15°

Quartieri-Frazioni

«Pedonalizzare via Saffi»: al via la raccolta di firme

«Pedonalizzare via Saffi»: al via la raccolta di firme
0

Marco Severo


Per firmare si va al bar «Tazza d’oro», civico 33 di via Saffi. In poche ore, le sottoscrizioni erano salite già a quota 20.  Tra gli aderenti alla petizione figurano sia commercianti che residenti, decisissimi a strappare alle macchine quei 150 metri che stanno fra borgo delle Colonne e borgo del Correggio.
«Solo così si darà una risposta efficace al degrado del quartiere - dice Adele Ballarini, portavoce del comitato "Saffipedonale" - promuovendo un vero miglioramento della qualità della vita in tutta la zona». Eccola allora, nero su bianco, la loro proposta: «Pedonalizzare il tratto di via Saffi compreso fra l’imbocco di borgo delle Colonne e quello, più a monte, di borgo del Correggio» (inizialmente si era pensato a un tratto più breve, ndr). Punto e stop. Altro che «chiusura di tutto il quartiere», come paventavano mercoledì in una lettera alla Gazzetta alcuni commercianti. «Qualcuno deve aver frainteso - dicevano ieri nel bar vicino all’incrocio con via Dalmazia - quello che vogliamo è semplicemente l’interdizione al traffico di una piccola porzione di via Saffi, mica bloccare l’accesso all’intero rione». La «carambola» di interventi e smentite era partita lo scorso 28 febbraio, con un articolo comparso proprio sulla Gazzetta. In poche righe quel giorno si dava notizia d’un gruppo di commercianti e abitanti che, stufi del continuo via vai d’auto, s'era attivato per chiedere al Comune di pedonalizzare una breve porzione di via Saffi. Tempo dieci giorni ed ecco l’intervento, allarmato, di un gruppo antagonista di negozianti: «Non conosciamo le ragioni effettive di quei commercianti indicati nel vostro articolo - hanno scritto - ma sosteniamo che il degrado (del quartiere, ndr) è la conseguenza dell’abbandono di tanti artigiani che, costretti dalle limitazioni vigenti, si spostano verso altre località. Queste vie si sono ormai trasformate in un quartiere a luci rosse». Morale: se impedite anche agli automobilisti di accedere alla zona, è la fine, via Saffi è destinata a morte certa. «Evidentemente queste persone - ribatte però la Ballarini - pensano che bloccando il traffico si prosciughi il loro bacino di clienti. Ma questo è un ragionamento che non sta in piedi, visto che gli acquirenti dei negozi locali sono proprio i residenti, i quali non hanno certo bisogno della macchina per venire a comprare arance e pomodori». Sono talmente sicuri delle proprie ragioni, quelli del comitato «Saffipedonale», che nel frattempo hanno pure stampato decine di volantini, con tanto di logo stilizzato: sui fogli si vede la sagoma di un omino, tipo quello del semaforo, che cammina - fiorellino in mano - circondato da un’aureola simbolo dell’affrancamento dalla schiavitù dell’auto: «Non è vero che bastano le forze dell’ordine e i controlli antispaccio per migliorare la qualità della vita in via Saffi - dice la Ballarini - occorre fare di più, occorre per esempio bandire le macchine, che tra borgo delle Colonne e borgo del Correggio transitano a tutte le ore anche in senso vietato». L’idea è quella di togliere le auto e mettere tavolini, fioriere e dissuasori.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Nozze indiane, fascino e colori al castello di Tabiano Foto Il video

Salsomaggiore

Nozze indiane, fascino e colori al castello di Tabiano Foto Il video

3commenti

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

TV PARMA

Sembra ieri: 1985 - Il "nuovo" Ponte Italia

1commento

Le serate special al Cafè 47

Era qui la festa

Le serate special al Cafè 47

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Premio Gazzarock 2017: sono aperte le iscrizioni

musica

Premio Gazzarock 2017: sono aperte le iscrizioni

Lealtrenotizie

Cagnolina trova la marijuana al parco e la mangia: salva per miracolo

Falcone-Borsellino

Cagnolina trova la marijuana al parco e la mangia: salva per miracolo

Viale Barilla

Lite tra giovani, contuso un vigile

La storia

Madre e figlio si laureano lo stesso giorno

Spettacoli

Andrea Pucci: «La mia vita tutta da ridere»

Radioterapia

Novità in arrivo e testimonianze dei pazienti

Volontariato

Le cento donazioni di Cherubino

Langhirano

La torta delle paste rosse: la storia di un paese in una ricetta

Collecchio

Suona l'allarme, ladri messi in fuga dai vicini

LANGHIRANO

Frontale a Pilastro, nessun ferito grave

soccorso alpino

Pietra di Bismantova, il ferito è un 43enne di Carpi Il video del salvataggio

Cede un chiodo durante la ferrata: cade nel dirupo

musica

Inaugurato il Centro Toscanini: guarda chi c'era Fotogallery

1commento

CULTURA

Porte aperte all'Ospedale vecchio: tutti in coda con il FAI Fotogallery

Giornate di primavera: domenica si visita l'Università

Dopo l'assoluzione

Raffaele Sollecito: «La mia vita riparte da Parma»

"Vivo a Barriera Bixio, lavoro e ho buoni amici"

14commenti

Tg Parma

Tariffa rifiuti in aumento? Federconsumatori: "Una beffa" Video

1commento

allarme

Piazzale Lubiana, trovata polpetta con chiodi: chiusa l'area cani

4commenti

polizia

Emergenza furti: razzia di vestiti nella notte allo Spip Video

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Chi ha interesse a volere la realtà percepita

EDITORIALE

Truffe, anziani e soldi sotto il materasso

di Carlo Brugnoli

1commento

ITALIA/MONDO

stanotte

Torna l'ora legale: ricordarsi di mandare avanti le lancette

TREVISO

Si rovescia il pedalò: annega 18enne. Salva la fidanzata

WEEKEND

FOODBLOGGER

Video-ricetta: la tartare di tonno e stracciatella secondo Eleonora Rubaltelli

cinema

Weekend ricco al cinema: i due consigli del CineFilo Video

SPORT

Motogp

Qualifiche annullate, griglia basata sulle libere: Vinales in pole, Rossi lontano

Rugby

Il Munster passa al "Lanfranchi", Zebre battute

MOTORI

NOVITA'

Non solo Suv: ecco le nuove berline e wagon del 2017

restyling

Mercedes, ora la GLA è più alta e più connessa