-4°

Provincia-Emilia

Carabinieri della Bassa Parmense: due espulsioni e un allontanamento

Carabinieri della Bassa Parmense: due espulsioni e un allontanamento
0

 Continuano con successo i servizi coordinati di controllo del territorio disposti dal Comando Compagnia Carabinieri di Fidenza per contrastare i ladri.

COMUNICATO

Appena tre notti fa i militari delle stazioni di San Secondo Parmense,  Roccabianca e Zibello, reagendo con prontezza e spirito d’iniziativa e nonostante la fittissima nebbia  erano riusciti ad individuare  quattro albanesi che avevano appena compiuto un furto in abitazione in San Secondo Parmense.

Intorno alle 03.50 del giorno 4 u.s. la signora una signora abitante in San Secondo Parmense aveva chiamato terrorizzata al 112 denunciando di avere avuto i  ladri in casa:  la signora se ne era accorta quando era stata svegliata da uno dei malviventi che si era infilato nella sua camera da letto; l’urlo di paura metteva in fuga l’uomo e faceva accorrere i congiunti della donna: tra di essi, il fratello, faceva appena in tempo a vedere i fari di un’auto che si allontanava a velocità. Per fortuna le vittime chiamavano subito al 112 consentendo alla Centrale Operativa di allarmare subito le pattuglie in servizio. I militari della Stazioni di Roccabianca e San Secondo Parmense riuscivano ad intercettare il veicolo dei fuggitivi nei pressi del centro commerciale Nabucco. Si trattava di una Fiat Punto con a bordo quattro uomini. Imposto l’ALT i carabinieri attendevano l’arrivo dei commilitoni di rinforzo, provenienti della Stazione di Zibello: insieme procedevano a far scendere uno ad uno gli occupanti del mezzo, procedendo a loro perquisizione. Nel frattempo essi, tutti albanesi regolarmente soggiornanti a Parma, avevano tentato di giustificare la loro presenza in quel luogo ed a quell’ora dichiarando di stare recandosi al lavoro. Ovviamente i carabinieri non se la bevevano. I quattro erano: C. O, nato Albania nel 1990, residente a Parma; M. Z., nato Albania nel 1989, residente Parma S. E., nato Albania nel 1985 abitante in Parma;L. E., nato  Albania nel 1986 abitante in Parma tutti con precedenti di polizia fatta eccezione per l’ultimo. A bordo dell’auto e sulla erano rinvenuti oltre che il tradizionale kit da scasso, anche denaro e svariati gioielli in oro che la vittima del reato poco più tardi avrebbe riconosciuto come oggetti di sua proprietà per un valore di circa € 4500/00. La refurtiva era immediatamente restituita alla signora. I quattro albanesi, dichiarati in arresto in flagranza di reato di furto in abitazione, la mattina del giorno 5 erano tradotti di fronte al Giudice di Parma che al termine dell’udienza di convalida, con rito abbreviato condannava 3 di essi a 3 anni di reclusione disponendone il trasferimento immediato in carcere.
 
La notte del 6 novembre u.s. intorno alle ore 02.00, questa volta in agro del comune di Roccabianca, i carabinieri di Roccabianca e  San Secondo Parmense, bloccavano una Peugeot 206 con tre albanesi. si trattava di un veicolo che era stato osservato transitare dal casello a/1 dalla pattuglia della stazione di Soragna in quel momento impegnati in altri controlli, che non potendo fermarli tramite la centrale operativa  ne avevano diramato notizia alle altre pattuglie in servizio nell’intera provincia. poco più tardi i militari delle stazioni di Roccabianca e san secondo parmense osservavano un veicolo che procedeva ad andatura in paese ad andatura troppo lenta, come fanno i ladri quando cercano di fare meno rumore possibile tenendo il motore a basso regime cercando l’obiettivo da colpire. il veicolo era lo stesso segnalato poco prima dai carabinieri di Soragna. a bordo tre cittadini albanesi residenti nel milanese e da lì provenienti. tutti i soggetti erano gravati da numerosi precedenti di polizia attinenti anche reati natura predatoria ed immigrazione. non vi erano dubbi che la loro presenza in quel luogo ed a quell’ora fosse non giustificata. inoltre i controlli di rito permettevano di evidenziare che due di essi L. G. nato Albania  nel 1975 dimorante  Milano celibe, disoccupato, e    M. G.  nato in  Albania  nel 1988  senza fissa dimora, celibe, disoccupato, risultavano inottemperanti a provvedimenti di espulsione amministrativa emessi nei loro confronti dal prefetto di Milano. invece   L.B.   nato Albania nel 1990 abitante a   Milano, celibe disoccupato era in regola con la posizione di soggiorno. mentre per quest’ultimo si è provveduto al rimpatrio con foglio di via obbligatorio, per i primi due è scattata la denuncia per inosservanza del decreto di espulsione. la mattina seguente sono stati accompagnati presso la questura di Parma per la nuova procedura di espulsione: i due sono stati infine accompagnati nel CIE di Milano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

White Lion: i latini a Pilastro

Pgn Feste

White Lion: i latini a Pilastro Foto

Eugenie Bouchard fra tennis e scatti sexy

Australian Open

Eugenie Bouchard fra tennis e scatti sexy Foto

Acquisto auto nuova: le 6 soluzioni più efficaci

CONSIGLI

Acquistare un'auto nuova: le 6 soluzioni più efficaci

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

30enne parmigiano aggredito e rapinato da una baby gang in centro

tg parma

Trentenne parmigiano aggredito e rapinato da una baby gang in centro

6commenti

Il fatto del giorno

Legionella: la rabbia del quartiere Montebello

3commenti

Polizia

Salta il furto di rame nella centrale di Vigheffio: arrestati due romeni

Sequestrato tronchese gigante

7commenti

Incidente Cascinapiano

Filippo sarà vestito da calciatore: a Langhirano il funerale 

Parma

Metano e gpl per auto: arrivano gli ecoincentivi

3commenti

Parma

Rapina in villa a Marore: falsi vigili svuotano una cassaforte

2commenti

Parma

L'odissea di un giardiniere: «Con il mio Euro2 non posso lavorare»

25commenti

Parma

Fa "filotto" di auto parcheggiate in via della Salute Foto

Nei guai un extracomunitario che guidava in stato di alterazione

15commenti

Sport

Il Parma Calcio avrà la gestione dello stadio Tardini per 8 anni

1commento

Fidenza

Meningite, la 14enne è uscita dalla rianimazione: è fuori pericolo

Parla l'infettivologo sul recupero. La madre della ragazza: «Sono felice. Grazie ai medici e a tutti»

Neve e terremoto

Partiti altri mezzi e volontari da Parma per l'Italia centrale Foto

Il Soccorso Alpino è impegnato ad Arquata del Tronto

2commenti

Parma

Camion in fiamme: problemi in tangenziale nel pomeriggio

Tg Parma

Polizia Municipale: festa del patrono all'insegna della lotta al degrado Video

1commento

Parma

Legionella: la causa del contagio resta sconosciuta

Esclusi l’acquedotto pubblico, la rete delle derivazioni dall’acquedotto stesso, l'irrigazione del campo sportivo e gli impianti della "Città di Parma"

6commenti

Calcio

Presentato Frattali, nuovo portiere del Parma Video

Mercato: Faggiano promette sorprese per la settimana prossima

colorno

La messa di don Mazzi per ricordare Filippo

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Quei «no» che non sappiamo più dire ai figli

6commenti

EDITORIALE

Un morto nell'Italia dello scaricabarile

di Paola Guatelli

ITALIA/MONDO

Rigopiano

Cinque estratti vivi, cinque ancora da salvare: i soccorsi continuano nella notte

Mondo

Trump: ''Da oggi l'America viene prima'' Video

WEEKEND

CINEMA

Da "Arrival" a "Qua la zampa": i film della settimana Video

IL DISCO

Avalon, un sound sofisticato

1commento

SPORT

Sport

MotoGP: tutti i piloti Foto

MERCATO

Evacuo, trattative congelate

MOTORI

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017

ALFA ROMEO

Stelvio, ci siamo. Il Suv è già ordinabile Fotogallery