-1°

san leonardo

"Riprendiamoci la nostra città"

Se un commerciante esasperato scrive alla Gazzetta... "E' possibile combattere la criminalità con la presenza dei cittadini?" - Dite la vostra

Via Trento: sospetti pusher in bici

Via Trento: sospetti pusher in bici

20

Oggi la Gazzetta di Parma pubblica due pagine di lettere, che come sempre propongono molti spunti - firmati dai lettori - sulla vita di Parma e della provincia. Una di queste si presta ad aprire un dibattito fra i lettori del nostro sito:

Signor direttore, buongiorno da San Leonardo a lei, direttore ed a tutti i lettori della Gazzetta.

Ho letto vari articoli riguardanti il problema della presenza di persone che nelle ore notturne si soffermano in vari punti di via San Leonardo, così come in altri luoghi della città.Le forze dell' ordine non riescono a debellare questo triste fenomeno, perchè questi «cittadini» sono scaltri; pur essendo dei venditori di sostanze proibite, in realtà 3non portano mai appresso nulla di compromettente.Se ho ben capito, le «transazioni commerciali» avvengono sempre in modo furbetto: paghi qui poi vai prendere la merce abbandonata là, dove a poca distanza c'è il mio amico che fa la guardia,.... o cose del genere.La presenza di queste persone, oltre ad infondere una profonda sensazione di insicurezza tra gli abitanti, danneggia enormemente le attività commerciali, sia che abbiano un orario di lavoro serale che diurno.

Noi commercianti abbiamo segnalato più volte il fenomeno alle forze dell' ordine che si sono dimostrate molto disponibili ed attente alle nostre segnalazioni, facendoci però notare che siamo in uno stato di diritto e loro non possono proibire a nessuno di rimanere sui marciapiedi pubblici, neanche se ci stanno per tutta la notte. Io non voglio arrendermi a questo degrado, e voglio che la nostra bella Parma torni ad essere pulita come è sempre stata.Propongo ai parmigiani di adottare il vecchio sistema: «occhio per occhio e dente per dente»; sistema che che è deprecabile quando l'argomento in questione è grave, ma in questo caso, visto che lor signori «non fanno nulla di male», non faremmo niente di male male neppure noi parmigiani se cominciassimo a presenziare il più a lungo possibile sugli spazi pubblici.La presenza di onesti cittadini sui suoli pubblici, nei cortili, ai balconi, alle finestre, infastidirebbe questi personaggi ed impedirebbe di fatto il loro subdolo commercio, perchè nessuno si mostrerebbe ad acquistare da loro.Direttore, le propongo di incoraggiare i parmigiani a riprendersi la propria città: 

La prego, caldeggi questo argomento con continui articoli sulla Gazzetta, inviti i parmigiani ad uscire dalle case, indica un concorso «balconi e cortili popolati», anzichè il classico concorso «Balcone fiorito» che ogni tanto si sente nei paesi.Invitiamo i ragazzi a fotografare continuamente ogni angolo della nostra città ed a pubblicare le foto sui social networks che a loro piacciono tanto, ed ad inviarle a lei, direttore, affinchè le possa pubblicare settimanalmente, così come fa con la rubrica «Era qui la festa», con un bel titolo del tipo: «Parma in strada, Parma viva, Parma vera» o come lei sicuramente sa titolare meglio di me; sono sicuro che dopo la prima pubblicazione nessuno più vorrà rischiare di finire immortalato sulla Gazzetta mentre contratta con questi venditori.Invitiamo il Comune a proporre ai locali pubblici di usufruire di spazi esterni come plateatici a cifre simboliche da versare al Comune, anzichè a cifre esagerate come si sente parlare, sempre con lo scopo di portare persone in strada.Lo sappiamo tutti che «quando manca il gatto i topi ballano», no?

Conoscendo la forza della carta stampata, mi piacerebbe tanto che la Gazzetta riuscisse in ciò in cui hanno fallito le forze dell'ordine, e diventasse esempio a tutte le città d'Italia, cosa che la porterebbe alla ribalta di tutti i telegiornali nazionali.Auguri e forza Parma, Parma città, anche fuori dallo stadio.

Giancarlo Pellegrini

Tutte le lettere sulla Gazzetta di Parma in edicola- E sulla proposta del signor Pellegrini, dite la vostra nello spazio commenti

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • xxl

    03 Dicembre @ 15.44

    nilus75

    Scusate, ma resto basito! leggo commenti incredibili, è vero che non è vietato sostare, ho dei dubbi che questi infondano sicurezza, forse è vero che tengono un basso profilo e non rompono le scatole, ma vendono droga che è vietata quello che fanno è illecito, purtroppo in italia ormai vige la regola che se non rompi puoi far tutto, ma non è così che funziona! Forse vogliamo dimenticare che dietro c'è un mercato di sostanze che uccidono? che in più occasioni ci sono stati accoltellamenti per la gestione del territorio? che i soldi vanno a riempire le tasche della criminalità organizzata? ...ma veramente qualcuno difende questa situazione??? incredibile...

    Rispondi

  • Dario

    03 Dicembre @ 13.08

    Allora, signor Sabcarera, la sua proposta qual è? Coprifuoco e pena di morte per pusher e drogati? Le auguro che suo figlio non venga mai sorpreso con una canna in tasca: con le leggi attuali finirebbe dritto in via Burla in compagnia di assassini e stupratori. Qui si sta parlando di strade sicure, non dell'interno delle dinamiche famigliari. Non ricordo un singolo articolo che parlasse di un cittadino che viene aggredito da un pusher per strada. Quindi il problema è solo apparentemente di sicurezza: il problema in realtà è estetico. A molti parmigiani da fastidio ciò che è considerato brutto, ed invece di capire perchè esiste il problema della droga e come affrontarlo civilmente, si pensa a nascondere il problema sotto il tappeto, come se il problema non li riguardasse. Sappiamo tutti benissimo invece come ai pusher si rivolgano distinti professionisti di Parma... forse per loro il discorso non vale! Se per risolvere la piaga della droga bastasse togliere i Pusher dalle strade......

    Rispondi

  • Eddard

    03 Dicembre @ 11.28

    castamerains@gmail.com

    Secondo me il signor Giancarlo Pellegrini nella lettera al direttore ha pienamente ragione. Tutti i cittadini dovrebbero essere più partecipi e attivi e meno indifferenti il punto è solo questo. Non bisogna abbassare la testa e tirar dritto per la propria strada, bisogna svegliarsi e avere il coraggio di far sentire la propria presenza come Italiani e come Parmigiani. Fin quando questi vedranno NOI come ospiti nel "loro" territorio la faranno sempre da padrone. La convivenza civile può e deve esistere, ma senza le regole e il rispetto è nulla.

    Rispondi

  • marirhugo

    03 Dicembre @ 11.13

    il problema sarebbe che c'e' gente che si sofferma sui marciapiedi di notte? testuale "Ho letto vari articoli riguardanti il problema della presenza di persone che nelle ore notturne si soffermano in vari punti di via San Leonardo, così come in altri luoghi della città." Le hanno spiegato che siamo in uno stato di diritto, E lei non vuole arrendersi. al degrado? degrado di che,? di persone che sostano sui marciapiede di notte? Guardi che Parma la chiamano la Piccola Parigi e la voglio proprio vedere una Piccola Parigi senza persone che sostano sui marciapiedi di notte. Faccia mente locale a quello che le dicono; e senze putroppo; Siamo in uno stato di diritto non abbiamo il coprifuoco di notte.

    Rispondi

  • sabcarrera

    03 Dicembre @ 10.25

    Logica interessante se legalizziamo un'attività criminale non è più reato. La legalizzazione non sta avvenendo in molti paesi Europei. Dov'è legale l'eroina o cocaina? Poi dire che uno non è aggredito mi sembra ingenuo. Quei genitori di tossico-dipendenti? Quelli che perdono un parente per la droga? Fortunato quello che non ha subito un furto, io ne ho subito diversi con danni ingenti non dal furto ma per i danni.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La solignanese Giulia De Napoli vince 85mila euro all'«eredità»

RAI UNO

Giulia De Napoli di Solignano vince 85mila euro all'«Eredità»

All’asta su Catawiki la Seat 1430 di Julio Iglesias

AUTO

All’asta su internet la Seat 1430 di Julio Iglesias

1commento

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

pgn feste

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Pasticcio di patate formaggi e verdure

LA PEPPA 

La ricetta - Pasticcio di patate formaggi e verdure

Lealtrenotizie

Gli investigatori tornano nella casa dell'assassino

DELITTO DI NATALE

Gli investigatori tornano nella casa dell'assassino

Campagna elettorale

Pizzarotti candidato. E i Cinque stelle?

TERREMOTO

Le offerte dei lettori per il centro Italia

IL 29 AL REGIO

Niccolò Fabi: «Il disco della solitudine»

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

CALCIO

D'Aversa ha scelto Frattali

ACCIAIO

S.Polo Lamiere acquisisce la Tecnopali

Progetto

Cento studenti mandano una sonda nello spazio

Blackout

Zibello senza luce, scoppia il caso

NOCETO

Tecnico cade da una scala e batte la testa: è grave Video

ricandidatura

Pizzarotti: "Saremo civici veri" Video - Critiche dall'opposizione Video

Alleanze? "Tutti sono ben accetti ma il tema dei partiti non ci ha mai appassionato"

2commenti

parma

Ladro "seriale" dei supermercati colto sul fatto e denunciato

Rimini

I gelati migliori d'Italia: Parma e Salso al top nella guida del Gambero Rosso

Gli ispettori della guida hanno assegnato i "tre coni" a 36 gelaterie in tutto il Paese

5commenti

San Leonardo

Picchiata e scaraventata giù da un'auto in via Doberdò

Prende corpo l'ipotesi di una lite per motivi personali

26commenti

anteprima

Come saranno utilizzati i vostri aiuti per i terremotati Video

Parma

Palazzo Pallavicino sarà donato alla Fondazione Cariparma

4commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Dedicato a Filippo e a chi gli vuol bene

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

ITALIA/MONDO

industria

Trump alza il primo muro: Usa fuori dal TPP

Gran Sasso

Ecco i cuccioli sopravvissuti fra le macerie dell'albergo di Rigopiano Foto

1commento

SOCIETA'

PADOVA

Orge in canonica, don Cavazzana ai fedeli: "Pregate per me"

3commenti

polemica

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

13commenti

SPORT

lega pro

Reggiana: Colucci esonerato. Arriva Menichini 

uefa

25 anni di Champions: il Parma è 85°. 7° in Italia

MOTORI

Prova su strada

Renault Scenic, adatta a tutto (e tutti)

ANTEPRIMA

Rivoluzione Micra: Nissan cambia tutto