10°

20°

Quartieri

I commercianti del centro Le Vele: «Siamo in balia dei delinquenti»

In un anno, dieci furti nei negozi: «In pochi non possiamo organizzare un servizio di sicurezza».

Centro commerciale le Vele di San Prospero

Centro commerciale le Vele di San Prospero

Ricevi gratis le news
0

 

Matteo Scipioni
In un anno si contano una decina di colpi e, addirittura, una rapina a mano armata sventata all'ultimo istante, con tanto di ladri incappucciati pronti a irrompere dentro la sala da poker nel corso di un torneo. Parma, San Prospero, centro commerciale «Le Vele», e non la metropoli di un videogioco. 
Nel tardo pomeriggio, dei clienti nemmeno l'ombra: dodici attività commerciali semi vuote e tanta rabbia da parte dei titolari dei negozi. Il messaggio, nemmeno tanto velato, diretto al Comune è: «Nessun aiuto e nessun incentivo impediscono l'apertura di negozi: più attività commerciali equivalgono a più attrazioni che portano gente». 
L'equazione è, a questo punto, semplice: «Più clienti uguale più soldi e, quindi, la possibilità di investire in un capillare servizio di sicurezza». Due attività hanno già annunciato la chiusura, in tre  stanno pensando seriamente a questa decisione. Nei negozi non è acceso nemmeno il riscaldamento. Mario Gaida (profumeria Femme Fatale) ha subito due furti: «Abbiamo portato via la merce per paura. Se nessuno fa niente, anche noi dobbiamo chiudere». Marco Pioli (Cmp, abbigliamento): «Questo è il Far West e noi siamo stati abbandonati. Siamo in pochi e non possiamo strutturare un servizio di sorveglianza». Pioli rincara: «Il Comune in Oltretorrente ha incentivato gli investimenti nelle attività commerciali, ma qui non fa nulla». Paola Lauria (Foto Digital). «Il 31 gennaio chiudo, devo aggiungere altro? Non è partito il centro, non sono partite le difese, semplice». Fulvio Ventura (bar La Cambusa) è l'unico leggermente controcorrente: «Io sopravvivo perchè lavoro un po' a mezzogiorno, ma attorno basta dare un'occhiata per capire».  Tutti, poi, lamentano: «Per le necessità generali non sappiamo a chi rivolgerci». 
Leo Za (Arcadia, casalinghi-abbigliamento): «Aspettiamo che il Comune faccia qualcosa». Mentre Dino Guaccio (Brico OK) è l'unico un po' tranquillo: «Noi abbiamo la nostra sicurezza che vigila costantemente. Qui attorno, comunque, è tutto lasciato a se stesso». Mario Gruzza di Stop and Go - dopo il colpo subito ha messo dei dissuasori di cemento davanti alla vetrina - allarga il discorso: «Non è un problema solo del centro commerciale, è Parma che oramai è diventata invivibile: questi delinquenti restano sempre impuniti». Paolo Panizza (Communication network, cumputer) l'ultimo visitato dai ladri, domenica, esprime la sua rabbia: «Non riusciamo a tutelarci: abbiamo le mani legate in tutti i sensi. Se poi li prendi, i ladri tornano la sera dopo... In Italia è così». Chiude Fausto Locciola (Lara Optical): «Noi teniamo botta perchè abbiamo un marchio, ma gli altri non so come faranno a resistere. Siamo in pochi, non riusciamo ad avere un servizio di sicurezza».
Matteo Scipioni

 

In un anno si contano una decina di colpi e, addirittura, una rapina a mano armata sventata all'ultimo istante, con tanto di ladri incappucciati pronti a irrompere dentro la sala da poker nel corso di un torneo. Parma, San Prospero, centro commerciale «Le Vele», e non la metropoli di un videogioco. Nel tardo pomeriggio, dei clienti nemmeno l'ombra: dodici attività commerciali semi vuote e tanta rabbia da parte dei titolari dei negozi. Il messaggio, nemmeno tanto velato, diretto al Comune è: «Nessun aiuto e nessun incentivo impediscono l'apertura di negozi: più attività commerciali equivalgono a più attrazioni che portano gente». L'equazione è, a questo punto, semplice: «Più clienti uguale più soldi e, quindi, la possibilità di investire in un capillare servizio di sicurezza». Due attività hanno già annunciato la chiusura, in tre  stanno pensando seriamente a questa decisione. Nei negozi non è acceso nemmeno il riscaldamento. Mario Gaida (profumeria Femme Fatale) ha subito due furti: «Abbiamo portato via la merce per paura. Se nessuno fa niente, anche noi dobbiamo chiudere». Marco Pioli (Cmp, abbigliamento): «Questo è il Far West e noi siamo stati abbandonati. Siamo in pochi e non possiamo strutturare un servizio di sorveglianza». Pioli rincara: «Il Comune in Oltretorrente ha incentivato gli investimenti nelle attività commerciali, ma qui non fa nulla». Paola Lauria (Foto Digital). «Il 31 gennaio chiudo, devo aggiungere altro? Non è partito il centro, non sono partite le difese, semplice». Fulvio Ventura (bar La Cambusa) è l'unico leggermente controcorrente: «Io sopravvivo perchè lavoro un po' a mezzogiorno, ma attorno basta dare un'occhiata per capire».  Tutti, poi, lamentano: «Per le necessità generali non sappiamo a chi rivolgerci». Leo Za (Arcadia, casalinghi-abbigliamento): «Aspettiamo che il Comune faccia qualcosa». Mentre Dino Guaccio (Brico OK) è l'unico un po' tranquillo: «Noi abbiamo la nostra sicurezza che vigila costantemente. Qui attorno, comunque, è tutto lasciato a se stesso». Mario Gruzza di Stop and Go - dopo il colpo subito ha messo dei dissuasori di cemento davanti alla vetrina - allarga il discorso: «Non è un problema solo del centro commerciale, è Parma che oramai è diventata invivibile: questi delinquenti restano sempre impuniti». Paolo Panizza (Communication network, cumputer) l'ultimo visitato dai ladri, domenica, esprime la sua rabbia: «Non riusciamo a tutelarci: abbiamo le mani legate in tutti i sensi. Se poi li prendi, i ladri tornano la sera dopo... In Italia è così». Chiude Fausto Locciola (Lara Optical): «Noi teniamo botta perchè abbiamo un marchio, ma gli altri non so come faranno a resistere. Siamo in pochi, non riusciamo ad avere un servizio di sicurezza».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Playboy:  arriva la prima coniglietta transgender

GOSSIP

Playboy: arriva la prima coniglietta transgender

1commento

In attesa del Palermo scegli il Parma dei tuoi sogni

GAZZAFUN

In attesa di Parma-Entella, Lucarelli nettamente il migliore del campionato

1commento

Della Noce: da Zelig al dormire in auto

Il caso

Della Noce: da Zelig al dormire in auto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Lealtrenotizie

Più della metà delle auto diesel dei parmigiani non può transitare

BLOCCO DEL TRAFFICO

Più della metà delle auto diesel dei parmigiani non può transitare

TRIBUNALE

«Florentina, non ci sono abbastanza prove per processare Devincenzi»

weekend

Castagne, musica e iniziative nei castelli: l'agenda

IL CASO

L'ex moglie smaschera il marito dalle mille identità

SERIE B

Parma, batti un colpo

FURTO

Salso, i ladri bucano la finestra e fanno razzia

CONCORSO

Il gatto più bello di Parma: si vota per la finale

COLORNO

Ponte sul Po chiuso, tutti a piedi verso Casalmaggiore

MONCHIO

Rubata un'auto, razzia di attrezzi da lavoro e tentato furto in un bar

Cultura

Cimeli verdiani, Ministero interessato

PARMA

Attaccano catena e lucchetto a una saracinesca: la bici resta a mezz'aria

La foto è stata pubblicata su Facebook da Enrico Maletti

5commenti

Appennino

Fra mucche e cavalli: i ragazzi del "Bocchialini" seguono la transumanza Foto

Discesa dal Monte Tavola a Ravarano

1commento

TRUFFA

Si fingono tecnici e svuotano una cassaforte a Monticelli Video

Ancora una volta un'anziana nel mirino dei malviventi

2commenti

PARMA

Spray al peperoncino a scuola: in 5 al pronto soccorso

9commenti

fotografia

I meravigliosi colori dell'autunno sull'Appennino parmense: 10 foto di Giovanni Garani

Garani è presidente del gruppo fotografico Obbiettivo Natura

PARMA CALCIO

D’Aversa: "Con l'Entella dobbiamo portare in campo la rabbia del dopo-Pescara" Video

Intervista di Paolo Grossi

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La «Lunga marcia» della nuova Cina

di Domenico Cacopardo

L'INCHIESTA

Bitcoin, il vero problema è la mancanza di un governo

di Giovanni Fracasso

ITALIA/MONDO

CARABINIERI

Insegnante scompare a Reggio: trovata a Guastalla dopo due giorni

LECCE

Bimbo di due anni muore schiacciato dal televisore

SPORT

serie b

Anticipi e posticipi : il calendario del Parma fino al 2 dicembre

F1 GP USA

Libere: domina Hamilton. Vettel (terzo) gira poco

SOCIETA'

Medicina

Boom delle malattie legate al sesso: sifilide +400%

PARMA

"Nessuno va abbandonato in mare": la testimonianza del capitano Gatti Video

MOTORI

IL TEST

Debutta la nuova Polo: ecco come va

IL MINI SUV

Da oggi la nuova Citroën C3 Aircross: