13°

26°

Quartieri-Frazioni

Tazzine, liquori e dolciumi: dietro il bancone con classe

Tazzine, liquori e dolciumi: dietro il bancone con classe
0

Michela Spotti
Il caffè ce l’ha nel sangue Franco Ottaviani, storico gestore della caffetteria Ottaviani in via Viotti, nel quartiere Cittadella, ora in mano ai figli Cristina, Antonella e Alessandro che va a dare una mano al pomeriggio.
Ma prima di aprire la storica attività ha fatto diversi mestieri.
 «Ho sempre lavorato, a nove anni facevo il carbonaio - ricorda - portavo trenta chili di carbone sulle spalle facendo anche quattro piani di scale. Si faticava molto, e al mattino andavo a scuola. Non mi è mai piaciuta ma sono sempre stato promosso, avevo una forte memoria visiva e mentale. La scuola non era proprio il mio pane - ride - ho fatto poi le serali per avere la terza media».
 E prima della caffetteria, a dodici anni ha cominciato a fare il garzone in una drogheria.
 «In via Mazzini, da Otello Canali che mi ha insegnato il mestiere, mi trattava come un figlio, una gran persona come tutta la famiglia. Facevo di tutto, mi chiamavano ''prezzemolo''».
Come mai ha iniziato proprio in quella drogheria?
«Mia mamma era cliente di Canali. La moglie era incinta così ha fatto la proposta di mettere un ragazzo di bottega come aiuto, ho fatto una prova e sono stato assunto. Avevo voglia di lavorare, mancavano anche i soldi ed eravamo quattordici fratelli, bisognava guadagnare qualcosa. Ho fatto tanti sacrifici, uscivo al mattino alle 6 e tornavo la sera alle 22».
Nel 1966 ha poi aperto una drogheria in via Isola e dopo un paio di anni l’ha ceduta.
«Sono andato a fare il responsabile dei Grandi magazzini alimentari, ma non riuscivo a essere dipendente, avevo la mentalità del datore di lavoro e nel 1971 mi sono specializzato in liquori, dolciumi e caffè, aprendo la caffetteria. Con l’esperienza che avevo non ho avuto difficoltà nemmeno all’inizio e ho trasmesso questa passione ai miei figli. Antonella quando aveva tredici anni ma anche da più piccola, la domenica veniva a trovarmi in caffetteria e mi faceva compagnia quando c'erano le partite. Li ho allenati io i miei figli, ma è un interesse che c'è da generazioni in famiglia, era droghiere anche il nonno».
In quartiere sta bene e la zona in cui da sempre è presente la caffetteria non è cambiata molto negli anni.
Oltre al caffè però Franco ha un forte interesse per il ciclismo. «Quanti pianti ho fatto con Coppi e Bartali - sorride -. Ricordo poi nel '48 quando è caduto l’aereo di Superga con la squadra del Torino. Stavano trasmettendo la tappa del tour in televisione e hanno interrotto all’improvviso per dare la tragica notizia».
Ciclismo ma anche cucina. «Adoro cucinare a casa. Mi piace in generale, non ho piatti particolari. Dallo stinco di vitello, al risotto ai funghi o gorgonzola. Diciamo - svela sorridendo - che mi piace anche mangiar bene e andare nei grandi ristoranti. C'è sempre da imparare qualcosa, come servire e comportarsi con la clientela».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Il video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Virginia Raggi balla tra la folla

Youtube

Virginia Raggi balla tra la folla Video

Le ritrovate

L'INDISCRETO

Gossip, la Top 5: le "ritrovate"

Cagnotto, matrimonio da favola

Gossip Sportivo

Cagnotto, matrimonio da favola

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La Gazzetta lancia una sottoscrizione con Cariparma

TERREMOTO

La sottoscrizione della Gazzetta con Cariparma

2commenti

Lealtrenotizie

Parma meglio delle città vicine? È polemica

Rivalità

Parma meglio delle città vicine? È polemica

Criminalità

Rincasa dopo la messa: scippata

IL SONDAGGIO

Parma, il 3-5-2 è il modulo vincente?

Mangiacinema

Un premio per Vanzina

Furto

I ladri del sabato sera

Fidenza

Parcheggi: i più economici della provincia

Fontevivo

Restori, il geometra più longevo d'Italia

Lutto

Aleotti, per due anni mangiò bucce di patata

borbone parma

In Duomo il battesimo del Principe Carlo Enrico Le foto

C'era anche il re d'Olanda, uno dei padrini

10commenti

polemica

Pizzarotti: "Parma non è ordinata? Provate Piacenza o Reggio..."

35commenti

Passo di Fugicchia

Escursionista colta da malore in quota

Raggiunta dal Soccorso Alpino e trasportata in ospedale in elicottero

incidente

Schianto tra auto e scooter: un ferito a Varsi

QUATTRO CASTELLA

Agricoltore investe col trattore e uccide il figlio di 8 anni

La disgrazia in un fondo nel reggiano. Indagano i carabinieri

1commento

Lega Pro

Evacuo fa gioire il Parma

I gialloblù tornano ad allenarsi domani

4commenti

stessa posa, stesso luogo

Oggi come ieri: sorrisi e nostalgia Gallery Inviateci le vostre foto

1commento

Bufale e sogni

Un giorno inseguendo il fantasma di Angelina Jolie

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Ma la torta fritta non è blasfema

1commento

EDITORIALE

L'Italia che dice no «perché siamo incapaci»

di Michele Brambilla

ITALIA/MONDO

Svizzera

Il Canton Ticino "respinge" i frontalieri italiani

TERREMOTO

Amatrice, gatto salvato dopo 32 giorni

SOCIETA'

festa

San Ruffino: è festa per Giulia, campionessa della porta accanto Foto

Spagna

Cartello dal barbiere: "Ammessi uomini e cani. Non le donne". E' polemica

SPORT

Basket

Show Olimpia, Supercoppa biancorossa

400 metri ostacoli

Folorunso, un nuovo acuto: vittoria e primato personale

MOTORI

ANTEPRIMA

Opel, la Karl
diventa Rocks

IL TEST

Kia cee'd,
che sorpresa
il tre cilindri