-3°

Provincia-Emilia

Fornovo, il futuro dell'area Eni accende il Consiglio comunale

Fornovo, il futuro dell'area Eni accende il Consiglio comunale
0

 Donatella Canali

L’area Eni ancora al centro del dibattito dell’ultimo Consiglio comunale. L’occasione è stata offerta dall’approvazione di una variante al Piano strutturale comunale rivolta in particolare, come ha spiegato l’assessore all’Urbanistica Dorina Pacini, a modificare alcuni ambiti territoriali. 
Nello specifico, sono state riviste le destinazioni produttive e commerciali e la dotazione di opere di urbanizzazione primaria e di ciò si è discusso nei numerosi incontri con Eni. Si è tenuto conto della rilevanza di tale area nel quadro complessivo dell’organizzazione urbana: la zona dismessa viene vista sia come spazio di collegamento  sia come luogo di compresenza di varie attività produttive con servizi importanti quali la cultura, lo sport, il tempo libero e l’istruzione. Elemento di fondamentale importanza è poi il nuovo tracciato stradale che da «tangenziale» dell’abitato diventa strada di miglioramento dell’accessibilità alla stazione ferroviaria. In sintesi, l’amministrazione comunale ha assunto le proposte del Pst quale riferimento per la trasformazione del territorio urbanizzato del capoluogo nell’area compresa tra la ferrovia ed il ponte sul fiume Taro, ma ha perfezionato alcune indicazioni a seguito degli approfondimenti condotti nei confronti con Eni. Viene in particolare prevista la destinazione scolastica della quasi totalità dell’attuale centro sportivo. 
Secondo il consigliere di minoranza Giuseppe Restiani «Dopo cinque anni di amministrazione si è ancora al punto di partenza per l’area Eni. C’erano aziende locali interessate a trasferire l’attività su tale area: non avendo ricevuto risposta, se ne sono andate trasferendo in altri luoghi l’attività, per cui a chi era nelle condizioni di operare è stato impedito di farlo. Fornovo è fermo ormai da molti anni sul tema delle aree industriali: si è solo fatto girare della carta e speso troppo denaro senza aver portato a casa alcun risultato. Si è perso tempo, si è rimasti indietro». 
Il consigliere Enrico Vaghezzani ha affermato che «Fin dall’inizio era chiaro che il Pst non avrebbe potuto essere tradotto in realtà, per cui è stato speso molto denaro inutilmente. Ci chiediamo se l’amministrazione sia in grado di dialogare con Eni o se è solo capace di scontrarsi, visto che dopo ben quattro anni non è stato raggiunto alcun accordo con la società. Si parla di spostare le scuole ma non esiste alcuna possibilità concreta di farlo». 
Il sindaco ha replicato che tutte le aziende del territorio erano state contattate e che nessuna aveva manifestato la volontà di trasferirsi sull’area Eni in quanto l’acquisizione di area era motivata solo da fini speculativi. «Per avviare trattative - ha aggiunto Emanuela Grenti-  occorre prima avere elementi concreti. L’area dismessa da Eni andava salvaguardata perché inquinata, c’è stata grave mancanza nel non porvi la salvaguardia, considerato che la raffineria ha inquinato per 100 anni: se si pretende di avere ed utilizzare un’area bisogna pretenderla bonificata perché è giusto farlo per la cittadinanza».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Belen, un altro bacio (con Iannone) nella bufera

gossip

Belen, un altro bacio (con Iannone) nella bufera

2commenti

concerti

musica

Caos biglietti U2: ira dei fan, seconda data e esposto Codacons

Isola dei Famosi: esclusa Wanna Marchi (e la figlia). C'è la pornostar

televisione

Isola dei Famosi: esclusa Wanna Marchi (e la figlia). C'è la pornostar

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Conchiglioni crescenza e mostarda

GUSTO

La ricetta della Peppa: Conchiglioni crescenza e mostarda

Lealtrenotizie

Auto travolge persone alla fermata dell'autobus fra Cascinapiano e Torrechiara

cascinapiano

Travolto da un'auto sotto gli occhi della sorella: muore un 17enne

La vittima è Filippo Ricotti. Il ricordo della "sua" Langhiranese Calcio e del Liceo Bertolucci

14commenti

Epidemia

Legionella: domani la verità

2commenti

polizia

Mostrava un coltello ai passanti in via Mazzini: denunciato Alongi

7commenti

furto

Via Dalmazia, i ladri se ne vanno con i coltelli

manifestazione

"Natale in vetrina crociata", grande entusiasmo per le premiazioni Video Gallery

Inizia il coro, poi segue tutta la sala: oltre cento bimbi cantano l'inno del Parma - Video

Il caso

Parrocchie in campo contro le povertà

4commenti

parma calcio

D'Aversa: "Manca un esterno mancino. Primo posto? Ci proviamo" Video

maltempo

Piano neve e ghiaccio, il Comune: "Ecco cosa devono fare i cittadini"

2commenti

Fra Salimbene

Chi ha rotto la porta dei bagni dei maschi?

1commento

Basilicagoiano

Allarme droga tra i minorenni

1commento

via emilia

Scontro auto-camion a Parola: muore il 60enne Giancarlo Morini Video

tg parma

Famiglia sfrattata a Collecchio: accolta in parrocchia a Parma Video

BORGOTARO

Addio al partigiano Ollio, commerciante pluridecorato

Lutto

Addio ad Angelo Ferri, il «fontaner»

Raid

Boschi di Carrega, auto forzate nel parcheggio

GIOVEDI' AL REGIO

Brunori Sas: «A casa tutto bene»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Politicamente corretto: l'ipocrisia al potere

di Michele Brambilla

13commenti

EDITORIALE

L'orrore in diretta? E' la tv del Medioevo

di Francesco Monaco

ITALIA/MONDO

terrorirismo

Istanbul, preso il terrorista della strage di Capodanno: "Ha confessato"

1commento

salute

Influenza: oltre 3 milioni a letto, il picco la prossima settimana

SOCIETA'

roma

Colosseo nel mirino dei vandali: scritte con lo spray su un pilastro

Tendenza

Anche a Parma è vinilmania

SPORT

PUGILATO

Fragomeni è tornato: l'ungherese Polster finisce al tappeto

Calcio

I 10 giocatori più cari al mondo Video

CURIOSITA'

Correggio

“Mai più”: le opere di Bruno Canova per il Giorno della Memoria Foto

animali

Il cervo curioso entra in chiesa Video