista a un giocatore 13enne: rissa fra genitori sugli spalti

1commento

MOTORI

ANTEPRIMA

Rivoluzione Micra: Nissan cambia tutto

Prova su strada

Renault Scenic, adatta a tutto (e tutti)