-2°

Provincia-Emilia

Danny Dallara, ritorno a casa nel ricordo del fratello John

Danny Dallara, ritorno a casa nel ricordo del fratello John
0

Giorgio Camisa

BEDONIA - In visita a Bedonia un figlio di emigrati negli Stati Uniti, Danny Dallara, originario di Costa di Castagnola e fratello di John, morto eroicamente a New York l'11 settembre 2001 durante l’attentato alle Torri Gemelle
Il suo arrivo è stato accolto e festeggiato con grande soddisfazione dai tanti parenti ed anche dal sindaco Carlo Berni, dall’assessore alla Cultura Maria Pia Cattaneo, dal presidente del Centro Studi Cardinal Agostino Casaroli, dallo storico Giuliano Mortali, che aveva seguito le vicende del bedoniese scomparso in quel tragico attentato, e da tanti amici.
John Dallara era membro delle forze di sicurezza della polizia di New York ed era accorso subito in soccorso della gente che si trovava nelle torri. Era riuscito a mettere in salvo centinaia di persone ma, purtroppo, il crollo della imponente struttura lo aveva travolto.  Nel 2008 era stata consegnata al padre Giovanni, emigrato a New York nel 1920 all’età di 7 anni, la medaglia d’oro al valore civile degli Stati Uniti alla memoria del figlio.
Una storia lunga e commovente raccontata dal fratello gemello di John che, al suo arrivo, è stato ricevuto assieme alla moglie in municipio dal sindaco, dalla giunta comunale e dai dirigenti del Centro Studi Casaroli. Dopo uno scambio di doni, Danny Dallara ha rievocato la figura del fratello grazie ai ricordi personali e a un album di foto di quel tragico avvenimento.
Gli amministratori di Bedonia hanno donato alla famiglia Dallara il gagliardetto del Comune ed alcuni libri del Centro Studi che trattano dell’emigrazione locale negli Stati Uniti e del fenomeno degli «orsanti», di cui la famiglia Dallara è stata protagonista nei secoli scorsi.
 «La giornata ha riserbato un’altra sorpresa - ha spiegato Giuliano Mortali storico e segretario del Centro Studi Cardinal Casaroli - : nel primo pomeriggio abbiamo incontrato Giovanni Ecanosti, un altro emigrato bedoniese che è stato anch’esso protagonista di quei tragici avvenimenti ed ha potuto salvarsi da quell’inferno del settembre di dodici anni. Giovanni, nativo di Drusco nell’Alta Val Ceno, emigrato negli Stati Uniti, si trovava al suo posto di lavoro al 45esimo piano di una delle torri quando successe il finimondo, riuscì a scappare per tempo, forse salvato proprio da quegli agenti delle forze di sicurezza come John Dallara. Ecanosti è fuggito insieme a tanta altra gente fino al ponte di Brooklyn trovando poi un mezzo per recarsi a casa nel vicino New Jersey».
Soltanto a casa vide alla televisione lo scempio accaduto alle due torri simbolo di New York. Giovanni Ecanosti era nei giorni scorsi in vacanza nella sua Drusco ed ha portato volentieri la sua testimonianza.
Questi illustri emigranti hanno visitato i locali del Centro Studi Casaroli, nel seminario di Bedonia, dove è ospitato il Centro di documentazione dati dell’emigrazione e Danny Dallara ha donato una «scatola d’ombre» nella quale ha inserito fotografie e documenti dell’emigrazione della propria famiglia, oltre ad una croce ottenuta con il materiale ferroso delle torri crollate.
Grande è stata l’emozione dello stesso Danny quando ha potuto scoprire documenti e fotografie riguardanti i suoi antenati nella loro antica professione di «orsanti» e di venditori ambulanti.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La solignanese Giulia De Napoli vince 85mila euro all'«eredità»

RAI UNO

Giulia De Napoli di Solignano vince 85mila euro all'«Eredità»

1commento

All’asta su Catawiki la Seat 1430 di Julio Iglesias

AUTO

All’asta su internet la Seat 1430 di Julio Iglesias

1commento

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

pgn feste

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Pasticcio di patate formaggi e verdure

LA PEPPA 

La ricetta - Pasticcio di patate formaggi e verdure

Lealtrenotizie

Pizzarotti

intervista

Pizzarotti a Radio Parma: "Pronto progetto per piazza della Pace" Diretta

2commenti

DELITTO DI NATALE

Gli investigatori tornano nella casa dell'assassino

1commento

TERREMOTO

Le offerte dei lettori per il centro Italia: ecco cosa è stato consegnato

incidente

San Polo di Torrile, auto fuori strada: un ferito

Campagna elettorale

Pizzarotti candidato. E i Cinque stelle?

2commenti

Blackout

Zibello senza luce, scoppia il caso

NOCETO

Tecnico cade da una scala e batte la testa: è grave Video

CALCIO

D'Aversa ha scelto Frattali

la bacheca

56 opportunità per chi cerca lavoro

ACCIAIO

S.Polo Lamiere acquisisce la Tecnopali

Progetto

Cento studenti mandano una sonda nello spazio

IL 29 AL REGIO

Niccolò Fabi: «Il disco della solitudine»

ricandidatura

Pizzarotti: "Saremo civici veri" Video - Critiche dall'opposizione Video

Alleanze? "Tutti sono ben accetti ma il tema dei partiti non ci ha mai appassionato"

4commenti

San Leonardo

Picchiata e scaraventata giù da un'auto in via Doberdò

Prende corpo l'ipotesi di una lite per motivi personali

28commenti

parma

Ladro "seriale" dei supermercati colto sul fatto e denunciato

Rimini

I gelati migliori d'Italia: Parma e Salso al top nella guida del Gambero Rosso

Gli ispettori della guida hanno assegnato i "tre coni" a 36 gelaterie in tutto il Paese

6commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Dedicato a Filippo e a chi gli vuol bene

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

ITALIA/MONDO

Rigopiano

Ora il piccolo Edoardo sa della morte dei genitori

industria

Trump alza il primo muro: Usa fuori dal TPP

SOCIETA'

PADOVA

Orge in canonica, don Cavazzana ai fedeli: "Pregate per me"

3commenti

polemica

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

13commenti

SPORT

Formula 1

Ecclestone: "Mi hanno licenziato"

lega pro

Reggiana: Colucci esonerato. Arriva Menichini 

MOTORI

Prova su strada

Renault Scenic, adatta a tutto (e tutti)

ANTEPRIMA

Rivoluzione Micra: Nissan cambia tutto