Quartieri-Frazioni

Un parco dedicato alla vittima del Federale

Un parco dedicato alla vittima del Federale
Ricevi gratis le news
1

di Caterina Zanirato

Era il primo luglio del 1983 quando Stefano Vezzani, 17enne del quartiere Montanara, venne pestato selvaggiamente, fino a perdere la vita, durante la «Coppa dei bar» che si giocava al centro Federale del San Lazzaro. E lunedì scorso, dopo 26 anni, il quartiere Montanara ha deciso di dedicare alla sua memoria il parco di via Zanguidi: il consiglio di Quartiere ha approvato all’unanimità la proposta, che dovrà ora essere approvata in via definitiva dall’assessore alla Toponomastica, Fabio Fecci. L’omicidio del Federale è rimasto impresso nella memoria dei residenti del Montanara, come di tutti i parmigiani. A scuotere gli animi non fu solo la morte violenta e tragica di un giovane di appena 17 anni, ma il movente, apparentemente inesistente: Stefano era stato pestato a sangue da cinque suoi coetanei durante una rissa scatenata per uno sfottò in più pronunciato durante la partita di calcio.

Erano le 22  e, durante l’intervallo tra due partite del torneo, cinque giovani si erano buttati su Stefano massacrandolo di calci e pugni, gridando all’impazzata. Fino a che il ragazzo non rimase a terra, esanime. Ma se quei cinque minorenni, condannati dal tribunale dei minori di Bologna a 3 anni di carcere, ora stanno conducendo una nuova vita, e il centro Federale da campo sportivo è diventato un efficiente struttura di aggregazione giovanile, la gente non vuole dimenticarsi di Stefano. E il quartiere - senza distinzione tra colori politici - ha pensato di dedicare alla sua memoria il parco che sorge proprio davanti la casa della sua famiglia, in via Zanguidi. «Pensiamo sia giusto onorare la sua memoria -  commenta il presidente del Montanara, Ferdinando Orlandi - intitolando a lui questo parco cittadino, davanti al quale tutt’ora vivono i suoi famigliari».

Ma nel consiglio di Quartiere di lunedì sera si è approvato all’unanimità anche il documento relativo alla gestione del verde pubblico, sottolineando il fatto che si stanno attendendo gli interventi relativi alla realizzazione del parco di via Berzioli e il parco che collega ponte Stendhal al Campus universitario, inseriti entrambi all’interno del bilancio partecipativo.
Si è approvato poi il patrocinio senza contributo da destinare alla cooperativa sociale Eumeo, per gli incontri sulla «cultura della pace» del 24 e del 31 gennaio, e alla manifestazione «Voci fuori dal coro, dialoghi intergenerazionali» organizzata dal Gruppo scuola al centro giovani di via Pellicelli, domani, il  25 febbraio e il 25 marzo. Si è invece rinviato il contributo per Solares, fondazione delle arti, per Estri armonici. «Avremmo dovuto donare a Solares tremila euro -  spiega Orlandi -. Purtroppo, però, a causa dei tagli sui finanziamenti che ci arrivano dal Comune, abbiamo a disposizione solo 2.775 euro: speriamo di raccogliere la cifra mancante entro la fine di febbraio».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Maurizio Monica

    21 Luglio @ 16.10

    Giusto ricordare quello che fu uno dei più vergognosi fatti di cronaca nera della Parma violenta di quegli anni, insieme al padre di famiglia massacrato di botte in via Isola nel 1979 e a Lino Mori, il garagista 78enne bruciato vivo e deceduto dopo un mese di agonia nel 1978.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Belen (look sexy) e il battesimo delle polemiche

social

Belen (look sexy) e il battesimo delle polemiche

Eruzione vulcano Papua Nuova, voli cancellati. Allarme Tsunami Video

PACIFICO

Eruzione vulcano Papua Nuova, voli cancellati. Allarme Tsunami Video

Ignazio Moser

Ignazio Moser

DADAUMPA

Moser, dal GF a Parma: «Qui sto bene, ho tanti amici»

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

CHICHIBIO

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

di Chichibio

1commento

Lealtrenotizie

Parma, quelle bande di ragazzini violenti

Emergenza in centro

Parma, quelle bande di ragazzini violenti

PEDONE SICURO

Nuove «Zone 30» in città nel 2018. La mappa

59 ANNI

San Secondo piange Paola, l'angelo dei disabili

INTERVISTA

La regista Emma Dante: così in scena la bruttezza diventa bellezza

DIPENDENZA

Una sera con i Narcotici Anonimi

89 ANNI

Addio a Giacomo Azzali, una vita per l'anatomia

Salsomaggiore

«Serhiy Burdenyuk è scomparso: chi l'ha visto?»

FONTEVIVO

Ubriaco alla guida crea scompiglio a Case Rosi

emilia romagna

Elezioni, i candidati del M5S nella nostra circoscrizione: c'è un parmense

Due parmigiani, invece, tra i candidati supplenti

inchiesta

Borseggi sull'autobus, è emergenza: "Bisogna essere ossessionati"

6commenti

incidente

Schianto tra due auto nel pomeriggio a Fontevivo: due donne ferite

anteprima gazzetta

Quei ragazzini terribili che imperversano in centro Video

Municipale

Gli autovelox dal 22 al 26 gennaio Dove saranno

carabinieri

Video pedopornografico sul cellulare: arrestato lui, denunciato l'amico che l'ha inoltrato

2commenti

BUROCRAZIA

Parma: strade pronte, ma chiuse da mesi (o anni)

Da via Pontasso a Ugozzolo: ci sono cavalcavia e strade asfaltate in città che inspiegabilmente resatano interdette al traffico

4commenti

3 febbraio

Il ministro a Parma: maestre e maestri diplomati contestano

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Perché Mattarella ha ragione sul voto

di Michele Brambilla

L'ESPERTO

Imu: cosa succede se il figlio lavora all'estero

di Daniele Rubini*

ITALIA/MONDO

praga

Rogo in hotel, l'attore Alessandro Bertolucci: "Salvo ma ho visto morire due persone"

violenze su minori

Abusi su due figlie: il "mostro" smascherato da un tema scolastico è il papà

SPORT

GAZZAFUN

Cremonese - Parma 1-0: fate le vostre pagelle

manifestazione

Bimbi e tifosi abbracciano il Felino (contro tutte le mafie) Gallery

SOCIETA'

AUTO

Revisione, tempi, costi e controlli: cosa c’è da sapere. Arriva il certificato

gazzareporter

Dall'Appennino alle Alpi

MOTORI

LA NOVITA'

Nuova Dacia Duster: il low cost diventa un eroe borghese

la pagella

Nissan Qashqai DCI 130 CV: i nostri voti