-2°

Provincia-Emilia

Chi era Cristian Mori

0

dalla Gazzetta di Parma 1-12-2008

PONTETARO -  Davide Montanari- Carla Bravi

Non c'è ancora un perchè. C'è solo la certezza che Cristian non ci sia più. I suoi 30 anni sono volati via sabato sera intorno alle 22. Cristian Mori, giovane consigliere comunale a Fontevivo, è morto all'ospedale Maggiore: si era sentito male improvvisamente nella casa di Pontetaro in cui viveva con i genitori. La corsa verso l'ospedale, ma poco dopo il suo cuore ha cessato di battere. L'autopsia che sarà eseguita stamattina sul corpo del trentenne dovrà stabilire le cause del decesso, ma non c'è risposta che possa alleviare il dolore delle tantissime persone che gli hanno voluto bene. La notizia della sua scomparsa si è subito diffusa a Pontetaro e in tutto il territorio di Fontevivo, dove era molto conosciuto per il suo impegno politico, per la sua passione per lo sport, e per quel carattere allegro e generoso che rendeva facile essergli amico. Non aveva perso il suo spirito battagliero nemmeno dopo quel brutto incidente che undici anni fa, sulla strada di Madregolo, gli aveva fatto perdere l'uso delle gambe, costringendolo su una sedia a rotelle.

Sempre allegro, solare e pronto a divertirsi: ecco come lo ritraggono gli amici. Gli ex compagni di scuola della sezione A dell’indirizzo di chimica dell’Itis Berenini di Fidenza lo hanno voluto ricordare con una frase che Cristian ripeteva sempre ai tempi delle lezioni: «Noi siamo come un fluido che squarcia il tubo in due. Noi siamo energia pura». Durante gli anni delle superiori la sua passione per il calcio lo aveva portato a militare nelle giovanili del Fraore. Dopo il diploma all’Itis di Parma, dove si era trasferito per seguire l’indirizzo di chimica alimentare, si era iscritto alla facoltà di Scienze politiche ed aveva finito tutti gli esami. Per laurearsi gli mancava la tesi. Ma a chi gli domandava quando sarebbe arrivato quel giorno, sorridendo rispondeva: «Lavoro come un disgraziato e non trovo il tempo». Aveva infatti trovato impiego al consorzio agrario e da poco aveva iniziato a fare l’imprenditore nel settore edile. «Sono imprenditore di me stesso» spiegava agli amici. La politica era diventata per lui una passione vera, autentica. Nel 2004 si era candidato consigliere comunale a sostegno del candidato Roberto Guareschi. La sua lista aveva perso, ma Cristian Mori era entrato comunque in consiglio nelle fila dell’opposizione. Negli ultimi tempi, con la nascita del Pd, si era avvicinato alle posizione del sindaco Massimiliano Grassi, aveva lasciato la sua lista e formato un gruppo misto.

«Di estrazione cattolica popolare, è stato uno dei fondatori del circolo la Margherita», ha ricordato l’amico Renato Marchesi. «Con la sua morte perdo un amico leale e sincero» ha raccontato commosso il sindaco Grassi. «Non riusciamo a crederci», hanno detto l’assessore Daniele Guareschi e il consigliere, Fabio Moroni, entrambi cugini del trentenne. Cristian Mori lascia la mamma Renata, il papà Domenico, la sorella Monica, il cognato, i nipoti e la fidanzata Federica. Stasera alle 20.30 nella chiesa di Pontetaro sarà recitato il rosario, mentre i funerali saranno celebrati domani, con partenza alle 13.45 dal Maggiore. Lutto Cristian Mori aveva 30 anni. Era in consiglio comunale dal 2004.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

pgn feste

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

polemica

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

6commenti

"Cold Chairs": un inno alla vita"!

musica

Bataclan, da Collecchio l'omaggio dei "The Lemon Flavour" Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Officina alimentare dedicata"

CHICHIBIO

"Officina alimentare dedicata"

di Chichibio

Lealtrenotizie

Picchiata e scaraventata giù da un'auto

San Leonardo

Picchiata e scaraventata giù da un'auto via Doberdò

Intervista

Pizzarotti: «Noi liberi di pensare solo al bene di Parma»

TERREMOTO

In elicottero salva 41 persone: "Ma non chiamatemi eroe"

Parla Gabriele Graiani, vigile del fuoco di Parma: merito di una squadra formidabile

Lutto

Addio ad Angela, la fisioterapista che aiutava tutti

polizia municipale

Autovelox e autodetector: ecco dove saranno

INTERVISTA

Silvia Olari «londinese»

Intervista

Dossena: «Non ho mai creduto al suicidio di Tenco»

La storia

Nila e Giovanni, quando l'arte trova casa sui monti

LUTTO

Germano Storci, il «signor Procomac» che fece diventare grande il Collecchio baseball

Lega Pro

Parma, con Evacuo si vola

Stadio Tardini

Parma batte Santarcangelo 1-0 e si avvicina alla vetta Foto Video

Evacuo firma il gol della vittoria. Il Parma è secondo in classifica a 42 punti

1commento

Parma-Santarcangelo

Evacuo spera di rimanere al Parma Video

Anche Mazzocchi in sala stampa

La morte di Filippo

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

TESTIMONIANZA

Prima «attacco» con i biscotti, poi calci e pugni: parla la vittima della baby gang

7commenti

gazzareporter

Muri imbrattati, a volte ritornano... Con provocazione al sindaco Foto

10commenti

La storia

Rocco e Giulia, salumieri a Innsbruck

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Dedicato a Filippo e a chi gli vuol bene

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

ITALIA/MONDO

Rigopiano

"E' stato come una bomba. Ci siamo salvati mangiando la neve"

Gran Sasso

Rigopiano, individuata la sesta vittima: è un uomo

SOCIETA'

Reggiolo

Rave party con 600 giovani: fra loro una minorenne scomparsa da giorni

CINEMA

Da "Arrival" a "Qua la zampa": i film della settimana Video

SPORT

modena

Calcio: genitore picchia ragazzi e dirigenti

Parma Calcio

Baraye "50 volte Crociato": targa con la foto dell'esultanza col passamontagna

MOTORI

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017

ELETTRICHE

Entro tre anni 200 colonnine in autostrada tra l'Italia e l'Austria