10°

19°

Provincia-Emilia

Maxi-operazione antidroga in regione: 54 arresti. Coinvolta anche Parma

Maxi-operazione antidroga in regione: 54 arresti. Coinvolta anche Parma
5

(ANSA) - MODENA - Cinquantaquattro ordinanze di custodia cautelare, quarantotto corrieri arrestati in flagranza, centosessantadue persone indagate, altri settantaquattro soggetti identificati ed oltre 26 chilogrammi di sostanza stupefacente sequestrata, di cui 23 suddivisi tra eroina "brown sugar" e "rosa", tre chilogrammi di hashish e settecento grammi di cocaina. Settanta, invece, i chilogrammi di sostanza da taglio sequestrati. Sono i numeri dell’operazione antidroga della Squadra Mobile della Questura di Modena.

L'operazione, denominata "Bisht" ("codino" in albanese, dal soprannome di uno degli arrestati) ha smantellato un’organizzazione dedita alla detenzione ed allo spaccio di sostanze stupefacenti.

Le indagini hanno consentito di individuare un gruppo capeggiato da soggetti di spicco della criminalità albanese dediti all’attività di narcotraffico internazionale e composto anche da persone di origine magrebina in grado di rifornire l'intera provincia di Modena, la regione Emilia Romagna e gran parte del nord Italia di eroina "rosa" e "brown sugar".

L'indagine, coordinata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Modena, in stretto raccordo con la Direzione Centrale per i Servizi Antidroga ed il Servizio Centrale Operativo del Dipartimento della Pubblica Sicurezza, ha consentito di sgominare l’organizzazione criminale avente base logistica nella città di Modena, con svariati collegamenti con tutte le regioni del Nord Italia e che utilizzava la rotta "turco-albanese" per l’ingresso delle sostanze stupefacenti in Italia.

Nel corso delle perquisizioni sono state sequestrate nove autovetture, due motoveicoli, la somma di 50.000,00 in contanti, armi fra cui una pistola semiautomatica, modello "7,65", con matricola abrasa, con relativo munizionamento. I provvedimenti sono stati eseguiti a Modena, Bari, Ferrara, Milano, Parma, Piacenza, Reggio Emilia, Siracusa e Trieste, in collaborazione con il personale delle locali Squadre Mobili, coadiuvati da equipaggi dei Reparti Prevenzione Crimine e da unità cinofile antidroga della Polizia di Stato.

Ulteriori dettagli saranno resi noti nel corso della conferenza stampa che si terrà alle 10:45 in Questura.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • GIANNI BARILLI

    12 Settembre @ 14.58

    Quello che dispiace e' per l'impegno che viene profuso dalle forze dell'ordine per perseguire questi delinquenti, che rovinano tanti giovani e con essi le loro famiglie, perché di questi pochi o nessuno arriveranno al processo e alla relativa condanna. In quanto denunciati a piede libero, o chi invece chiederà al giudice buonista di turno il rito abbreviato etc etc etc . Morale i poliziotti fra qualche giorno se li troveranno ancora fra i piedi.

    Rispondi

  • the clansman

    12 Settembre @ 13.43

    e dire che quelli di sinistra dicono che gli spacciatori sono schiavi dei locali.....infatti ora comandono loro, e la droga la gestiscono dalla produzione alla vendita..ALBANESI..bravi ragazzi che ci pagano lepensioni

    Rispondi

  • fabrizio

    12 Settembre @ 13.19

    Mandateli in miniera !!Loro,i clienti e anche i politici che li hanno lasciati entrare con leggi scandalosamente permissive.

    Rispondi

  • Luca

    12 Settembre @ 09.53

    e domani, tutti liberi!

    Rispondi

  • francesco brundo

    12 Settembre @ 09.51

    A che serve parlarne ed indignarsi, tanto domani o dopodomani leggeremo un eguale notizia ! e cosi via all'infinito....tempo perso parlarne, o si usa la frusta o la droga la si legalizza, il ben pensare delle giustificazioni all'uso ed abuso è un inutile tempo perso.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

E' morto Cino Tortorella, il Mago Zurlì dello Zecchino d'Oro

Milano

E' morto Cino Tortorella, il Mago Zurlì dello Zecchino d'Oro

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

TV PARMA

Sembra ieri: 1985 - La centrale del latte di via Torelli Video

La Perego contro i dirigenti di Rai1: "Sapevano tutto"

TV

La Perego contro i dirigenti di Rai1: "Sapevano tutto"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La grande bellezza dell'Oltretorrente: 17 film per un quartiere, i video dei ragazzi

CONCORSO

La grande bellezza dell'Oltretorrente: tutti i video dei ragazzi e le video-interviste

Lealtrenotizie

Spaccio, quartieri «occupati». Casa: «Potenziati i controlli»

Droga

Spaccio, quartieri «occupati». Casa: «Potenziati i controlli»

Incidente

Cordoglio per Valeriu Voina, il muratore che scolpiva il ghiaccio

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

Bogolese

Furti, bloccati tre incappucciati

LIBRO DI GARANZINI

Emozioni del calcio di una volta

LEGA PRO

Le difficoltà compattano il Parma

Borgotaro

L'ultimo saluto a Danilo

FIERE

A MecSpe le novità tecnologiche made in Parma

PONTETARO

Chiave clonata: i ladri «svuotano» l'auto

BORGOTARO

Cassiera si intasca 150mila euro del supermercato. A processo

anteprima gazzetta

L'emergenza droga ancora in primo piano. E i lettori ci ringraziano

Da San Leonardo alle scuole nuovi episodi. Intervista all'assessore Casa

3commenti

VIA VOLTURNO

Ospedale, rispunta un parcheggiatore abusivo. Fermato un nigeriano

Identificate e sanzionate altre sette persone

7commenti

Occhiello

230317 Notizia 8

Incidente

Auto sbanda a Fontanellato: un ferito, vettura distrutta

3commenti

Tg Parma

Il drammatico bollettino degli incidenti: da San Secondo a Parma Video

Due giovani donne investite in via Emilia Ovest e in via Traversetolo. Illeso un anziano dopo un terribile botto a Fontanellato

Incidente

Auto fuori strada fra San Secondo e Soragna: la vittima è un 50enne moldavo

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Il pianeta delle scimmie e quello dei robot

1commento

IL CASO

I vitalizi e le pensioni d'oro che fanno indignare

di Stefano Pileri

14commenti

ITALIA/MONDO

Medicina

La maggior parte dei tumori è dovuta al caso

Lutto

Addio a "monnezza": è morto il grande Tomas Milian Gallery Video

1commento

SOCIETA'

CHICHIBIO

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

GAZZAREPORTER

Che bell'arcobaleno a Langhirano

SPORT

motogp

Qatar, prime libere: domina Vinales. Rossi solo nono

SONDAGGIO

Il Parma andrà in serie B? Avete fiducia? Votate

2commenti

MOTORI

prova su strada

Kia Niro, il «nativo ibrido»

anteprima

Nuova Ferrari GTC4Lusso, il test drive Fotogallery