Quartieri-Frazioni

Tazzine, liquori e dolciumi: dietro il bancone con classe

Tazzine, liquori e dolciumi: dietro il bancone con classe
0

Michela Spotti
Il caffè ce l’ha nel sangue Franco Ottaviani, storico gestore della caffetteria Ottaviani in via Viotti, nel quartiere Cittadella, ora in mano ai figli Cristina, Antonella e Alessandro che va a dare una mano al pomeriggio.
Ma prima di aprire la storica attività ha fatto diversi mestieri.
 «Ho sempre lavorato, a nove anni facevo il carbonaio - ricorda - portavo trenta chili di carbone sulle spalle facendo anche quattro piani di scale. Si faticava molto, e al mattino andavo a scuola. Non mi è mai piaciuta ma sono sempre stato promosso, avevo una forte memoria visiva e mentale. La scuola non era proprio il mio pane - ride - ho fatto poi le serali per avere la terza media».
 E prima della caffetteria, a dodici anni ha cominciato a fare il garzone in una drogheria.
 «In via Mazzini, da Otello Canali che mi ha insegnato il mestiere, mi trattava come un figlio, una gran persona come tutta la famiglia. Facevo di tutto, mi chiamavano ''prezzemolo''».
Come mai ha iniziato proprio in quella drogheria?
«Mia mamma era cliente di Canali. La moglie era incinta così ha fatto la proposta di mettere un ragazzo di bottega come aiuto, ho fatto una prova e sono stato assunto. Avevo voglia di lavorare, mancavano anche i soldi ed eravamo quattordici fratelli, bisognava guadagnare qualcosa. Ho fatto tanti sacrifici, uscivo al mattino alle 6 e tornavo la sera alle 22».
Nel 1966 ha poi aperto una drogheria in via Isola e dopo un paio di anni l’ha ceduta.
«Sono andato a fare il responsabile dei Grandi magazzini alimentari, ma non riuscivo a essere dipendente, avevo la mentalità del datore di lavoro e nel 1971 mi sono specializzato in liquori, dolciumi e caffè, aprendo la caffetteria. Con l’esperienza che avevo non ho avuto difficoltà nemmeno all’inizio e ho trasmesso questa passione ai miei figli. Antonella quando aveva tredici anni ma anche da più piccola, la domenica veniva a trovarmi in caffetteria e mi faceva compagnia quando c'erano le partite. Li ho allenati io i miei figli, ma è un interesse che c'è da generazioni in famiglia, era droghiere anche il nonno».
In quartiere sta bene e la zona in cui da sempre è presente la caffetteria non è cambiata molto negli anni.
Oltre al caffè però Franco ha un forte interesse per il ciclismo. «Quanti pianti ho fatto con Coppi e Bartali - sorride -. Ricordo poi nel '48 quando è caduto l’aereo di Superga con la squadra del Torino. Stavano trasmettendo la tappa del tour in televisione e hanno interrotto all’improvviso per dare la tragica notizia».
Ciclismo ma anche cucina. «Adoro cucinare a casa. Mi piace in generale, non ho piatti particolari. Dallo stinco di vitello, al risotto ai funghi o gorgonzola. Diciamo - svela sorridendo - che mi piace anche mangiar bene e andare nei grandi ristoranti. C'è sempre da imparare qualcosa, come servire e comportarsi con la clientela».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La mischia che salva l'ambulanza

Sport

Rugby: tutti in mischia per... l'ambulanza Video

Aniston rifila un "due di picche" a Pitt

invito a cena

Aniston rifila un "due di picche" a Pitt

Marito e moglie si incontrano per caso in villa di scambisti: scoppia rissa

ARICCIA

Marito e moglie si incontrano per caso in villa di scambisti: scoppia rissa

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Guida ai ristoranti 2017

NOSTRE INIZIATIVE

Guida ai ristoranti 2017: ecco le novità

Lealtrenotizie

Parma Calcio

parma calcio

Nuovo ds, tramonta Vagnati e rispunta Faggiano

4commenti

martorano

Incornato da un toro: grave allevatore

tg parma

Travolto a Lemignano: Mihai Ciju resta gravissimo Video

tg parma

Università, aumentano gli iscritti: +12,7% Video

comune

Piano neve: oltre un milione e mezzo di euro e 225 mezzi pronti a partire

All'opera 110 tecnici e spalatori

tribunale

Sparò all'amico in via Europa: condannato a 6 anni

q.re Pablo

Multa a una 78enne invalida, per i rifiuti si affidava ad un vicino

La denuncia della Cgil: “Serve più attenzione per le fasce deboli della popolazione”

27commenti

PARTITI

La resa dei conti nel Pd e le elezioni

3commenti

Psicologia

Bebè, il buon sonno incomincia dal lettone

collecchio-noceto

Truffa-furto del finto soccorso stradale: nuove segnalazioni

2commenti

BASSA

Lutto a Sorbolo per la morte di Ilaria, uccisa da una malattia a 30 anni

Cassazione

Omicidio Guarino, le motivazioni dell'ergastolo

Io parlo parmigiano

Un calendario tutto da ridere

ACCADEMIA

Maria Luigia e la fucina delle arti

fiere

Cibus “Connect”: ecco come sarà

Delineato il programma della nuova fiera che si terrà a Parma dal 12 al 13 aprile

traversetolo

Ucciso da forma di Parmigiano: condannato il produttore della "spazzolatrice"

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Renzi: perché ha perso, perché può rivincere

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

Il panino? Non famolo strano

ITALIA/MONDO

torino

Sale sulle scale mobili della metro. Ma col Suv Foto

napoli

Stava per essere buttato nella spazzatura: neonato salvato

SOCIETA'

televisione

Gabriele: da Medesano alla finale a L'eredità

Strajè

"Costretta" a fare ricerca all'estero. Il sogno di Maria Chiara: tornare a Parma Video

1commento

SPORT

Calciomercato

Vagnati, la Spal spaventa il Parma

16a giornata

Parma - Bassano 1-1 Gli highlights

CURIOSITA'

viaggi

Madrid coi bambini: 8 buone ragioni per partire Foto

tg parma

All'Annunziata 40 presepi in mostra da tutta Italia Video