15°

Corcagnano

Servono soldi per fare ripartire il Taxi sociale

Appello dell'associazione «Casa Azzurra» per rimettere in moto il pulmino di anziani e disabili

Servono soldi per fare ripartire il Taxi sociale
2

 

Il servizio Taxi sociale gestito dall’associazione Traumi «Casa Azzurra» di Corcagnano è fermo da circa tre settimane e i volontari fanno un appello perché la generosità di associazioni e cittadini possa rimettere in moto un servizio di ormai comprovata utilità.
Un incidente stradale, per fortuna senza conseguenze per le persone, poco prima delle feste ha messo fuori uso il pulmino con cui, dal 2011, anziani e disabili del quartiere potevano essere accompagnati gratuitamente a visite e controlli sanitari: per rimettere in sesto il mezzo servono migliaia di euro, soldi che la «Casa Azzurra» non ha. «Continuiamo a ricevere richieste da parte di anziani e disabili che, senza questo servizio, hanno estrema difficoltà a spostarsi - spiega Michela Cavatorta, coordinatrice di «Casa Azzurra» -. Purtroppo il sinistro stradale ha compromesso la funzionalità del pulmino e noi non sappiamo davvero come fare per coprire i costi del danno».
Il mezzo in questione era stato dato in concessione d’uso dal Comune al centro «Casa Azzurra» nel 2001. Per i primi dieci anni era servito al trasporto degli ospiti del centro Traumi, e, quando nel 2011 è arrivato un altro pulmino, l’associazione aveva deciso di istituire il servizio di Taxi sociale a beneficio di tutta la comunità del quartiere, per ottimizzare ed estendere l’utilizzo del mezzo in concessione all’associazione, così da soddisfare le esigenze di trasporto della popolazione anziana o con problemi di mobilità di Corcagnano e delle altre frazioni limitrofe.
Sono cinque i volontari di varie associazioni del paese che si alternano alla guida, 24 le persone che nel 2013 hanno usufruito di questo servizio e più di 350 i viaggi compiuti in un anno. «Finora il Taxi sociale è stato gestito dalla “Casa Azzurra” con l’aiuto di volontari, ma stiamo valutando la possibilità di costituire un’associazione, un comitato che si occupi specificatamente di questo servizio» aggiunge la Cavatorta.
«Per ora pensiamo a ripartire al più presto - sottolinea Adriano Benassi, volontario del servizio, oltre che presidente dell’Avis Vigatto -. Facciamo un appello a chi può aiutarci, anche con un prestito, perché la validità di questo servizio è riconosciuta e le persone ne hanno davvero bisogno».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Maurizio

    10 Gennaio @ 21.54

    Evidentemente lei signora giovanna non sa nulla di questa associazione e di quanto i "VOI" che secondo lei dovrebbero iniziare a contribuire, hanno già dato, evidentemente lei non sa nulla dell'entità di un assegno di accompagnamento, di una pensione minima... cosa si vuol contribuire che spesso si fa fatica ad arrivare a fine mese, che i vestiti vengono utilizzati fino all'ultimo, che non si va mai fuori a mangiare perchè non si hanno i soldi o anche perchè mancano gli amici......

    Rispondi

  • Giovanna

    10 Gennaio @ 18.08

    Rivolgetevi alla Saccani o Malerba, oppure a Forum Solidarietà, oppure perchè non fate una raccolta fondi proprio tra chi usufruisce del servzio, tra pensioni, assegni d'accompagnamento vari, depositi in banca e quant'altro vedreste che bel gruzzoletto ricavereste! Ma già a Parma son TUTTI poveri e bisognosi! Cominciate voi con l'auto solidarietà, date in BUON ESEMPIO SOCIALE. Preferisco essere spietatamente cinica, ma onesta, che squallidamente pietosa. Giovanna

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Halle Berry si libera del vestito degli Oscar: così il Versace finisce per terra e lei si butta in piscina

come in un film

Halle Berry si libera del vestito degli Oscar e si tuffa Video

Montalbano torna, supera i 10 milioni e fa il 40%

televisione

Montalbano, ritorno record: supera i 10 milioni

Addio al gigante di «Trono di Spade»

MORTO FINGLETON

Addio al gigante di «Trono di Spade»

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Top500": la classifica

IMPRESE

Top500 Parma, ecco la classifica completa

Lealtrenotizie

Arrestate due cittadine rumene

cittadella

Scippavano anziani: rom arrestate da un poliziotto fuori servizio

INCHIESTA

Alberi, sigilli a una casa famiglia per anziani. Tre indagati

da mantova a parma

Furto a un distributore, un moldavo in manette

autostrada

Incidente tra due camion a Fiorenzuola: code verso Fidenza

Consiglio comunale

Rifiuti e sicurezza: oggi Consiglio comunale Diretta dalle 15

opportunita'

Venti nuovi annunci per chi cerca un lavoro

L'ALLARME

Droga, a Parma ogni anno 400 segnalati alla Prefettura

3commenti

La traversata

Quei velisti con Parma nella cambusa

Mercati esteri

Sicim, tris di commesse per 200 milioni di dollari

Amarcord

Prati Bocchi, 67 anni di amicizia

meteo

Tornano pioggia, vento e neve sulle alpi

Langhirano

E' morto Pierino Barbieri

1commento

Scomparso

«Benito, come un padre per tanti di noi»

FOCUS

Monticelli? Mancano spazi per i giovani

LEGA PRO

Parma, Frattali out: in porta arriva Davide Bassi. Il Pordenone travolge il Bassano

L'estremo difensore era svincolato dall'Atalanta, nel suo passato anche Empoli e Torino

2commenti

svariati casi a Parma

Ed ecco servita la truffa degli estintori (per i negozi)

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le multe facili e quelle difficili

13commenti

EDITORIALE

Quei politici allergici alla libertà di stampa

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

il CASO

Dj Fabo ha morso il pulsante per il suicidio assistito

2commenti

TREVISO

Il Comune licenzia dipendente assenteista

SOCIETA'

caffè

A Milano lo Starbucks più grande d'Europa

comune

2200 anni della fondazione di Parma: ecco il logo di Franco Maria Ricci

SPORT

inghilterra

Ranieri: il tributo (mascherato) dei tifosi del Leicester Gallery

Ciclismo

Grave caduta per la giovane promessa Marco Landi

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, la nostra pagella

NOVITA'

Bmw, la nuova Serie 5 ragiona da ammiraglia