-2°

Quartieri-Frazioni

Il quartiere Cittadella si spacca sull'ipotesi di un nuovo stadio

Il quartiere Cittadella si spacca sull'ipotesi di un nuovo stadio
2

Margherita Portelli
La questione Tardini scende di nuovo in campo e, a suon di opinioni discordanti, due nutrite fette di tifosi-cittadini si confrontano sull'eventualità del trasferimento  del «tempio» del cuore sportivo cittadino.
Lo stadio va, lo stadio resta. Se n'è discusso durante il consiglio del quartiere Cittadella, che si è tenuto ieri sera in via Bizzozero. I consiglieri stessi si esprimono, nessuno escluso, dando voce a pareri opposti. Chi sostiene la necessità di privilegiare i diritti degli abitanti della zona che, a domeniche alterne, vedono minata la propria vivibilità, e chi si appella all’attaccamento nostalgico a un luogo che è ormai nella memoria storica della città.
«Non riusciamo a uscire di casa o a raggiungere i genitori anziani alla domenica»,  lamenta il consigliere Leonardo Di Jorio. «Il Tardini è un’istituzione della città» ribatte Maria Adelaide Petrillo. Poi c'è chi, come il consigliere Massimiliano Bonu, ricorda: «Che lo stadio si sposti o no, bisogna trovare soluzioni immediate per determinati problemi nel breve periodo».
Il vice sindaco Paolo Buzzi è intervenuto ribadendo l’intenzione dell’amministrazione di non costruire palazzine nell’area del Tardini, qualora si decidesse di spostare lo stadio: «Stiamo  ragionando per ipotesi - è intervenuto Buzzi -. Sul Tardini non ci sono vincoli di destinazione d’uso, ma non c'è l’intenzione di lasciare spazio alla speculazione edilizia. Lo stadio, però, presenta delle problematiche. Una ristrutturazione, peraltro necessaria, costerebbe circa quaranta milioni di euro, mentre la costruzione di uno stadio nuovo comporterebbe una spesa che va dai settanta agli ottanta. Se poi Parma entrasse nel circuito degli Europei del 2016, allora potrebbe contare su finanziamenti utili. Bisogna valutare attentamente i costi e i benefici della situazione attuale per decidere se lo spostamento è necessario. Capisco il rammarico, ma non credo che se si spostasse lo stadio la fede calcistica non verrebbe meno. Bisogna considerare con scrupolo, però, la questione finanziaria».
 I Boys del Parma,   presenti all’incontro, attraverso il portavoce, hanno espresso un parere deciso: «Il Tardini è il più grande luogo di aggregazione in città.  Le dinamiche del tifo conducono anche alla costruzione di legami sociali forti, che oggi sono sempre meno nelle giovani generazioni. Spostare lo stadio al di fuori del cuore cittadino ci sembra un controsenso.  Fu completamente ricostruito 20 anni fa,  non è vecchio. Farne uno nuovo sarebbe uno spreco di denaro pubblico».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • guido

    24 Febbraio @ 18.02

    non occorrono sondaggi. lo stadio va spostato, anche se mi dispiace. se dovesse succedere, mi farebbe piacere non vedere speculazioni edilizie tipo ex braibanti o ex gas

    Rispondi

  • Albertina Negri

    24 Febbraio @ 11.21

    Sono assolutamente d'accordo a spostare lo stadio , e' inconcepibile essere prigionieri in casa a seguito della partita di calcio ed avere le macchine parcheggiate ovunque ed impunite ( parcheggio dei disabili, in divieto di sosta, in prossimita' di un incrocio o di una curva) mentre nei giorni normali non ti puoi permettere di parcheggiare male anche un solo minuto perche' trovi immediatamente la multa!!!!!

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Piazzale S. Lorenzo:  festa al «Piano A»

Pgn

Piazzale S. Lorenzo: festa al «Piano A» Foto

maria chiara cavalli 1

Strajè

"Costretta" a fare ricerca all'estero. Il sogno di Maria Chiara: tornare a Parma Video

1commento

Lady Gaga: soffrodi disturbi psichici

RIVELAZIONE

Lady Gaga: soffro di disturbi psichici

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso 6 dicembre

VELLUTO ROSSO

Da Shakespeare a Peter Pan: gli spettacoli da non perdere a teatro

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Evasore fiscale "seriale": sequestro di beni a Parma

Guardia di Finanza

Evasore fiscale "seriale": sequestro di beni a Parma

Ospedale

Reparti soppressi, allarme al Maggiore

Sono cinque le strutture coinvolte: semeiotica, ortopedia, centro cefalee e due chirurgie

Parma

Tangenziale: code per lavori fra la Crocetta e via Baganzola

Viale Mentana

Un'altra rapina in farmacia: è sempre lo stesso bandito

Appennino

Schia: al via la stagione con una «valanga» di novità

Parma

Nuovo percorso ciclabile fra la stazione, via Trento, via San Leonardo e via Paradigna Mappe

Ecco dove passerà la pista ciclabile

lega pro

Daniele Faggiano è il nuovo direttore sportivo del Parma Video

8commenti

promozione

Il Fidenza chiama Massimo Barbuti in panchina

Criminalità

Felino, il bar Jolly senza pace: quarto furto in dieci mesi

Salso

Dotti, una vita sulle navi da crociera

IL CASO

Tangenziale di Collecchio: ora la gente chiede la rotatoria

collecchio-noceto

Truffa-furto del finto soccorso stradale: nuove segnalazioni

2commenti

COLLECCHIO

Scoppia il caso delle cartelle del Consorzio di bonifica

Funerale

Sorbolo: rose bianche e musica per l'addio a Ilaria Bandini

Funerale

"Ciao Lorenzo, ora vivi nella serenità": commosso addio al 15enne di Salso

tg parma

Travolto a Lemignano: Mihai Ciju resta gravissimo Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Renzi: perché ha perso, perché può rivincere

di Michele Brambilla

10commenti

IL DIRETTORE RISPONDE

Il panino? Non famolo strano

2commenti

ITALIA/MONDO

roma

Oggi fiducia sulla manovra e la direzione del Pd

Ventimiglia

Brucia la villa dei cognati e muore asfissiato

SOCIETA'

SOCIAL NETWORK

Fb e YouTube creano database antiterrorismo Video

televisione

Gabriele: da Medesano alla finale a L'eredità

SPORT

Nuoto

Federica Pellegrini d'oro: vince i 200 sl

Sport

Basket, conto alla rovescia per la Supercoppa

FOTOGRAFIA

Parma

Acqua, luce, metamorfosi: le foto di Nencini in San Rocco

Fotofestival

Fra metafisica e Storia: un mese di mostre fotografiche a Montecchio