10°

18°

Provincia-Emilia

"La riapertura della provinciale è di vitale importanza per Schia"

"La riapertura della provinciale è di vitale importanza per Schia"
0

Beatrice Minozzi
Sono oltre un migliaio le firme raccolte dai promotori della petizione lanciata per chiedere la ricostruzione della strada provinciale 65 di Schia, arteria di vitale importanza per garantire il collegamento tra il capoluogo tizzanese e stazione turistica più amata dai parmigiani.
«Non è una semplice strada»: è questo lo slogan della petizione, con le firme degli abitanti di Schia, Capriglio, Casagalvana, Groppizioso, Pianestolla e Musiara Inferiore, e anche dei tanti villeggianti e turisti che questo inverno non vogliono rinunciare a inforcare gli sci e solcare le piste della stazione sciistica.
La Provincia, già in passato, aveva dato notizia di indagini geotecniche volte a studiare la consistenza del terreno in vista della realizzazione di un nuovo progetto «ma ad oggi nessuno ha parlato di ricostruzione – spiega Doriano Bocchi, anima di Schia – nonostante sia l’unica soluzione possibile per cercare di salvare la stagione invernale».
 Se d’estate «tutti i santi aiutano», come si suol dire, d’inverno le difficoltà sarebbero molteplici, e tutte legate alla neve e alle gelate che renderebbero difficoltoso il transito sulle strade che oggi conducono a Schia.
 Stretta, pendente e tutte curve è la strada comunale che collega Musiara Superiore a Pian della Giara, che poi prosegue fino a Schia con la strada Consortile Belvedere. Un’alternativa, per raggiunge Schia da Parma, potrebbe essere la strada comunale che collega Lagrimone a Capriglio, anch’essa interrotta da una frana tra Pianestolla e Capriglio ma riattivata in tempi record grazie ad un intervento del Comune, finanziato dalla Regione, con una pista di emergenza di 2 chilometri e 300 metri che però, ad oggi, non è ancora asfaltata.
«Se anche dovesse essere asfaltata entro l’inverno - precisa però Bocchi – rimane una strada non adatta a sopportare il flusso continuo di auto che si dirigono a Schia:  soprattutto nei punti più stretti e di maggior pendenza, tra Lagrimone e Madurera e a Pratolugno».
Bocchi e tutti gli operatori di Schia sono preoccupati perchè temono che «il Comune, con le poche risorse che ha a disposizione, non riesca a garantire un servizio di sgombro neve e spargisale ineccepibile come è sempre stato quello offerto dalla Provincia, e che quindi i turisti, viste le difficoltà nel raggiungere Schia, ripieghino su altre stazioni».
La richiesta quindi è che «venga ripristinata, magari anche con una pista di emergenza, la viabilità sulla sp 65».  Per questo il consorzio Bianco Verde e diversi abitanti della zona si sono resi disponibili a pulire gratuitamente la frana da piante e arbusti allo scopo di creare un passaggio per i mezzi forestali che potranno così accedere al corpo di frana per poter effettuare agevolmente un’indagine geofisica.
«Gli ultimi anni, a Schia, sono stati un successo – conclude Bocchi -, grazie anche al rilancio della stazione, con la seggiovia e l’innevamento programmato da parte di Provincia e Comunità Montana: anni e anni di duro lavoro sulle piste, sulla scuola di sci e sulla stazione in generale, che potrebbero essere vanificati da 200 metri di strada. Facciamo in modo che questo non accada».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Universitari, fidanzati, mamme... Le parodie di "Occidentali's Karma"

SOCIAL NETWORK

Universitari, fidanzati, mamme... Le parodie di "Occidentali's Karma" Foto

I cinque eventi imperdibili del weekend

WEEKEND

I cinque eventi imperdibili di sabato e domenica

Highlander: San Patrick's

Pgn

Highlander: San Patrick's, le foto della festa

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La grande bellezza dell'Oltretorrente: 17 film per un quartiere, i video dei ragazzi

CONCORSO

La grande bellezza dell'Oltretorrente: tutti i video dei ragazzi e le video-interviste

Lealtrenotizie

Operaio "infedele": usa copia delle chiavi per tornare in farmacia a rubare

langhirano

Operaio "infedele": usa copia delle chiavi per tornare in farmacia a rubare

tg parma

Amministrative 2017, il centrodestra sceglie Laura Cavandoli Video

Sondaggio

"Il Parma andrà in B? Avete fiducia?": prevale il pessimismo, "no" al 63%

Parma Calcio

D'Aversa: "Ognuno di noi deve migliorare se stesso, ne gioverà la squadra" Video

Incidente

Cordoglio per Valeriu Voina, il muratore che scolpiva il ghiaccio

Droga

Spaccio, quartieri «occupati». Casa: «Potenziati i controlli»

17commenti

PONTETARO

Chiave clonata: i ladri «svuotano» l'auto

1commento

Parma

Autovelox e autodetector: ecco dove saranno i controlli dal 27 al 31 marzo

carabinieri

"Adescato" e rapinato in stazione: due arresti

2commenti

Bogolese

Furti, bloccati tre incappucciati

2commenti

Borgotaro

L'ultimo saluto a Danilo

viabilità

Afflusso alle fiere e due incidenti: lunghe code al casello e verso Baganzola

foto dei lettori

Se un arcobaleno abbraccia un castello Foto

Crisi

Copador, lunedì sciopero di due ore e presidio

BORGOTARO

Cassiera si intasca 150mila euro del supermercato. A processo

1commento

FIERE

A MecSpe le novità tecnologiche made in Parma

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Siamo uomini o robot?

EDITORIALE

Truffe, anziani e soldi sotto il materasso

di Carlo Brugnoli

ITALIA/MONDO

vasto

Uccise l'uomo che investì la moglie: condannato a 30 anni

1commento

londra

Attacco a Londra: ecco chi è il killer Foto

SOCIETA'

IL CASO

Mandano alla madre la tessera sanitaria della figlia scomparsa

3commenti

musica

Premio Gazzarock 2017: sono aperte le iscrizioni

SPORT

f1

Australia: nelle libere Hamilton vola, Raikkonen quarto

LIBRO DI GARANZINI

Emozioni del calcio di una volta

MOTORI

prova su strada

Kia Niro, il «nativo ibrido»

anteprima

Nuova Ferrari GTC4Lusso, il test drive Fotogallery