12°

san leonardo

Ex-Csac, cercasi progetto per un utilizzo pubblico

Lavori fermi da 3 anni nel padiglione all'interno di Stu Pasubio

0

 

Enrico Gotti
Tremila metri quadrati, in via Palermo, in attesa di un destino. «La Casa della cultura – diceva il sindaco Pietro Vignali - sarà uno dei cuori pulsanti dell’arte in città, un grande polo della creatività che sarà di stimolo per il futuro di Parma». «Sarà gestito direttamente dagli artisti -spiegava Luca Sommi, all'epoca assessore alla cultura - come al Palais de Tokyo di Parigi. I giovani potranno imparare e poi esibirsi, un unicum in Italia, una bottega rinascimentale del terzo millennio». Tre anni dopo, i lavori nel Padiglione Nervi, ex sede dello Csac, non sono ancora iniziati. Il progetto è firmato da Oriol Capdevila, l’architetto catalano dello studio Mbm Arquitectes che ha disegnato la stazione di Parma. L’idea è di trasformare l’edificio industriale, conosciuto come padiglione-Nervi, in un grande contenitore per l’attività culturale. Nel progetto, da sette milioni di euro, l’ex stabilimento doveva ospitare il Caffé degli artisti, spazi teatrali, auditorium e atelier per artisti. Adesso il padiglione e i capannoni contigui sono completamente vuoti. Porte e finestre sono sigillate. Il cortile interno, invece, è diventato un rifugio per tossicodipendenti, come dimostrano alcune siringhe per terra. Le reti metalliche attorno all’edificio sono state abbattute. Il progetto di riqualificazione del quartiere, adesso, non è più in capo al Comune di Parma, che sotto la giunta 5 Stelle, ha venduto le proprie quote di Stu Pasubio, la società di trasformazione urbana che si occupa dei lavori. Il Municipio si è liberato, in questo modo, di 44 milioni di euro di debiti. L’amministrazione cerca comunque una soluzione, per non avere un’altra «incompiuta» da aggiungere all’elenco delle opere. Il mese scorso è stato creato un tavolo di lavoro, con Comune, attuatori e ordine degli architetti, per arrivare ad un accordo da presentare alla regione Emilia-Romagna. L’obiettivo è di far proseguire il piano urbanistico e di non perdere i 2.500.000 euro che la Regione aveva deciso di destinare all’intervento. «Cosa si farà dell’edificio? Stiamo discutendo, ma l'indicazione è che sia uno spazio pubblico – dice Michele Alinovi, assessore ai Lavori pubblici del comune di Parma - Adesso è tutto ancora in itinere. Si sta concertando una linea, l’obiettivo è mantenere l’interesse pubblico della riqualificazione urbanistica». 
Enrico Gotti

Tremila metri quadrati, in via Palermo, in attesa di un destino. «La Casa della cultura – diceva il sindaco Pietro Vignali - sarà uno dei cuori pulsanti dell’arte in città, un grande polo della creatività che sarà di stimolo per il futuro di Parma». «Sarà gestito direttamente dagli artisti -spiegava Luca Sommi, all'epoca assessore alla cultura - come al Palais de Tokyo di Parigi. I giovani potranno imparare e poi esibirsi, un unicum in Italia, una bottega rinascimentale del terzo millennio». Tre anni dopo, i lavori nel Padiglione Nervi, ex sede dello Csac, non sono ancora iniziati. Il progetto è firmato da Oriol Capdevila, l’architetto catalano dello studio Mbm Arquitectes che ha disegnato la stazione di Parma. L’idea è di trasformare l’edificio industriale, conosciuto come padiglione-Nervi, in un grande contenitore per l’attività culturale. Nel progetto, da sette milioni di euro, l’ex stabilimento doveva ospitare il Caffé degli artisti, spazi teatrali, auditorium e atelier per artisti. Adesso il padiglione e i capannoni contigui sono completamente vuoti. Porte e finestre sono sigillate. Il cortile interno, invece, è diventato un rifugio per tossicodipendenti, come dimostrano alcune siringhe per terra. Le reti metalliche attorno all’edificio sono state abbattute. Il progetto di riqualificazione del quartiere, adesso, non è più in capo al Comune di Parma, che sotto la giunta 5 Stelle, ha venduto le proprie quote di Stu Pasubio, la società di trasformazione urbana che si occupa dei lavori. Il Municipio si è liberato, in questo modo, di 44 milioni di euro di debiti. L’amministrazione cerca comunque una soluzione, per non avere un’altra «incompiuta» da aggiungere all’elenco delle opere. Il mese scorso è stato creato un tavolo di lavoro, con Comune, attuatori e ordine degli architetti, per arrivare ad un accordo da presentare alla regione Emilia-Romagna. L’obiettivo è di far proseguire il piano urbanistico e di non perdere i 2.500.000 euro che la Regione aveva deciso di destinare all’intervento. «Cosa si farà dell’edificio? Stiamo discutendo, ma l'indicazione è che sia uno spazio pubblico – dice Michele Alinovi, assessore ai Lavori pubblici del comune di Parma - Adesso è tutto ancora in itinere. Si sta concertando una linea, l’obiettivo è mantenere l’interesse pubblico della riqualificazione urbanistica». 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Hugh Jackman: "Ho un nuovo carcinoma alla pelle"

cinema

Hugh Jackman: "Ho un nuovo carcinoma alla pelle"

Aurora Ramazzotti canta la canzone di papà Eros e lo imita: «Mi ucciderà»

radio

Aurora Ramazzotti imita papà Eros: «Mi ucciderà» Video

Il buongiorno in rosso di Belen fa impazzire i fans

gossip

Il buongiorno in rosso di Belen fa impazzire i fans

Notiziepiùlette

Ultime notizie

I dieci errori da evitare in palestra

FITNESS

I dieci errori da evitare in palestra

Lealtrenotizie

Il Parma soffre ma poi vince alla grande: 4-2 sulla Sambenedettese

Stadio Tardini

Il Parma soffre ma poi vince alla grande: 4-2 sulla Sambenedettese Foto Video

Crociati a 3 punti dalla capolista Venezia. Partita numero 300 per capitan Lucarelli con la maglia del Parma

1commento

Parma-Samb

D'Aversa: "Nel primo tempo non eravamo aggressivi. Importante l'atteggiamento" Video

1commento

L'INCHIESTA

Telefonini in classe? A Parma per lo più spenti

6commenti

lega pro

Reggiana avanti con il Lumezzane: 1-0

SCUOLA

Traversetolo, in bagno solo all'intervallo

5commenti

gazzareporter

Furgone "incastrato" nel fossato tra Fugazzolo e Casaselvatica: foto

il caso

Bocconi avvelenati al Parco Martini: e Otto muore in poche ore

5commenti

Gazzareporter

La foto di un lettore: "Parco del Cinghio finito e mai aperto"

la domenica

Sapore di Carnevale, ciaspole e... Schifitombola: l'agenda

Gazzareporter

Il sole "accende" i colori in Ghiaia

Soragna

Senza patente da sempre, maxi-multa

8commenti

Milano

Meningite, 14enne grave: anche Signorelli dell'Università di Parma nella task force della Regione

SCUOLA

Troppe richieste per il Marconi: si andrà al sorteggio

FIDENZA

Lisca conficcata in gola: bambina all'ospedale

2commenti

Instameet

Appassionati di Instagram alla "scoperta" del convitto Maria Luigia

sert

"I minorenni? Usano la droga per calmarsi"

Parla la dirigente del Sert: "Oggi arrivano persone dalla vita apparentemente normale"

4commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La risposta che occorre per placare la rabbia

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

Le deprimenti liti dei politici

1commento

ITALIA/MONDO

Sant'Ilario d'Enza

Mezzo nudo e in perizoma fa l'esibizionista davanti a una bimba: arrestato 

Austria

Cadavere nel bagagliaio: italiano ricercato per omicidio

WEEKEND

L'INDISCRETO

I belli delle donne

1commento

il disco

45 ANNI FA - Mu, il mito secondo Cocciante

SPORT

Parma-Samb

Il Parma tira fuori il carattere: l'analisi di Sandro Piovani Video

Parma-Samb

Lucarelli: "Partenza lenta, pericolo scampato" Video

MOTORI

SUPERCAR

Ferrari 812 Superfast,
la nuova berlinetta da 800 Cv

LA PROVA

Countryman: anche Mini ha il suo Suv