12°

26°

lavori

Via Trento dice no al lungo cantiere

I commercianti: «Con 4 mesi di lavori dovremo chiudere l'attività»

Via Trento
6

Che via Trento, per la quarta volta negli ultimi sette anni, dovesse essere chiusa al traffico, era nell'aria da qualche tempo. Ma che il periodo di chiusura dovesse essere addirittura di quattro mesi, nessuno se lo aspettava. 

E lo sconcerto, il giorno dopo il colpo del «ko» inferto da Comune e Iren con la solita formula dei «lavori improrogabili» è davvero tanto. L'unico giudizio positivo viene dato sul largo anticipo con il quale questa volta la notizia dei lavori è stata data «ma scriva pure che comunque noi, anche sapendolo prima, non troviamo certo una soluzione al problema di tirare avanti con il nostro lavoro.....................Tutti i particolari e le reazioni sulla Gazzetta di Parma

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Maurizio

    31 Gennaio @ 18.35

    Rifacimento acqua luce e gas, i tempi sono lunghi anche lavorando ogni giorno, lo so perchè data la mia fortuna mi sono sorbito i lavori di un anno qualche anno fa quando lavoravo a parma e mi sono anche sorbito i lavori di via traversetolo dove in entrambi i cantieri vedevi lavorare gli operai anche sabato e la domenica, poi occorre tener conto che probabilmente alla chiusura del cantiere non riesci ad asfaltare bene la strada (non puoi farla subito perchè il cantiere prosegue per gradi) causa piogge quindi devi sopportare l'inverno con una strada com'è ora via traversetolo poi sopportare magari una settimana nella primavera successiva (si spera, almeno così ha promesso pizzarotti per via traversetolo) per l'asfaltatura completa

    Rispondi

  • Vercingetorige

    31 Gennaio @ 17.00

    NO , MA ALMENO VIA MAZZINI SI CHIUDE ! Bisogna iniziare i lavori per abbassare via Romagnosi e metterla direttamente in comunicazione con la Ghiaja . Ci sarà da togliersi dai piedi quel vecchio rudere di ponte che è lì da duemila anni ed è ora che se ne vada . Per un cantiere del genere sarebbe bene chiudere anche il Lungoparma e il Ponte di Mezzo. Bisogna raccogliere l' eredità della "Città Cantiere" ! Non siamo più ai tempi di quelle Giunte Comuniste con le quali, chi veniva qui a cercare "appalti" , cambiava aria subito...........

    Rispondi

  • Luna

    31 Gennaio @ 14.38

    meno male che non ho aperto l'attività in via Trento..... un locale con una richiesta a peso d'oro....

    Rispondi

  • the mari

    31 Gennaio @ 11.54

    mi piacerebbe anche sapere che cosa devono fare il quel cantiere per 4 mesi... siete in grado di informarci? Grazie

    Rispondi

  • Vercingetorige

    31 Gennaio @ 11.32

    E' INCREDIBILE ! INCREDIBILE ! TUTTI GLI ANNI sbudellano strade , arrecando , a parte le spese , gravi disagi a residenti e commercianti ! Un anno è per le tubature dell' acqua. Un anno è per le tubature del gas . Un anno è per i cavi dell' energia elettrica . Un altr' anno è per i cavi del telefono . L' anno dopo è per le condotte del teleriscaldamento. L' anno successivo è per rifare la pavimentazione , che sarà, comunque, di nuovo piena di buche dopo sei mesi. L' anno dopo è per le fognature. MA E' MAI POSSIBILE CHE NON RIESCANO A COORDINARSI E A FARE I LAVORI UNA VOLTA PER TUTTE , IN MANIERA DA LASCIAR POI LA GENTE IN PACE PER UN CERTO NUMERO DI ANNI ? Ma è inutile protestare ! "Qui comando io ! " . Mi sembra fin impossibile che, quest' estate , non chiudano via D' Azeglio, o via Bixio , o via Mazzini , ma .........aspettiamo prima di cantar vittoria..........

    Rispondi

Mostra altri commenti

Il video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Dal Partito Democratico al porno: un milione di clic per "Malena"

Foto dalla pagina Facebook ufficiale di "Malena"

BARI

Dal Partito Democratico al porno: un milione di clic per "Malena"

Benedetta Mazza fuori da «Pechino Express»

Televisione

Benedetta Mazza fuori da «Pechino Express»

C999 - Timeless

C999

Ecco "Timeless", la video-installazione che dà il "la" a Verdi Off

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Festival Verdi: venerdì la festa inaugurale

PARMA

Festival Verdi: venerdì la festa inaugurale

Lealtrenotizie

Ragazzine deferite, guerra aperta tra Coop e Energy

PALLAVOLO

Ragazzine deferite, guerra aperta tra Coop e Energy

Inquinamento

Sigilli alla maxi discarica abusiva

Petizione

Firme contro le nuove corsie dei bus

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

Fidenza

E' morta la maestra Caraffini

Testimonianza

Motore in fiamme durante il decollo: «Mezz'ora di terrore»

Parma

Legionella nel quartiere Montebello: 14 casi. Ecco le precauzioni da prendere

Protesta

I coltaresi: «No allo spostamento degli uffici comunali»

Tv

Valentina, la regina delle torte

CALCIO

Dilettanti e giovanili, società premiate

Collecchio

A Gaiano il commosso addio a Leonardo, ucciso da una malattia a 42 anni

ciclismo

Malori, che sfortuna: caduta in gara e frattura alla clavicola

tg parma

Aeroporto: resta il volo per Trapani Video

1commento

A1

Incidente in A1: traffico in tilt per ore tra Fidenza e Piacenza

Parma Calcio

Simonetti: "A San Benedetto del Tronto servirà un Parma aggressivo"

Anteprima Gazzetta

Lungoparma, raccolta firme contro le corsie preferenziali Video

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Lettera di un onesto a un farabutto

4commenti

EDITORIALE

Hillary vince ai punti. Non è detto che basti

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

reggio emilia

Identificato l'uomo trovato morto in un canale

Palermo

Botte agli alunni di seconda elementare: arrestate tre maestre Foto

SOCIETA'

Gazzareporter

Giocoliere al semaforo Foto

Casa della Fotografia

Concorso: foto in bianco e nero per raccontare Parma

SPORT

Calciomercato

Il Valencia nelle mani di Prandelli

Calcio

Simeone: "Potrei non rinnovare"

CURIOSITA'

foto parmigiana

Amatrice, quel guanciale-simbolo ritrovato tra le macerie e donato ai soccorritori

INTERVISTA

Gianni Bella: «In tv per Mogol»