13°

31°

QUARTIERI

Da tre generazioni fra gelati e caffè

Claudio Labadini

Claudio Labadini

0

 

La famiglia Labadini e il dolce segreto che si tramanda di padre in figlio. 
Oggi, nella gelateria artigianale e caffetteria che si affaccia su via Montebello, c’è Claudio. Ma negli anni ’50 a sollevare le saracinesche su quartiere Cittadella è stato il nonno. Il parmigiano, che accoglie sorridente oltre il bancone, ha sposato Doriana la montanara - «vengo da Varsi», dice lei con un pizzico di orgoglio – e si occupa non solo di caffè. La coppia custodisce ricette antiche – ma sempre gustose – che vedono protagonista il «re freddo». Il tronchetto semifreddo crema e gianduia spopola nel quartiere «ancora a dimensione d’uomo – racconta Claudio – siamo arrivati più di mezzo secolo fa e conosciamo questa fetta di città come le nostre tasche. Grazie al cielo, nonostante i cambiamenti, si respira ancora un’atmosfera familiare». Marito e moglie si danno i turni: mentre il primo serve il caffè col sorriso, la seconda fa del gelato un’arte. E piacciono gli «zuccotti» di casa Labadini come conferma un drappello di signore che abitano al Cittadella da una vita. «Il primo ad appassionarsi a cialde e coppette fu mio nonno che nel 1950 decise di aprire la gelateria – ribadisce il padrone di casa – sono cresciuto dietro al banco, ma anche nel retrobottega. Lì ho imparato le ricette del gelato artigianale». Dai classici gusti intramontabili, ai sapori più esotici e speziati. «Tutto per garantire il meglio nella vaschetta», strizza l’occhio. Ma la specialità dell’intimo locale sono anche le torte di semifreddo, «le prime volte tutt’altro che semplici da realizzare». La gelateria-caffetteria Labadini è ben presto diventata un affare di famiglia: «la gestione è passata da mio nonno a mio padre, che ha impugnato le redini dell’attività nel 1971» conferma il mago dei dolci . Le valigie per la famiglia del gelato sono scattate solo per un breve periodo, a fine anni ’80: «Ho chiuso in via Montebello per gestire insieme a mia zia una gelateria in via Garibaldi – prosegue – nel ’93 ho conosciuto mia moglie Doriana, nel ’99 siamo tornati alle origini». Lui è quello pragmatico, lei la fantasiosa: «Insieme siamo una grande squadra...basta solo non invadere i confini – dice strizzando l’occhio – lavoriamo contemporaneamente, d’accordo. Ma ciascuno ha il suo ambito. Se io mi occupo della caffetteria, lei si dedica alle torte gelato. O viceversa, naturalmente». La coppia non nasconde che «occorre una buona dose di pazienza per affrontare questo lavoro». Ma la ricetta segreta della famiglia Labadini rimane la stessa da oltre mezzo secolo: «La passione è ciò che ci guida e alleggerisce il mestiere. E il piacere di rendere soddisfatti i clienti». 
La famiglia Labadini e il dolce segreto che si tramanda di padre in figlio. Oggi, nella gelateria artigianale e caffetteria che si affaccia su via Montebello, c’è Claudio. Ma negli anni ’50 a sollevare le saracinesche su quartiere Cittadella è stato il nonno. Il parmigiano, che accoglie sorridente oltre il bancone, ha sposato Doriana la montanara - «vengo da Varsi», dice lei con un pizzico di orgoglio – e si occupa non solo di caffè. La coppia custodisce ricette antiche – ma sempre gustose – che vedono protagonista il «re freddo». Il tronchetto semifreddo crema e gianduia spopola nel quartiere «ancora a dimensione d’uomo – racconta Claudio – siamo arrivati più di mezzo secolo fa e conosciamo questa fetta di città come le nostre tasche. Grazie al cielo, nonostante i cambiamenti, si respira ancora un’atmosfera familiare». Marito e moglie si danno i turni: mentre il primo serve il caffè col sorriso, la seconda fa del gelato un’arte. E piacciono gli «zuccotti» di casa Labadini come conferma un drappello di signore che abitano al Cittadella da una vita. «Il primo ad appassionarsi a cialde e coppette fu mio nonno che nel 1950 decise di aprire la gelateria – ribadisce il padrone di casa – sono cresciuto dietro al banco, ma anche nel retrobottega. Lì ho imparato le ricette del gelato artigianale». Dai classici gusti intramontabili, ai sapori più esotici e speziati. «Tutto per garantire il meglio nella vaschetta», strizza l’occhio. Ma la specialità dell’intimo locale sono anche le torte di semifreddo, «le prime volte tutt’altro che semplici da realizzare». La gelateria-caffetteria Labadini è ben presto diventata un affare di famiglia: «la gestione è passata da mio nonno a mio padre, che ha impugnato le redini dell’attività nel 1971» conferma il mago dei dolci . Le valigie per la famiglia del gelato sono scattate solo per un breve periodo, a fine anni ’80: «Ho chiuso in via Montebello per gestire insieme a mia zia una gelateria in via Garibaldi – prosegue – nel ’93 ho conosciuto mia moglie Doriana, nel ’99 siamo tornati alle origini». Lui è quello pragmatico, lei la fantasiosa: «Insieme siamo una grande squadra...basta solo non invadere i confini – dice strizzando l’occhio – lavoriamo contemporaneamente, d’accordo. Ma ciascuno ha il suo ambito. Se io mi occupo della caffetteria, lei si dedica alle torte gelato. O viceversa, naturalmente». La coppia non nasconde che «occorre una buona dose di pazienza per affrontare questo lavoro». Ma la ricetta segreta della famiglia Labadini rimane la stessa da oltre mezzo secolo: «La passione è ciò che ci guida e alleggerisce il mestiere. E il piacere di rendere soddisfatti i clienti». 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Insinna social network

tv e polemiche

Insinna si vendica: «Il Tapiro censurato da Striscia»

Il rock piange anche Gregg Allman

Gregg Allman

musica

Il rock piange anche Gregg Allman

Superbike: bellezze a bordo pista a Donington

Sport

Superbike: bellezze a bordo pista a Donington Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Les Caves

CHICHIBIO

«Les Caves», qualità tra tradizione e innovazione

Lealtrenotizie

Scivola sulla ferrata e resta appeso al cavo di sicurezza sulla Pietra di Bismantova: ferito 25enne di Parma

PIETRA DI BISMANTOVA

Scivola sulla ferrata e resta appeso al cavo di sicurezza: ferito 25enne di Parma

PARMA

A fuoco deposito di carta e campana del vetro: due incendi in viale Fratti e via Trieste

COLLECCHIO

Furti e auto forzate nel parcheggio dell'EgoVillage: abitanti esasperati

INCIDENTE

E' morta l'anziana investita in via Pellico

berceto

Scontro tra moto sulla strada del Cento Croci: cadono in tre

sorbolo

L'ultimo binario dell'idiozia: dopo le auto, fingono di finire sotto il treno

4commenti

truffa

Falso avvocato raggirava immigrati tra Parma e Reggio: denunciato

Roncole Verdi

Il caso di don Gregorio fa discutere: c'è chi parla di scelta azzardata

FESTE

La serata di Bob Sinclar alla Villa degli Angeli Foto

SEMBRA IERI

Sembra ieri: via Farini affollata di autobus (1998)

traffico

Autovelox: i controlli fra il 29 maggio e il 1° giugno

1commento

Pasimafi

Liberi Ugo e Marcello Grondelli

salso

Terme, via libera alla liquidazione

Autostrada

Incidente e traffico intenso: code in A1 e in A15 in serata

MEDESANO

Furto al cimitero, rubato un borsello da un'auto

PARMA

Gag, solidarietà e... abbracci gratis: i clown di corsia in piazza Garibaldi Foto

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La balla dei soldi pubblici ai giornali

di Michele Brambilla

5commenti

EDITORIALE

Miss Italia, Salso saprà ricominciare?

di Leonardo Sozzi

ITALIA/MONDO

URBINO

Bimbo morto di otite: indagati il medico e i genitori, donati gli organi

ravenna

Blue Whale: la Polizia "salva" una studentessa di 14 anni

SOCIETA'

LA PEPPA

La ricetta - Verdure farcite per l’estate

il disco 

Ha un'anima il Robot di Alan Parsons

SPORT

FORMULA UNO

Doppietta Ferrari dopo 16 anni a Montecarlo. Gelo tra Vettel e Raikkonen

Montecarlo

La doppietta Ferrari è di quelle pesanti. Hamilton è il vero sconfitto (ma anche Raikkonen...)

MOTORI

motori

BMW Serie 8, a Villa d'Este il concept della futura generazione

il test

Nuovo Discovery, in missione per conto di Land Rover