21°

QUARTIERI

Un mercatino dell'usato per aiutare i più deboli

Il «Millecose» di Baganzola: storie e oggetti di ogni genere

Il "Millecose" di Baganzola: storie e oggetti di ogni genere

Il "Millecose" di Baganzola: storie e oggetti di ogni genere

0

Laura Ugolotti
Entrare al mercatino dell’usato Millecose, a Baganzola, è un po’ come entrare in un mondo a sé: un piccolo mondo fatto di storie, oggetti di ogni genere, persone che vanno e vengono animando i locali. «Qui c’è tutto ciò che può stare in una casa, quindi è una po’ come una casa a sua volta».
A parlare è Edda Colla, vicepresidente dell’associazione Muungano e coordinatrice del «Millecose», l’attività che coinvolge da anni italiani e stranieri nella raccolta e nella vendita di oggetti usati.
«L’associazione - racconta - segue diversi progetti di solidarietà, e opera con missioni laiche in particolare a Goma, in Congo; la raccolta dell’usato è nata quasi per caso, sei anni fa, quando decidemmo di recuperare il lascito di una volontaria dell’associazione, venuta a mancare».
Fin dall’inizio il mercatino ha trovato sede nella vecchia scuola elementare di Baganzola, anche se da sei anni si attende la formalizzazione di un accordo col Comune per un comodato d’uso gratuito. Qui i volontari raccolgono, sistemano e rivendono tutto quanto viene consegnato loro da chi desidera liberarsi di vecchi mobili o abiti usati.
«Abbiamo di tutto - racconta Edda indicandoci gli spazi della scuola -: vestiti, libri, giocattoli, piccoli e grandi elettrodomestici, mobili, anche antichi, cucine, valige, specchi, quadri, vecchie macchine da scrivere e curiosi utensili antichi non bene identificati. Molto spesso ci si libera di ciò che riteniamo vecchio, rotto, ma non è detto che questo non possa essere riparato o servire ad altre persone». Più che un mercatino fine a se stesso, ci tiene a chiarire, è un modo per aiutare chi si trova in stato di necessità, incentivando allo stesso tempo il recupero. «Qui vengono molti stranieri, ma anche tanti italiani; chi per bisogno chi per passione». 
Il «vintage», infatti, è molto in voga, anche tra i collezionisti. «Non è un’attività economica, anche se parte del ricavato serve a sostenere i progetti di solidarietà dell’associazione. Chi porta da noi le sue cose lo fa gratuitamente, per donare a chi ha bisogno, non per guadagnare. Noi cerchiamo di sdebitarci per quanto possiamo, con piccoli servizi, sgomberi gratuiti di cantine e solai». L’idea, insomma, è quella di mettere in comune le risorse di ciascuno per stare un po’ meglio, tutti insieme. «Più che la solidarietà fine a se stessa, ci interessa valorizzare la fratellanza e la condivisione. Anche del lavoro». In occasione del Natale, «Millecose» organizza - dal 17 al 21 dicembre - il «Fuori tutto», con ulteriori sconti: il giovedì e il sabato, dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 19. Un modo per fare un regalo utile, economico e anche solidale. 
Laura Ugolotti

Entrare al mercatino dell’usato Millecose, a Baganzola, è un po’ come entrare in un mondo a sé: un piccolo mondo fatto di storie, oggetti di ogni genere, persone che vanno e vengono animando i locali. «Qui c’è tutto ciò che può stare in una casa, quindi è una po’ come una casa a sua volta».A parlare è Edda Colla, vicepresidente dell’associazione Muungano e coordinatrice del «Millecose», l’attività che coinvolge da anni italiani e stranieri nella raccolta e nella vendita di oggetti usati.«L’associazione - racconta - segue diversi progetti di solidarietà, e opera con missioni laiche in particolare a Goma, in Congo; la raccolta dell’usato è nata quasi per caso, sei anni fa, quando decidemmo di recuperare il lascito di una volontaria dell’associazione, venuta a mancare».Fin dall’inizio il mercatino ha trovato sede nella vecchia scuola elementare di Baganzola, anche se da sei anni si attende la formalizzazione di un accordo col Comune per un comodato d’uso gratuito. Qui i volontari raccolgono, sistemano e rivendono tutto quanto viene consegnato loro da chi desidera liberarsi di vecchi mobili o abiti usati.«Abbiamo di tutto - racconta Edda indicandoci gli spazi della scuola -: vestiti, libri, giocattoli, piccoli e grandi elettrodomestici, mobili, anche antichi, cucine, valige, specchi, quadri, vecchie macchine da scrivere e curiosi utensili antichi non bene identificati. Molto spesso ci si libera di ciò che riteniamo vecchio, rotto, ma non è detto che questo non possa essere riparato o servire ad altre persone». Più che un mercatino fine a se stesso, ci tiene a chiarire, è un modo per aiutare chi si trova in stato di necessità, incentivando allo stesso tempo il recupero. «Qui vengono molti stranieri, ma anche tanti italiani; chi per bisogno chi per passione». Il «vintage», infatti, è molto in voga, anche tra i collezionisti. «Non è un’attività economica, anche se parte del ricavato serve a sostenere i progetti di solidarietà dell’associazione. Chi porta da noi le sue cose lo fa gratuitamente, per donare a chi ha bisogno, non per guadagnare. Noi cerchiamo di sdebitarci per quanto possiamo, con piccoli servizi, sgomberi gratuiti di cantine e solai». L’idea, insomma, è quella di mettere in comune le risorse di ciascuno per stare un po’ meglio, tutti insieme. «Più che la solidarietà fine a se stessa, ci interessa valorizzare la fratellanza e la condivisione. Anche del lavoro». In occasione del Natale, «Millecose» organizza - dal 17 al 21 dicembre - il «Fuori tutto», con ulteriori sconti: il giovedì e il sabato, dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 19. Un modo per fare un regalo utile, economico e anche solidale. 




© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Bar Refaeli  è di nuovo incinta

gossip

Bar Refaeli è di nuovo incinta

gazzarock

musica

Premio Gazzarock, la sfida comincia: vota il tuo artista preferito

David, Bruni Tedeschi: molta gratitudine per questo film

DAVID

La pazza gioia, Bruni Tedeschi: molta gratitudine per questo film Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Le cose buone e belle di Parma

SONDAGGIO

Le cose buone e belle di Parma: da oggi si vota per O, P e Q. Fate le proposte per le ultime 6 lettere

Lealtrenotizie

Cade per un malore: 42enne muore il giorno dopo il matrimonio

Luzzara

Cade per un malore: 42enne muore il giorno dopo il matrimonio

Delicato intervento al cervello al Maggiore di Parma: Barbara Cocconi, barista, ha lavorato a Montecchio, Boretto, Brescello

Consiglio comunale

In arrivo riduzioni per Cosap e dehor

Spaccatura Pd, Torreggiani contro Dall'Olio - Segui la diretta della seduta

5commenti

32a giornata

Parma-Maceratese anticipata alle 18.30 (domenica 2 aprile)

carabinieri

Maxi-sequestro di armi da guerra nel Parmense: volevano rubare anche la salma di Enzo Ferrari

I nomi dei sette parmigiani della banda

6commenti

Londra

Gemellini borgotaresi salvano la vita alla mamma

1commento

Personaggi

Francesco Canali: "Il mio messaggio di speranza ai malati di Sla"

Il “maratoneta in carrozzina”, ha scritto un articolo per la Gazzetta, per la “sua” Gazzetta

5commenti

sos animali

Bocconi avvelenati: nuovo allarme in via Capelluti

politica

Elezioni 2017, un gruppo solo in corsa per il simbolo M5S

Solo gli "Amici di Beppe Grillo" hanno presentato richiesta entro i termini

1commento

piazzale dalla chiesa

Al bar con la droga pronta per lo spaccio: fermato il pusher richiedente asilo

12commenti

saranno famosi

Langhirano: Ettore, 7 anni e la sua super batteria Video

1commento

Crisi

Copador, si apre la strada del risanamento

2commenti

corte dei conti

Interviste a pagamento, assolto Villani. Condannati 6 ex consiglieri regionali

2commenti

DOMANI

Il pane: uno speciale di otto pagine

Incidente

Ubriaco travolge tre ciclisti

2commenti

Femminicidio

La madre di Alessia: «Oggi compirebbe 40 anni»

sondaggio

Le cose buone e belle di Parma? Boom di voti online

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Chi ha interesse a volere la realtà percepita

5commenti

VELLUTO ROSSO

Settimana di grandi classici. Con grandi sorprese Video

di Mara Pedrabissi

ITALIA/MONDO

traffico

Scontro pullman-tir sul raccordo tra l'A1 e l'A14: 40 feriti

terrorismo

Terzo ergastolo per Carlos, lo Sciacallo

SOCIETA'

studio

Cucina: i libri di ricette sono pieni di errori sulla temperatura di cottura

manchester

"Ingombri la strada", il ciclista s'infuria e reagisce Video

SPORT

argentina

Pesanti insulti al guardalinee(Video): 4 turni di squalifica a Messi

Il personaggio

Bassi: «Il Parma a Gubbio finalmente ha fatto il Parma»

MOTORI

innovazione

La Fiat 500? Adesso si può noleggiare su Amazon

Motori

Il lusso? Oggi veste il made in Italy di Alcantara