12°

Provincia-Emilia

Langhirano - Un milione per il restyling del centro storico e piazzale Melli

Langhirano - Un milione per il restyling del centro storico e piazzale Melli
Ricevi gratis le news
2

 Giulia Coruzzi

Un consiglio comunale alla «langhiranese», di quelli ricchi di punti in ordine del giorno, di confronti incalzanti ma «perbene». 
A sette mesi dalle elezioni i consiglieri si sono trovati a verificare gli equilibri di bilancio e discutere ancora delle questioni che più stanno a cuore al paese. Ma c'è stato spazio anche per le faccende internazionali. Un ordine del giorno che invita il Governo a prendere posizione contro la Guerra in Siria è stato proposto dal gruppo di maggioranza ed esaminato dalle minoranze che, seppur modificandolo con alcune osservazioni, lo hanno votato e approvato. 
Unione
Approvato anche lo statuto dell’Unione Montana Appennino Parma Est. Il nuovo ente vedrà lavorare fianco a fianco Tizzano, Lesignano, Langhirano, Palanzano, Monchio e Neviano, unici fuori usciti Corniglio e Calestano. «Lo statuto non è in dubbio, naturalmente, - ha commentato Luca Canetti della Lega Nord -. Lo è tuttavia l’effettiva utilità dell’Unione. Speriamo non ricalchi l’esperienza della Comunità montana e che sia di reale utilità per i comuni». Tra le novità promosse dal consiglio anche la nascita della nuova commissione speciale permanente sulla sicurezza, voluta delle minoranze e ora pronta a iniziare il suo percorso di lavoro. A studiare il territorio e valutarne lo stato di salute della protezione della cittadinanza, sorvegliandone le criticità e i punti deboli, saranno Rosanna Cattini, Marco Virgoli, Giorgio Cavazzini, Marco Maselli e Andrea Costi. Al centro dei dibattiti anche il nuovo volto di Langhirano. 
Urbanistica
65mila euro saranno investiti per la progettazione del nuovo assetto urbano che riguarderà l’area del campo sportivo Bruno Monica, di piazzale Celso Melli e del centro storico. Per i lavori di riqualificazione, 500mila euro arriveranno dalla Regione, il resto (per una spesa complessiva che si avvicina ad un milione di euro) sarà sostenuto con quanto derivato dalle alienazioni comunali e da altri possibili finanziamenti. 
E si è tornato a parlare anche di impianti di cogenerazione, nei confronti dei quali il consiglio aveva approvato, in marzo, una variante al Rue e un articolo in particolare, il 96.9, che rendeva inequivocabile la presa di posizione cautelativa nei confronti della realizzazione di impianti per il recupero, lo smaltimento e la lavorazione dei rifiuti, compresi gli scarti di lavorazione della carne. 
La variante era servita per impedire la realizzazione di impianti simili offrendo così tempo per riflettere sulla soluzione più giusta per tutti, in primis per i cittadini. Ma ora anche la Provincia si è espressa e ha ricordato al Comune che l’impedimento non poteva essere così categorico e dopo un’analisi della situazione si è giunti a una controdeduzione al Rue che ammette la realizzazione dei suddetti impianti «nei sub ambiti consolidati per attività produttive e terziarie di rilievo comunale o urbanizzati o in corso di urbanizzazione sulla base di strumenti urbanistici preventivi o in sub ambiti per attività produttive di integrazione dell’esistente tramite convenzione attuativa o in sub ambiti di trasformazione di rilievo sovracomunale da attuare tramite Pua»; restano escluse le «aree a destinazione produttiva collocate a confine con aree che ospitano impianti di lavorazione e conservazione di prodotti alimentari». 
«Non poteva sussistere il divieto categorico e generalizzato sulla realizzazione di impianti di produzione di energie rinnovabili – ha sottolineato l’architetto Ceci che ha seguito per intero l’iter -. In ogni caso, ogni eventuale futuro intervento sarà sottoposto a valutazioni di impatto ambientale». «A marzo dissi che stavamo agendo dettati dalla paura e che la variante al Rue era troppo stringente – ha commentato Andrea Costi -. Mi spiace che in tutti questi mesi l’amministrazione non abbia però affrontato la questione in serate pubbliche con tecnici competenti».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • giuliano

    09 Ottobre @ 08.31

    ancora questa vergogna? anno rifatto i ciotoli in piazza ner borgo numerose volte non sono in grado di farlo definitivamente? quando faccevano i lavori dove erano i geometri a controllare che il lavoro venisse fatto a regola d'arte. oppure non sono all'altezza? fanno delle costruzioni nei posti più impensati ,e loro non riescono a fare un selciato decente ,io la spesa ulteriore la farei pagare a chi a la responsabilità di tutto questo.

    Rispondi

  • gianfranco ferrari

    08 Ottobre @ 19.00

    Forse questo non è il momento ideale per sperperare il denaro pubblico.

    Rispondi

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Finale a sorpresa per X Factor:  Lorenzo batte i favoriti Maneskin Video

talent

Finale a sorpresa per X Factor: Lorenzo batte i favoriti Maneskin Video

'A Ciambra' escluso dalla corsa agli Oscar

cinema

"A Ciambra" escluso dalla corsa agli Oscar

Karma: la notte di J.L. David

FESTE PGN

Karma: la notte di J.L. David Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Imu e Tasi, lunedì si chiudono i conti

L'ESPERTO

Imu e Tasi, entro lunedì il saldo. Tutto quello che c'è da sapere

di Daniele Rubini*

Lealtrenotizie

Il Marconi piange Giulia

LUTTO

Il Marconi piange Giulia

Vicino a Coenzo

«Noi, i dimenticati dell'alluvione»

Copermio

«Pensavamo di morire annegati. Mio figlio vivo grazie al maresciallo»

Montagna

Corniglio, «class action» contro Enel?

sciopero

Froneri, la solidarietà ai lavoratori sfila nel cuore della città Foto

oltretorrente

Marcia antirazzista dopo il pestaggio. In corteo con Said

Abdul, il suo dipendente aggredito: non riesco ancora a capire perché ce l'avessero con me

1commento

Il noto ex calciatore

Cosa manca a Beckham dell'Italia? La trattoria Cocchi di Parma

3commenti

Processo

«Spese pazze» in Regione, assolti Ferrari e Garbi

Tg Parma

Striscioni al Marconi per ricordare Giulia Video - Foto

Dopo piena

Lentigione, gli sfollati a casa per Natale

Colorno (e Lentigione), si lavora per tornare alla normalità. Il punto della situazione

A Lentigione un pensionato è morto mentre spalava il fango

ghiaccio

Montagna, dopo tre giorni ci sono ancora famiglie senza elettricità

1commento

Colorno

Oltre un milione di danni per l'Alma

coin e decathlon

Due furti in negozi sportivi, tre ragazzi denunciati

3commenti

LUTTO

Giulia, 15 anni e tanta voglia di vivere

3commenti

Brumotti

Arriva "Striscia la Notizia", fuggi fuggi di pusher in Pilotta e a San Leonardo Le foto

31commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

1commento

ITALIA/MONDO

MILANO

Ex calciatore ucciso, fermati una donna e il figlio. Volevano sciogliere il cadavere nell'acido

IL CASO

La svolta: Ryanair riconosce i sindacati

SPORT

Calciomercato

Parma, Faggiano rinnova: "Il progetto va avanti"

tg parma

Ospedale dei bambini: i giocatori del Parma diventano... Babbo Natale Video

SOCIETA'

dopo la piena

Ecco com'è oggi Colorno: il video dall'alto

social network

Il selfie della ragazza con cancro alla pelle: la campagna di prevenzione è virale

MOTORI

motori

Ford, che Fiesta: ST-Line o Vignale per pensare in grande

DUE RUOTE

La prova: Ducati Multistrada 1260