-2°

"Qui si affonda: tanti rifiuti e poche telecamere"

Intervista a Massimo Bax, ex vicequestore e residente del quartiere: "Occorre ripensare la differenziata e le piste ciclabili"

"Qui si affonda: tanti rifiuti e poche telecamere"
2

Dai pusher all’incuria, dal caos rifiuti a quello delle bici “pazze” sul marciapiede. «E così San Leonardo affonda nel degrado ogni giorno di più». A riavvolgere il bandolo di una matassa spinosa ci pensa Massimo Bax, storico dirigente delle Volanti, una vita a macinar chilometri sulla strada.
L’ex vicequestore, oggi impegnato con Parma Unita (movimento che fa capo al consigliere comunale Roberto Ghiretti), raccoglie le segnalazioni degli abitanti di quartiere «anche perché io stesso abito qui e vivo le medesime difficoltà di tutti gli altri - chiarisce mentre fa da Cicerone per svelare il dietro le quinte di San Leo -. Tra le questioni più calde spicca sicuramente il problema della raccolta differenziata. Appartamenti troppo piccoli, caos nelle informazioni, un quartiere parecchio multiculturale: così non si va avanti».
«Quello che chiediamo - aggiunge Bax - è il ritorno dei cassonetti, ma non quelli grigi dell’anteguerra. Il riciclo è un tema fondamentale per il presente e il futuro, perciò sarebbe importante installare i contenitori per la differenziata urbana, così da poter venire incontro alle esigenze dei cittadini, rimanendo però nell’ottica della città “green”. Per ora, come in tutte le altre zone della città, le viuzze (specialmente quelle interne) sono piene di sacconi accatastati qua e là».
Il tutto senza contare quei giganti degradati, segni dell’antico sfarzo, «come l’ex Bormioli, purtroppo abbandonata a se stessa. I cespugli altissimi e i capannoni sono presi d’assalto da ospiti sgraditi. Mi riferisco soprattutto a ratti e rospi che, poi, inevitabilmente si riversano in quartiere», dice l'ex poliziotto delle Volanti.
Ma il biglietto da visita «vergognoso» è ancor prima: si tratta della rotonda a un passo dal McDonald’s «la prima “accoglienza” per chi viene dall’autostrada. E’ ridotta a un groviglio di erbacce, c’è una strada chiusa da non si sa quanto e dove dovrebbe condurre. Dà proprio l’idea di esser approdati nella terra di nessuno».
C’è poi un capitolo a parte, sempre legato alla sicurezza, che riguarda la mancanza di occhi elettronici: «In altre città, anche molto più piccole di Parma, ci sono telecamere di sorveglianza puntate sui punti strategici, ovvero all’ingresso della città - il tono è quello pacato dell’uomo di strada che sa come funziona -. Posizionarle qui sarebbe importante anche per raccogliere indizi ed elementi utili per incastrare ladri trasferisti o malviventi o, molto semplicemente, per rintracciare auto rubate».
Pericolosi sono anche gli slalom pazzi dei ciclisti del quartiere «molti dei quali, a causa di una mancanza di distinzione netta, volano sul marciapiede incuranti dei pedoni. Non si tratta solo di pusher, ma anche di persone che abitano o passano in zona. Occorrerebbe studiare un piano alternativo che magari preveda una pista ciclabile ad hoc».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Margherita

    30 Giugno @ 09.10

    Fate un giro anche nel parco ( ...privato?...pubblico?....) tra via Verona e via Bologna, poi fate qualche foto e pubblicatele, per favore.

    Rispondi

  • Maurizio

    30 Giugno @ 08.01

    Senza giri di parole persone come Max Bax dovrebbero essere cagate un attimino per far funzionare le cose, magari anche a Roma visto il suo precedente lavoro, solo su una cosa non concordo, per me non dovrebbero esserci i bidoni moderni differenziati o anche, come dice qualcuno, isole ecologiche, si dovrebbe tornare a quella che era la raccolta differenziata alcuni anni fa, bidoni condominiali, li si che funzionava tutto, ma poi tutti i sindaci si sono chinati al volere di iren (come mai su alcuni sacchi c'è ancora il nome ENIA quando mai ENIA ha fatto la differenziata con i sacchi? Come mai siamo pieni di campane del vetro nuove marchiate enia? semplice errore di stampa? Non è che bisogna giustificare e mettersi al riparo dagli errori del passato?) lasciando che si usassero i sacchi...

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La solignanese Giulia De Napoli vince 85mila euro all'«eredità»

RAI UNO

Giulia De Napoli di Solignano vince 85mila euro all'«Eredità»

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

pgn feste

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

"Natura tra le pagine": un mese di foto all'Eurotorri

MOSTRA

"Natura tra le pagine": un mese di foto all'Eurotorri

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Officina alimentare dedicata"

CHICHIBIO

"Officina alimentare dedicata"

di Chichibio

Lealtrenotizie

Picchiata e scaraventata giù da un'auto

San Leonardo

Picchiata e scaraventata giù da un'auto in via Doberdò

11commenti

tribunale

Rappresentante, si prende le porte blindate dello stand: condannato

L'accusa era anche di pagamenti con assegni oggetti di furto e protestati

Intervista

Pizzarotti: «Noi liberi di pensare solo al bene di Parma»

15commenti

reggio emilia

I tifosi della Reggiana ci ricascano: assalto al bus dei veneziani

Dopo il derby contro il Parma nuovo agguato degli ultras granata con pietre e fumogeni

Lutto

Addio ad Angela, la fisioterapista che aiutava tutti

TERREMOTO

In elicottero salva 41 persone: "Ma non chiamatemi eroe"

Parla Gabriele Graiani, vigile del fuoco di Parma: merito di una squadra formidabile

1commento

Porporano

Incendio di canna fumaria: sono intervenuti i vigili del fuoco

FIDENZA

Memorial Concari: trionfano i padroni di casa La classifica

polizia municipale

Autovelox e autodetector: ecco dove saranno

1commento

LUTTO

Germano Storci, il «signor Procomac» che fece diventare grande il Collecchio baseball

La storia

Nila e Giovanni, quando l'arte trova casa sui monti

Lega Pro

Parma, con Evacuo si vola

INTERVISTA

Silvia Olari «londinese»

Intervista

Dossena: «Non ho mai creduto al suicidio di Tenco»

gazzareporter

Muri imbrattati, a volte ritornano... Con provocazione al sindaco Foto

16commenti

La morte di Filippo

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Dedicato a Filippo e a chi gli vuol bene

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

ITALIA/MONDO

Rigopiano

"E' stato come una bomba. Ci siamo salvati mangiando la neve"

PADOVA

Orge in canonica, don Cavazzana ai fedeli: "Pregate per me"

SOCIETA'

Samsung

Incendi al Galaxy Note 7: erano il design e la manifattura delle batterie

polemica

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

12commenti

SPORT

modena

Calcio: genitore picchia ragazzi e dirigenti

Parma Calcio

Baraye "50 volte Crociato": targa con la foto dell'esultanza col passamontagna

MOTORI

ANTEPRIMA

Rivoluzione Micra: Nissan cambia tutto

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017