-5°

Quartieri-Frazioni

Il quartiere Cittadella si spacca sull'ipotesi di un nuovo stadio

Il quartiere Cittadella si spacca sull'ipotesi di un nuovo stadio
2

Margherita Portelli
La questione Tardini scende di nuovo in campo e, a suon di opinioni discordanti, due nutrite fette di tifosi-cittadini si confrontano sull'eventualità del trasferimento  del «tempio» del cuore sportivo cittadino.
Lo stadio va, lo stadio resta. Se n'è discusso durante il consiglio del quartiere Cittadella, che si è tenuto ieri sera in via Bizzozero. I consiglieri stessi si esprimono, nessuno escluso, dando voce a pareri opposti. Chi sostiene la necessità di privilegiare i diritti degli abitanti della zona che, a domeniche alterne, vedono minata la propria vivibilità, e chi si appella all’attaccamento nostalgico a un luogo che è ormai nella memoria storica della città.
«Non riusciamo a uscire di casa o a raggiungere i genitori anziani alla domenica»,  lamenta il consigliere Leonardo Di Jorio. «Il Tardini è un’istituzione della città» ribatte Maria Adelaide Petrillo. Poi c'è chi, come il consigliere Massimiliano Bonu, ricorda: «Che lo stadio si sposti o no, bisogna trovare soluzioni immediate per determinati problemi nel breve periodo».
Il vice sindaco Paolo Buzzi è intervenuto ribadendo l’intenzione dell’amministrazione di non costruire palazzine nell’area del Tardini, qualora si decidesse di spostare lo stadio: «Stiamo  ragionando per ipotesi - è intervenuto Buzzi -. Sul Tardini non ci sono vincoli di destinazione d’uso, ma non c'è l’intenzione di lasciare spazio alla speculazione edilizia. Lo stadio, però, presenta delle problematiche. Una ristrutturazione, peraltro necessaria, costerebbe circa quaranta milioni di euro, mentre la costruzione di uno stadio nuovo comporterebbe una spesa che va dai settanta agli ottanta. Se poi Parma entrasse nel circuito degli Europei del 2016, allora potrebbe contare su finanziamenti utili. Bisogna valutare attentamente i costi e i benefici della situazione attuale per decidere se lo spostamento è necessario. Capisco il rammarico, ma non credo che se si spostasse lo stadio la fede calcistica non verrebbe meno. Bisogna considerare con scrupolo, però, la questione finanziaria».
 I Boys del Parma,   presenti all’incontro, attraverso il portavoce, hanno espresso un parere deciso: «Il Tardini è il più grande luogo di aggregazione in città.  Le dinamiche del tifo conducono anche alla costruzione di legami sociali forti, che oggi sono sempre meno nelle giovani generazioni. Spostare lo stadio al di fuori del cuore cittadino ci sembra un controsenso.  Fu completamente ricostruito 20 anni fa,  non è vecchio. Farne uno nuovo sarebbe uno spreco di denaro pubblico».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • guido

    24 Febbraio @ 18.02

    non occorrono sondaggi. lo stadio va spostato, anche se mi dispiace. se dovesse succedere, mi farebbe piacere non vedere speculazioni edilizie tipo ex braibanti o ex gas

    Rispondi

  • Albertina Negri

    24 Febbraio @ 11.21

    Sono assolutamente d'accordo a spostare lo stadio , e' inconcepibile essere prigionieri in casa a seguito della partita di calcio ed avere le macchine parcheggiate ovunque ed impunite ( parcheggio dei disabili, in divieto di sosta, in prossimita' di un incrocio o di una curva) mentre nei giorni normali non ti puoi permettere di parcheggiare male anche un solo minuto perche' trovi immediatamente la multa!!!!!

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

pgn feste

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

polemica

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

1commento

"Cold Chairs": un inno alla vita"!

musica

Bataclan, da Collecchio l'omaggio dei "The Lemon Flavour" Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

La morte di Filippo

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

TESTIMONIANZA

«Preso a calci e pugni per divertimento»

3commenti

LEGA PRO

Parma-Santarcangelo: i crociati provano a riprendere il volo Diretta

Weekend

Una domenica tra musica e fuoristrada: l'agenda

Protezione civile

I volontari parmigiani al lavoro nelle Marche

La storia

Rocco e Giulia, salumieri a Innsbruck

1commento

elezioni

Pizzarotti, è ufficiale: "Mi ricandido" Video . Dall'Olio si ritira: "Sostengo Scarpa"

21commenti

graffiti

Il sottopasso dello Stradone? Galleria di street art Foto

GRANDE FIUME

Il Po in secca? Attrazione per i turisti

PEDEMONTANA

Polizia municipale, multe in aumento

2commenti

bedonia

Violenze sul padre per anni, arrestato un 40enne Video

IL CASO

Vigili, la Fabbri si scusa con Bonsu e lo risarcisce

Lettera al giovane ghanese, che riceverà 20mila euro

Langhirano

Filippo, le lacrime e il colore dei ricordi sulla bara bianca

2commenti

commozione

Langhiranese: un minuto di silenzio per Filippo Video

commemorazione

Il liceo Bertolucci si prende per mano: "Ciao Filippo"

Polemica

«Sulla legionella ci hanno preso in giro»

4commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Dedicato a Filippo e a chi gli vuol bene

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

ITALIA/MONDO

incidente

Bus ungherese, il console: "I due figli del prof 'eroe' sono morti"

Rigopiano

Francesca che dall'ospedale aspetta il suo Stefano

WEEKEND

LA PEPPA CONSIGLIA

La ricetta - Pasticcio di patate formaggi e verdure

CINEMA

Da "Arrival" a "Qua la zampa": i film della settimana Video

SPORT

sport

Il Coni premia i suoi campioni parmigiani: le foto

Sport Invernali

Il cielo è azzurro a Kitzbühel: Paris fa l'impresa

MOTORI

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017

ANTEPRIMA

Rivoluzione Micra: Nissan cambia tutto