10°

22°

Quartiere montanara

Bar Manzoni, goodbye a Gianna, Bruno e Claudio

Dopo 25 anni gli storici titolari lasciano la gestione

 Gianna Ilari tra Bruno e Claudio Silvestri

Gianna Ilari tra Bruno e Claudio Silvestri

Ricevi gratis le news
1

 

Laura Ugolotti
Dal 1988, tutte le mattine, hanno dato il buongiorno al quartiere Montanara. 
Ora, dopo oltre vent’anni i titolari storici del Bar Manzoni, hanno deciso di passare il testimone: dal 1° gennaio la gestione sarà affidata a tre giovani ragazzi e anche se Gianna Ilari, Bruno e Claudio Silvestri per un po’ resteranno per il passaggio di consegne, non si può nascondere che con la loro partenza si chiude un capitolo storico della vita del quartiere.
Un quartiere che hanno conosciuto e visto cambiare di anno in anno. «Quando siamo arrivati – racconta Claudio – venivamo dal centro, dove abbiamo abitato e anche gestito il primo bar. Il cambiamento è stato notevole, ma a fine anni Ottanta il Montanara stava già rinascendo, dopo gli anni difficili del “Bronx” e non abbiamo mai avuto problemi. Via Manzoni è tranquilla, forse anche perché un po’ più defilata rispetto a via Montanara. Ma è soprattutto la gente che merita. Ci siamo sempre trovati bene, tanto da venirci ad abitare». 
Per il quartiere il Bar Manzoni è diventato negli anni un punto di riferimento. «C’è stato un periodo - ricorda Claudio - in cui tenevamo aperto anche la sera. Dopo mezzanotte ci ritrovavamo qui: chi portava il formaggio, chi la pasta, chi il vino: si mangiava tutti insieme».
«Il segreto? Offrire servizi diversi, dal bar all’edicola alla ricevitoria. Ma soprattutto esserci sempre», spiega Gianna: il pilastro del bar, a detta del marito Claudio. «Siamo sempre stati aperti tutti i giorni, dalle 5.30 del mattino alle otto di sera. Le persone vengono a prendere il caffè, le mamme a fare colazione dopo aver portato i figli a scuola, i giovani a bere una birra, i meno giovani a giocare a briscola».
«Mai fatto selezione – assicura Bruno -; la porta è sempre stata aperta per tutti». «Ci sono ragazzi del quartiere - racconta ancora Claudio - che hanno iniziato a venire qui quando erano adolescenti e non hanno mai smesso. Li conosciamo tutti, li abbiamo visti crescere». Così come quei bambini che, dice Gianna, «passano davanti al bar al mattino, entrano, salutano e poi vanno a scuola». Anche loro, al Bar Manzoni, si sentono come a casa, perché qui hanno sempre trovato disponibilità e un sorriso.
«Ora ci godremo un periodo di riposo - dicono Gianna e Claudio - andremo in crociera, poi proveremo ad iniziare una nuova attività, ma più in piccolo». E Bruno? «C’è sempre bisogno di qualche lavoretto, non starò certo con le mani in mano». Ora toccherà a Gianluca Piccinini, Guido Pelagatti e Giovanni Campanini raccogliere la loro eredità. Una cosa, però, è certa: forse tra qualche mese non vedremo più Bruno, Gianna e Claudio dietro al bancone, ma per molto tempo ancora resteranno nei paraggi. Infondo, il Montanara è il loro quartiere. 
Laura Ugolotti
Dal 1988, tutte le mattine, hanno dato il buongiorno al quartiere Montanara. Ora, dopo oltre vent’anni i titolari storici del Bar Manzoni, hanno deciso di passare il testimone: dal 1° gennaio la gestione sarà affidata a tre giovani ragazzi e anche se Gianna Ilari, Bruno e Claudio Silvestri per un po’ resteranno per il passaggio di consegne, non si può nascondere che con la loro partenza si chiude un capitolo storico della vita del quartiere.Un quartiere che hanno conosciuto e visto cambiare di anno in anno. «Quando siamo arrivati – racconta Claudio – venivamo dal centro, dove abbiamo abitato e anche gestito il primo bar. Il cambiamento è stato notevole, ma a fine anni Ottanta il Montanara stava già rinascendo, dopo gli anni difficili del “Bronx” e non abbiamo mai avuto problemi. Via Manzoni è tranquilla, forse anche perché un po’ più defilata rispetto a via Montanara. Ma è soprattutto la gente che merita. Ci siamo sempre trovati bene, tanto da venirci ad abitare». Per il quartiere il Bar Manzoni è diventato negli anni un punto di riferimento. «C’è stato un periodo - ricorda Claudio - in cui tenevamo aperto anche la sera. Dopo mezzanotte ci ritrovavamo qui: chi portava il formaggio, chi la pasta, chi il vino: si mangiava tutti insieme».«Il segreto? Offrire servizi diversi, dal bar all’edicola alla ricevitoria. Ma soprattutto esserci sempre», spiega Gianna: il pilastro del bar, a detta del marito Claudio. «Siamo sempre stati aperti tutti i giorni, dalle 5.30 del mattino alle otto di sera. Le persone vengono a prendere il caffè, le mamme a fare colazione dopo aver portato i figli a scuola, i giovani a bere una birra, i meno giovani a giocare a briscola».«Mai fatto selezione – assicura Bruno -; la porta è sempre stata aperta per tutti». «Ci sono ragazzi del quartiere - racconta ancora Claudio - che hanno iniziato a venire qui quando erano adolescenti e non hanno mai smesso. Li conosciamo tutti, li abbiamo visti crescere». Così come quei bambini che, dice Gianna, «passano davanti al bar al mattino, entrano, salutano e poi vanno a scuola». Anche loro, al Bar Manzoni, si sentono come a casa, perché qui hanno sempre trovato disponibilità e un sorriso.«Ora ci godremo un periodo di riposo - dicono Gianna e Claudio - andremo in crociera, poi proveremo ad iniziare una nuova attività, ma più in piccolo». E Bruno? «C’è sempre bisogno di qualche lavoretto, non starò certo con le mani in mano». Ora toccherà a Gianluca Piccinini, Guido Pelagatti e Giovanni Campanini raccogliere la loro eredità. Una cosa, però, è certa: forse tra qualche mese non vedremo più Bruno, Gianna e Claudio dietro al bancone, ma per molto tempo ancora resteranno nei paraggi. Infondo, il Montanara è il loro quartiere. 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Tamagninicom

    09 Dicembre @ 18.29

    BUONA PENSIONE BRUNO .... DAI TUOI CLIENTI DI VIA XXII LUGLIO .... E LI' ERANO GLI ANNI 70 ... E NON AVEVO ANCORA LA PATENTE E VENIVO IN BAR DA TE CON LE SCOZZESI DEL PIANO DI SOPRA ... AUGURI ... MA TANTI. SERGIO TAMAGNINI

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Orietta Berti batte il Fisco: l’Irap le sarà rimborsata dal 1998

MONTECCHIO

Orietta Berti vince sul Fisco: le sarà restituita l'Irap pagata negli ultimi 19 anni

A Campora bagni e tuffi con vista sul Fuso

PISCINE

A Campora bagni e tuffi con vista sul Fuso Foto

Gomorra 3 la serie debutta in anteprima in sala

serie tv

Gomorra 3: la serie debutta in anteprima in sala

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Siete pronti per il concerto di Sfera Ebbasta?

PGN

Siete pronti per il concerto di Sfera Ebbasta?

Lealtrenotizie

Prostitute rapinate durante la notte

PARMA

Finti poliziotti picchiano e rapinano prostitute in via Emilia Ovest

Gli agenti delle Volanti sono stati contattati da una "unità di strada anti-tratta"

OLTRETORRENTE

Scoperto a rubare biciclette, si nasconde sotto a un'auto ma la polizia lo blocca: arrestato

Un residente ha visto un 24enne marocchino, di notte, dal videocitofono e ha chiamato il 113

Crocetta

Insegue due ladri e viene preso a pugni

3commenti

Polemica

Scuola, mancano 779 insegnanti di sostegno

FIDENZA

Addio commosso a Filippo Nencini

Berceto

Lucchi: «Non pagate le spese postali per la bolletta»

oltretorrente

Pacco sospetto in via D'Azeglio: «deflagra» l'allarme bomba

Attivato il protocollo di sicurezza. Il sacco era pieno di immondizia

SERIE B

Niente alibi ma niente processi

1commento

Infarto

Compie 40 anni il palloncino «salva-vite»

san leonardo

Vivono coi figli tra topi e rifiuti

18commenti

IL CASO

Mezzano Rondani, la stazione-rudere

INCHIESTA

Muti senatore, i sostenitori parmigiani

1commento

incidente

Madregolo, schianto tra un furgone e una moto: un ferito grave

MESSICO

Niente Mondiali paralimpici, Giulia Ghiretti tornerà a casa: "Scossa fortissima, secondi interminabili"

La manifestazione è stata annullata in seguito al violento terremoto

la storia

Quei 50 antifascisti parmensi nella guerra di Spagna Foto

3commenti

Gazzareporter

Un lettore: "Ma proprio non c'era altro posto?"

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Migranti e tensioni, i fronti parmigiani

di Francesco Bandini

5commenti

EDITORIALE

Il telefonino in classe e il cervello a casa

di Patrizia Ginepri

9commenti

ITALIA/MONDO

NAPOLI

Chat erotica con una donna: grave 27enne, aggredito dal marito e dal figlio di lei

FOGGIA

E' morta la 15enne ferita al volto dall'ex compagno della madre

1commento

SPORT

STATI UNITI

E' morto il pugile Jake La Motta, "Toro Scatenato"

CALCIO

Michele Uva nominato vicepresidente dell'Uefa

SOCIETA'

SOS ANIMALI

Il gattino Muffin cerca una famiglia

ANIMALI

Un cane veglia per ore il suo "amico" morto in strada: commozione a Roma (e sul web)

1commento

MOTORI

IL DEBUTTO

Nuova Suzuki Swift, nel weekend il porte aperte

PNEUMATICI

Michelin ha una "Vision". Ed è in 3D