11°

17°

Quartieri-Frazioni

Via i cassonetti del verde a Vigheffio: e i residenti scrivono al sindaco e ad Enìa

Ricevi gratis le news
2

Questa la lettera inviata dagli abitanti di Vigheffio al sindaco, Enìa e altre realtà cittadine per contestare la scelta di togliere i cassonetti del "verde" a favore di soluzioni di compostaggio domestico:

"Enìa e Comune hanno annunciato che a Vigheffio saranno drasticamente aboliti i cassonetti verdi per la raccolta di erba e potature; si dovrà trasportare lo sfalcio in via Toscana oppure realizzare delle maxi compostiere "domestiche" in giardino.
Tale obbligo crea sconcerto, non per cattiva volontà, ma perchè la gestione di una grande compostiera richiede tempo e competenze che vanno ben oltre la diligenza del buon cittadino.
Si legga l’opuscolo inviato dal Comune agli abitanti di Vigheffio: “Il compost in 10 punti”:
1) triturare tutti i rifiuti…    
2) preparare il fondo… 
3) miscelare in proporzioni uguali secco e umidi …
5) bagnare finché risulti umido ma non fradicio;
6) distribuire eventuali additivi, letame, farina di roccia  etc.;
7) tenere, sotto controllo la temperatura della massa. Se scende sotto ai 30°-40°C (estate) o ai 20°-30°C (inverno), rivoltare il tutto, …
8) rivoltare ancora ad intervalli di 15-20 gg dopodiché non muovere più il materiale fino a maturazione
9) attendere 9-12 mesi per la maturazione,
10) eventualmente vagliare con setaccio… (con tanti AUGURI !!!!)
  Evidentemente il compostaggio dell'erba non è il "compostaggio domestico" di qualche buccia di mela: tre metri cubi d’erba al mese, per 8 mesi fanno 24 metri cubi che “maturano” in 12 mesi… DOVE LI METTIAMO ?
Si faccia almeno la raccolta "porta a porta"!
  La città è nata quando i cittadini hanno "scoperto" che invece di farsi la zappa, contivare la melica, allevare il maiale, accumulare il letame, era meglio "specializzarsi" in una sola attività, ed acquistare / scambiarsi servizi e prodotti.
Il Comune di Parma non può imporre a Vigheffio stili di vita preindustriali. Anche gli ambientalisti più osservanti ammettono che non si può tornare al passato.
Gli abitanti di Vigheffio, zona urbana e non più rurale, vivono ai ritmi della Città e svolgono professioni urbane. Si deve produrre sempre di più… si deve competere col mondo intero... non è possibile dedicarsi quotidianamente alla "màsa dal rùd" come i nostri bisnonni! E se l’operazione non riesce? che “profumino” sentiranno i vicini? Enìa, che ha le competenze e il personale necessario, dovrebbe dare l'esempio e gestire un impianto di compostaggio di quartiere. Fornire servizi eco-compatibili non significa abbandonare i cittadini ad un improbabile “fai da te”.
  Ringraziamo l'avv. Pagliari per le opportune critiche alla decisione del Comune di cancellare il servizio di raccolta dello sfalcio a Vigheffio e rendere di fatto obbligatorio un gravoso compostaggio "domestico".
 
Abitanti di Vigheffio - ILSEA
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • gianfranco ferrari

    06 Febbraio @ 21.33

    Nel comune dove abito nei primi anni settanta ci fu imposto il compattatore per ogni condominio, poi negli anni 90 si passò alla raccolta da parte del comune, forese gli esperti sono troppi!

    Rispondi

  • giordana

    06 Febbraio @ 16.59

    mi spiace contraddire gli abitanti di Vigheffio, che stanno facendo di un modo di vivere molto naturale, il compostaggio domestico, un gravoso problema inesistente, e confondono il compostaggio con la "masa dal rud" come dicono loro, che nulla c'entra. Dico questo perchè noi il compostaggio lo facciamo già da 20 anni, in città, e non ci vogliono competenze particolari, e neanche necessita di cure morbose, e neanche puzza, come vogliono far sembrare, e vi assicuro che anche noi lavoriamo intensamente. L'iniziativa dell'Assessore Sassi è, a mio parere, veramente ottima, il concime per i giardini e orti che si ottiene è di ottima qualità, ed è un grande segno di civiltà l'essere autosufficienti senza dover andare in auto in un garden center, comprare sacchi imballati di plastica, con dentro le stesse cose che ci arrivano gratis da casa nostra, in più vogliamo metterci anche il trasporto su gomma di questi sacchi con l'inquinamento ed il costo che questo comporta ? Dobbiamo tutti contribuire ad inquinare e produrre meno rifiuti, lo sapete quante persone sarebbero felici di avere nel proprio giardino a disposizione una compostiera, data dal Comune con gli sgravi per l'impegno? Mi auguro che non tutti i cittadini di Vigheffio siano così chiusi ad un ritorno che non è del passato, ma che dovrà essere il nostro futuro, se amiamo la Terra. vorrei ricordare inoltre a questi signori che allevare maiali e coltivare la terra è un mestiere nobile, che permette a questi signori di andare a tavola e mangiare con gusto, non vedo perchè debbano disprezzare quello che è un punta di forza della nostra economia, ma forse sarebbe per loro un discorso troppo intenso. Competere con il mondo intero significa essere in parte autosufficienti e tirarsi su le maniche! Ben vengano le compostiere !

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Molestie sessuali: 30 donne accusano il regista James Toback

Il regista James Toback

Dopo Weinstein

Molestie sessuali: 30 donne accusano il regista James Toback

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa

FELINO

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa Foto

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna

VIABILITA'

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

accertamenti strumentali di velocità e irregolarità alla circolazione

Autovelox mobile

CONTROLLI

Autovelox, la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Arrestato cittadino dominicano residente nella città termale per violenza e resistenza a pubblico ufficiale

SALSOMAGGIORE

Ubriaco alla guida, si schianta e aggredisce i carabinieri: arrestato dominicano

L'uomo, pregiudicato, aveva un tasso alcolemico di 1,90 g/l

PARMA

Addio a Elisabetta Magnani, donna dolce e coraggiosa: aveva 48 anni

weekend

Una domenica da vivere nel Parmense L'agenda

PARMA

"Solo italiani referenziati" per l'appartamento in affitto: l'annuncio che fa discutere

Polemica sui social network: "E' razzista"

19commenti

FOTOGRAFIA

IgersParma compie 4 anni: ecco le novità e i consigli per usare Instagram Video

PARMA CALCIO

Insigne e un gol con dedica speciale Video

L'autore del terzo gol dei crociati nella partita con l'Entella dedica la sua rete alla figlia

Busseto

Danneggia un'auto e fugge: preso

PARMENSE

Fornovo, rustico a fuoco. Fiamme anche a Basilicanova

Notte di lavoro per i vigili del fuoco

economia

Approvata all'unanimità la fusione di Banca di Parma in Emil Banca

LANGHIRANO

Cascinapiano, auto fuori strada: un ferito

Ferite di media gravità per il conducente

Lubiana

Polo sociosanitario, 12 anni di attesa

3commenti

Contributo

Scuole squattrinate? Pagano mamma e papà

CULTURA

«A scuola nei musei»: il viaggio sta per ricominciare

ambiente

Aumentano le polveri: restano i divieti. In attesa della pioggia Video

Ma Epson avverte: "Sarà l'ottobre più secco in sessant'anni"

PARMA

Minacciato nel suo palazzo da un uomo armato di coltello: serata di paura in centro

Il parmigiano ha chiamato la polizia ma lo sconosciuto è fuggito

LIRICA

Festival Verdi: incassi oltre il milione, stranieri 7 spettatori su 10

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il caso Asia Argento: le vittime e i colpevoli

di Filiberto Molossi

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

Gran Bretagna

Allerta in un bowling: forse ci sono ostaggi

LA SPEZIA

Sarzana, architetto muore in strada: aveva una profonda ferita alla testa

SPORT

SERIE A

Bonucci espulso con lo "zampino" del Var: è il primo cartellino rosso con la videoassistenza

Calcio

Parma, tre punti d'oro

SOCIETA'

IL DISCO

1st, il capolavoro dei Bee Gees

Narrativa

Roma, autopsia della borghesia

MOTORI

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro

IL SALONE

Non solo Suv: Tokyo rilancia le sportive