19°

Quartieri-Frazioni

Quel forno in borgo del Naviglio ancora nel cuore di tanta gente

Quel forno in borgo del Naviglio ancora nel cuore di tanta gente
0

di Michela Spotti
Acqua, sale, lievito e farina: la ricetta per una passione lunga 90 anni e trasmessa per tre generazioni. A ricordarla con orgoglio e gioia è Gianfranco Malpeli, 82 anni, figlio e nipote di fornai. È ancora famoso il forno del quartiere Parma centro, da tutti conosciuto come «Da Natale», nome appunto del nonno, chiuso ormai da trent'anni e che trovava posto in Borgo del Naviglio all’angolo con via Felice Cavallotti, all’epoca denominata via Strinato come testimoniano le foto conservate dal signor Gianfranco.
«C'era una scala, all’epoca era il forno più vecchio di Parma ed era molto conosciuto e nominato. Davanti c'era il negozio di alimentari, poi il forno ha chiuso durante la guerra perché il babbo Giulio e mio zio Guglielmo sono stati deportati in Germania». Una volta tornati hanno ricominciato l’attività. «Il negozio davanti però non c'era più. Io ho iniziato a dieci anni, dopo la quinta elementare stavo molto vicino a mio nonno, facevo le piccole cose. Tutti dicevano che il nostro pane era molto buono».
Il segreto? «C'era una cosa che ci distingueva - dice sorridendo mentre con la mente torna indietro di oltre trent'anni -, la lavorazione era quella di una volta. Facevamo tutto a mano anche se avevamo le macchine. La nostra specialità era la torta di pane, che era una focaccia. La gente anche dopo trent'anni mi ferma ancora oggi dicendomi che non c'è più il pane di una volta e gli stessi fornai chiedono la ricetta per la torta di pane». E dopo la guerra, nell’attuale piazzale Salvo d’Acquisto c'erano le vecchie scuole occupate dai poveri che non avendo casa stavano lì e andavano a cuocere le mele, le torte o quant'altro al forno di Malpeli perché nessuno ce lo aveva in casa. Ed è in questo modo che conobbe la moglie Laura con cui è sposato da sessant'anni. Il signor Malpeli, che si diletta a scrivere anche poesie, fa parte del gruppo Panificatori e artigiani di Parma. «Ho ricevuto la medaglia d’oro, partecipato a tante feste annuali, iniziate nel 1954, e realizzato la rivista dei panificatori uscita in tutta Italia».
Ma cosa lo affascina tanto del pane? «Tutto è bello. È meraviglioso quello che salta fuori da un briciolo di farina e un po' di lievito».
Nato in borgo Guazzo si è creato la propria compagnia dei ragazzi che frequentavano la chiesa della Trinità, coi quali ogni 8 dicembre dopo la messa fa il pranzo, organizza la lotteria e dà il ricavato in beneficenza. «Lo abbiamo fatto dal 1978 al 2000», afferma. Da due anni abita dalle parti del San Lazzaro ma il quartiere Parma centro gli manca molto. «Si sente la nostalgia. Qui stiamo bene ma ci manca lo spirito dei borghi».
 Teneramente ricorda anche lo sciopero dei fornai di due giorni. «Il 3 e 4 settembre 1973, siamo andati dal prefetto per avere il permesso di aumentare il pane di 10-20 lire». E un po' viene da sorridere.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

E' morto Cino Tortorella, il Mago Zurlì dello Zecchino d'Oro

Milano

E' morto Cino Tortorella, il Mago Zurlì dello Zecchino d'Oro

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

TV PARMA

Sembra ieri: 1985 - La centrale del latte di via Torelli Video

La Perego contro i dirigenti di Rai1: "Sapevano tutto"

TV

La Perego contro i dirigenti di Rai1: "Sapevano tutto"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Il terrore e la città bloccata: il video di un parmigiano a Londra

LONDRA

Il terrore e la città bloccata: il video del nostro Matteo Scipioni

Lealtrenotizie

Cassiera si intasca 150mila euro del supermercato. A processo

BORGOTARO

Cassiera si intasca 150mila euro del supermercato. A processo

VIA VOLTURNO

Ospedale, rispunta un parcheggiatore abusivo. Fermato un nigeriano

Identificate e sanzionate altre sette persone

4commenti

Incidente

Auto sbanda a Fontanellato: un ferito, vettura distrutta

3commenti

CROCETTA

Via Emilia Ovest, cinese 25enne investita. Non è in pericolo

Incidente

Auto fuori strada fra San Secondo e Soragna: la vittima è un 50enne moldavo

Fiere di Parma

MecSpe, il cuore del salone è l'Industria 4.0

Droga

San Leonardo ostaggio dei pusher: ecco come funziona "il rito"

16commenti

Gazzareporter

Vetri in frantumi: auto prese di mira nel parcheggio di via Palermo Foto

2commenti

tg parma

Giornate del Fai: 3 tappe per celebrare la storia parmense Video

Via Imbriani

Vende 1.600 dosi in pochi mesi: condannato a 4 anni

Controlli

Hashish e marijuana: sequestri di droga a scuola e nel parcheggio fra viale dei Mille e viale Vittoria Foto

Stupefacenti anche nel parco Falcone e Borsellino

3commenti

Carcere

Pagliari interroga il Governo: "Serve un direttore a tempo pieno"

Il senatore replica alle accuse del sindaco

Viabilità

Il Comune: corsie per bus, traffico ridotto fra Lungoparma e ponte di Mezzo

Annunciati controlli della Municipale in via Farnese

1commento

I FUNERALI

L'addio a Fadda. «Giovanni adesso è insieme a Dio»

lettera aperta

Studentessa del Melloni ai coetanei: "Fate della vostra vita un capolavoro"

3commenti

Montechiarugolo

«Mio nipote sequestrato in Tunisia»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Il pianeta delle scimmie e quello dei robot

1commento

IL CASO

I vitalizi e le pensioni d'oro che fanno indignare

di Stefano Pileri

14commenti

ITALIA/MONDO

MILANO

"Ho rotto il femore a un'anziana per allenarmi": primario accusato di lesioni

1commento

terrorismo

Londra, l'attentatore si chiamava Khalid Massood

SOCIETA'

CHICHIBIO

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

GAZZAREPORTER

Che bell'arcobaleno a Langhirano

SPORT

Formula 1

Vettel: "Mai guidata una F1 più veloce"

lega pro

Parma, Lucarelli: "Crediamo nella B". Domani ritiro anticipato Video

MOTORI

anteprima

Nuova Ferrari GTC4Lusso, il test drive Fotogallery

prova su strada

Kia Niro, il «nativo ibrido»