10°

22°

Silvia, la coach che aiuta a tirare fuori il meglio da sé

«Il mio lavoro? Aiutare le persone a superare i propri limiti e arrivare all’obiettivo in breve tempo»

Silvia, la coach che aiuta a tirare fuori il meglio da  sé
Ricevi gratis le news
0

 

Chiara Pozzati
Nell’altalena della vita c’è chi aiuta a (ri)trovare la bussola. Nella sfera privata, come nel lavoro. Non chiamatela psicologa, per carità, anche se le persone rimangono al centro della sua attenzione. Non è un’infermiera, una psichiatra, una guru. E’ una motivatrice. Silvia Pietralunga, parmigiana doc, con 28 anni di consulenza aziendale e marketing sulle spalle, porta il coaching a Parma. E sono toccanti le testimonianze di alcune sue «clienti» che hanno intrapreso il percorso di consapevolezza di sé, guardandosi dentro e sfidando i grumi di dolore e scoramento. 
Ma cosa fa tecnicamente il coach? «Aiuto chi si rivolge a me a tirar fuori il meglio da sé»,  spiega la Pietralunga, che nel suo studio in via Petrarca accoglie donne e uomini, liberi professionisti, anziani o studenti sull’orlo di svolte importanti. «Fornisco degli strumenti ben precisi per un “allenamento mentale”. Fissiamo un obiettivo con la persona e ci concentriamo su ciò che bisogna cambiare per ottenerlo».
 Una sorta di insegnamento personalizzato, per aiutare a focalizzare i traguardi e trovare soluzioni e strategie di miglioramento. Le parole d’ordine? «Brevità e onestà. In poche sedute - a volte una soltanto - si riesce a sciogliere il bandolo della matassa. Non solo: se non sono in grado di garantire dei risultati, sono la prima che fa un passo indietro e indirizza il cliente altrove». 
La sua carriera ha preso il via 28 anni fa, mentre la Mc company, di cui è socia fondatrice e amministratore unico, ne festeggia 26. «Mi sono avvicinata al coaching,  e per cinque anni mi sono formata con i grandi di questa disciplina», spiega. Una sfilza di master e specializzazioni l’hanno portata a spasso per l’Europa. Quel che è certo è che gli standard sono quelli fissati da Richard Bandler e John Grinder, i papà del coaching. 
Motivazione personale o di squadra, ecco perché tra i clienti di Silvia spiccano anche manager e personale di numerose aziende parmigiane. «Anch’io ho vissuto un momento dolorosissimo e non sapevo a chi rivolgermi - conclude -:  se avessi conosciuto questa figura professionale sarebbe stato  un aiuto prezioso. Superare i propri limiti, far emergere talenti e arrivare all’obiettivo in breve tempo: ecco i temi cardine del mio lavoro». 
Chiara Pozzati

 

Nell’altalena della vita c’è chi aiuta a (ri)trovare la bussola. Nella sfera privata, come nel lavoro. Non chiamatela psicologa, per carità, anche se le persone rimangono al centro della sua attenzione. Non è un’infermiera, una psichiatra, una guru. E’ una motivatrice. Silvia Pietralunga, parmigiana doc, con 28 anni di consulenza aziendale e marketing sulle spalle, porta il coaching a Parma. E sono toccanti le testimonianze di alcune sue «clienti» che hanno intrapreso il percorso di consapevolezza di sé, guardandosi dentro e sfidando i grumi di dolore e scoramento. Ma cosa fa tecnicamente il coach? «Aiuto chi si rivolge a me a tirar fuori il meglio da sé»,  spiega la Pietralunga, che nel suo studio in via Petrarca accoglie donne e uomini, liberi professionisti, anziani o studenti sull’orlo di svolte importanti. «Fornisco degli strumenti ben precisi per un “allenamento mentale”. Fissiamo un obiettivo con la persona e ci concentriamo su ciò che bisogna cambiare per ottenerlo». Una sorta di insegnamento personalizzato, per aiutare a focalizzare i traguardi e trovare soluzioni e strategie di miglioramento. Le parole d’ordine? «Brevità e onestà. In poche sedute - a volte una soltanto - si riesce a sciogliere il bandolo della matassa. Non solo: se non sono in grado di garantire dei risultati, sono la prima che fa un passo indietro e indirizza il cliente altrove». La sua carriera ha preso il via 28 anni fa, mentre la Mc company, di cui è socia fondatrice e amministratore unico, ne festeggia 26. «Mi sono avvicinata al coaching,  e per cinque anni mi sono formata con i grandi di questa disciplina», spiega. Una sfilza di master e specializzazioni l’hanno portata a spasso per l’Europa. Quel che è certo è che gli standard sono quelli fissati da Richard Bandler e John Grinder, i papà del coaching. Motivazione personale o di squadra, ecco perché tra i clienti di Silvia spiccano anche manager e personale di numerose aziende parmigiane. «Anch’io ho vissuto un momento dolorosissimo e non sapevo a chi rivolgermi - conclude -:  se avessi conosciuto questa figura professionale sarebbe stato  un aiuto prezioso. Superare i propri limiti, far emergere talenti e arrivare all’obiettivo in breve tempo: ecco i temi cardine del mio lavoro». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Crozza torna in Rai. Per Fazio

Fazio e Crozza sul palco di Sanremo 2013

televisione

Crozza torna in Rai. Per Fazio

1commento

Rolling Stones: gli highlander del rock

Il concerto

Stones: immortali! (Jagger canta in italiano)(Le polemiche)

Platinette, rovinosa caduta giù dalle scale

tv

Platinette, rovinosa caduta dalle scale al "Tale quale Show" Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La parola all'esperto

ECONOMIA

Torna "La parola all'esperto". Inviate i vostri quesiti

Lealtrenotizie

Casa: «Ecco la mia ricetta per la sicurezza»

MUNICIPIO

Casa: «Ecco la mia ricetta per la sicurezza»

15commenti

COLLECCHIO

Una discarica nel guado del Baganza, scatta la protesta

Municipale

Incidente stradale, ieri sera, in Località "Il Moro"

Tordenaso

Addio a Bortolameotti, uomo dal cuore grande

2commenti

Tuttaparma

Portinerie e portinai di un tempo

1commento

TABLEAUX VIVANTS

Se bimbi e fotografi (over 60») fanno robe da circo

MOTOCROSS

Kiara Fontanesi si mette «in piega»

Scuole

Studenti a rischio a Corcagnano

2commenti

"Robe da Circo"

Bimbi e fotografi ne combinano di "tutti i colori" Video

gazzareporter

In piazza Garibaldi è arrivato Capitan Acciaio Gallery

L'INTERVISTA

Pizzarotti: «Parma insicura? Non è colpa degli immigrati ma dei criminali»

«L'emergenza sicurezza è frutto della mancata certezza delle pene e delle espulsioni difficili» dice Pizzarotti a pochi giorni dall'udienza con papa Francesco.

53commenti

Attacco dell'opposizione

«La sindaca di Felino si dimetta»

3commenti

Laguna gialloblù

L'«Imperatore» di Venezia

1commento

BASKET

Fulgor, si presenta l'orgoglio di Fidenza

SALSO

Ladri cercano di entrare in una villetta

CERIMONIA

Due nuovi diaconi, vite nel nome del Signore

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La piccola vittoria di una grande Merkel

di Paolo Ferrandi

CONTROLLI

Autovelox, autodetector, speedcheck: la mappa della settimana

ITALIA/MONDO

Germania

Elezioni: vince la Merkel, estrema destra in Parlamento

FURTI

Colpi in tutta Italia, presi "maghi" chiave bulgara. Il deposito a Reggio Emilia

4commenti

SPORT

RUGBY

Zebre nella storia: prima squadra italiana a vincere in Sudafrica Le foto

Sport USA

NFL, altro successo per i Falcons

SOCIETA'

liceo Marconi

I «ragazzi della 5ª C» (parmigiani) si ritrovano 30 anni dopo Gallery

1commento

siracusa

Tenuta come schiava in casa, arrestato marito marocchino

MOTORI

LA NOVITA'

Al volante della nuova Volvo XC60. Ecco come va

auto&moda

Jaguar E-Pace, Debutto con Palm Angels Fotogallery