14°

Quartieri-Frazioni

Dai computer ai dolci seguendo le orme del nonno

Dai computer ai dolci seguendo le orme del nonno
0

Michela Spotti
Pasticciere per vocazione, Alessandro Battistini ha preso in gestione da tre anni la pasticceria Battistini di via Montebello 84/b, nel quartiere Cittadella, assieme alla moglie Enrica Vignali. Prima di dedicarsi a creme, bignè e cannoncini, però faceva l’informatico. «Ho cambiato radicalmente, esaurita la mia professione sono tornato all’attività di famiglia visto che mio nonno era pasticcere. Ce l’ho nel sangue e poi sono anche molto goloso». Per un anno e mezzo ha fatto il doppio lavoro. «Durante la settimana informatico, nel fine settimana in laboratorio. Ho fatto dieci corsi in una scuola specializzata di Brescia, insieme ai migliori pasticceri, quando sono partito mi sono avvalso della collaborazione di Ubaldo Artoni, pasticcere che lavorava con mio nonno, ha settant'anni ed è ancora qui a darmi una mano anche se è in pensione. Oltre a lui da novembre mi aiuta anche Alessandro Donati». La soddisfazione per questo lavoro è tanta. «Abbiamo un vasto assortimento, dalla pasticceria tradizionale a quella moderna, le torte». Un campo nuovo per Alessandro. «Non avevo mai fatto il pasticcere, mi piaceva far da mangiare quando avevo amici a cena, ma ai dolci ci pensava mia moglie, poi ho fatto il grande passo, con un po' di lucida follia». Prima di lui, c'era Antonio Coruzzi. «Era una pasticceria storica, negli anni ottanta era molto frequentata quando c'era lui. Poi è stata venduta l’attività e ha un po' perso, andando verso un lento e inesorabile declino. Dopo l’ho rilevata io e si è ripresa, mi fa molto piacere che Coruzzi passi ogni tanto ed è felice di vedere che le cose vanno bene, un po' la sente sua». I segreti? «Una grande passione, utilizziamo le migliori materie prime, le tecniche di lavorazione, la fantasia e la creatività. La clientela è in costante ascesa, siamo molto contenti». Anche la moglie era informatica come lui. «Poi ha abbandonato il lavoro. Io ero responsabile del sistema informativo di un’azienda di abbigliamento in Toscana, con la crisi del settore invece di cercare un posto simile ho cambiato vita». Tante soddisfazioni che si accompagnano ai numerosi sacrifici. «E' molto impegnativo, le ore non si contano». E chissà se i figli seguiranno le orme del padre.
«Ora sono tutti studenti, Luca ha 21 anni, Eleonora 20 e Francesco 10. Mi auguro facciano la loro vita e a una certa età intraprendano la mia carriera professionale. Fare i pasticceri da giovani è troppo impegnativo, alzarsi presto, rinunciare ai divertimenti. Negli anni 70, quando mio nonno ha chiuso, mi aveva chiesto se volevo continuare l’attività ma avevo 14 anni e vedevo la vita che faceva». Ora però è felice e dà sfogo alla sua fantasia nei dolci. «Mi piace la creatività, la possibilità di inventarsi sempre cose nuove, abbiamo 50 tipi di pasticcini e ogni mese ne facciamo due o tre nuovi». Insomma, fare la paste, nel quartiere Cittadella, è davvero un’arte.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Musica alla Latteria dal Beccio

pgn

Musica alla Latteria dal Beccio Foto

Morto il fratello dell'inviato Valerio Staffelli

Striscia la notizia

Morto il fratello dell'inviato Valerio Staffelli

«Ok il prezzo è giusto», alla presentatrice cede il vestito in diretta tv

Australia

Cede il vestito in diretta: esce il seno

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Collezionismo e antiquariato di nuovo protagonisti a Parma

L'EVENTO

Mercanteinfiera protagonista
a Parma

Lealtrenotizie

Successo per la Verdi Marathon: 2.200 partecipanti, sole e... Verdi sul palco

Bassa

Successo per la Verdi Marathon: 2.200 partecipanti, sole e... Verdi sul palco Foto

Malattie

Tre ragazzi con la scabbia alle superiori

8commenti

agenda

Una domenica con i mille colori del Carnevale

CALCIO

A Salò un Parma affamato Diretta dalle 16,30

Manca Baraye, squalificato: al suo posto dovrebbe giocare Scaglia

Borgotaro

Discute con una coppia, torna armato di coltello: un ferito nel parapiglia

Marocchino bloccato dai carabinieri 

7commenti

SALSOMAGGIORE

Addio a Renzo Tosi, il re della focaccia di Natale

1commento

Borseggio

«Tenetevi i soldi, ma ridatemi la foto del nipotino»

1commento

CURIOSITA'

Cartello «anti-rudo» al Campus

SORBOLO

Se n'è andato Giuliano Rosati, poliedrico e infaticabile

IL CASO

Sorbolo, contro furti e degrado il controllo si fa correndo

Nasce il progetto «Arrestiamoli»: lo sperimentano il sindaco e due runner

Sos animali

Cinque cuccioli cercano casa

viabilità

Il calendario e la mappa degli autovelox della settimana

Parma

Carnevale, carri e maschere dal Battistero alla Cittadella Foto Video

Spettacoli

Agnese Scotti: «Il mio teatro è fisico»

lutto

Collecchio piange Massimiliano Ori, lo sportivo dall'animo gentile

Aveva 51 anni

1commento

EVENTO

I 70 anni della Famija Pramzana

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Auguri Giorgio Torelli, un parmigiano speciale

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

Le multe facili e quelle difficili

6commenti

ITALIA/MONDO

Esplosione

Catania, crolla palazzina: morta un'anziana, una bimba di 10 mesi in coma 

Sant’Ilario

Rubava il telefono ai giocatori di videopoker: denunciato 35enne

WEEKEND

FIERE

E' iniziato Mercanteinfiera: curiosità fra gli stand Foto

45 anni fa: il disco

Catch bull at four - Quando Cat Stevens cantava in latino

SPORT

Coppa del mondo

Sci: Peter Fill vince il SuperG. Argento per gli azzurri nel Team sprint

lega pro

La Reggiana vince e si fa sotto. Il Gubbio si allontana

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, il Suv del Biscione. Da 50.800 euro Video

NOVITA'

Bmw, la nuova Serie 5 ragiona da ammiraglia