20°

33°

Quartieri-Frazioni

Via Roncoroni, rifiuti e pericoli. Grido d'allarme dei residenti

Via Roncoroni, rifiuti e pericoli. Grido d'allarme dei residenti
Ricevi gratis le news
0

Ilaria Graziosi
  Vetri rotti, mobili marci, lenzuola lerce. Ma anche pezzi di televisori, siringhe, assorbenti. «Una fogna a cielo aperto», definiscono via Roncoroni alcuni abitanti del quartiere Pablo. Altri la paragonano perfino ad «un quartiere povero di Bombay».
I box abusivi e i rifiuti
 E’ una situazione delicata, quella venutasi a creare nella via parallela a via Buffolara e a lato della ferrovia Parma-La Spezia dove, più di quarant'anni fa erano sorti cinquanta box abusivi che gli abitanti della zona usavano come rimesse per le auto. Ma a dicembre del 2009 è arrivata un ordinanza perentoria del Comune che imponeva lo smantellamento di  quelle baracche. Alcuni proprietari rispondono prontamente all’ordinanza, e nel giro di  un mese 34 box vengono abbattuti. Ma ne rimangono in piedi ancora 16: le baracche, infatti, non sono mai state accatastate e, conseguentemente, è impossibile individuarne i proprietari. Insieme alle baracche rimane a terra tutta quelle serie di rifiuti che non hanno potuto essere smaltiti con facilità: e così si mostrano «a cielo aperto» poltrone, pezzi di lamiera, vecchi barbecue, copertoni.
Il pericolo della linea ferroviaria
 A tutto questo si aggiunge il fatto che, con l'abbattimento dei box abusivi e la potatura delle piante che separavano i box dalla ferrovia si arriva ad avere una doppia fonte di  pericolo per i residenti della zona. Da una parte, infatti, i rifiuti residui attraggono i topi. Dall'altra, senza la “protezione” che era rappresentata dagli alberi, i ragazzini più vivaci vanno a giocare addirittura sulle rotaie. E gli abitanti hanno paura. Paura per i loro bambini, ma anche perché qualcuno, di notte, viene a scaricare abusivamente altri  rifiuti «ingombranti» con  camioncini. «A questo punto ci siamo rivolti al Comune - dicono i residenti - perché vogliamo tornare ad uscire la sera senza avere paura».
Il Comune: «Presto la soluzione»
 La risposta alla richiesta di aiuto arriva dall’assessore al Patrimonio del Comune, Giuseppe Pellacini. «E' sicuramente una situazione delicata- afferma Pellacini - che possiamo far risalire a dicembre dello scorso anno , quando abbiamo emanato  l'ordinanza di smantellamento dei box-baracche. Un'ordinanza motivata dal fatto che le Ferrovie dello Stato, cui va fatta risalire la proprietà del terreno su cui sorgevano i box, avevano già ripetutamente chiesto al Comune di intervenire, in quanto le baracche stesse costituivano una situazione di potenziale pericolo per la sicurezza e la regolarità dell’esercizio ferroviario, dato che alcune di queste erano adibite a deposito di materiali altamente infiammabili. Pertanto la Polizia municipale ha proceduto ad affiggere l’ordinanza sulle porte di ogni box ma, dall’ultimo sopralluogo del 16 febbraio scorso, risultano ancora non demolite  16 baracche. Per questo - conclude Pellacini - proprio in questi giorni abbiamo avviato la procedura di demolizione d’ufficio dei box rimanenti. E contestualmente alla demolizione d’ufficio verranno smaltiti  anche i rifiuti seguendo le necessarie cautele».

Il servizio completo sulla Gazzetta di Parma

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Salvador Dalì, a 28 anni dalla morte i celebri baffi intatti

Spagna

A 28 anni dalla morte i baffi di Salvador Dalì sono intatti

Vinicio Capossela insieme alla Filarmonica Toscanini: le foto della serata a Parma

Parma

Vinicio Capossela insieme alla Filarmonica Toscanini: le foto della serata 

Barbara Weldens

Barbara Weldens

FRANCIA

La cantante Barbara Weldens muore folgorata durante un concerto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ecco la Summer Promo: la Gazzatta a soli 45cent al giorno!

ABBONAMENTO DIGITALE

Ecco la Summer Promo: la Gazzetta a soli 45 cent al giorno!

Lealtrenotizie

Mangiano pollo avariato, studenti intossicati

VARANO

Mangiano pollo avariato, studenti intossicati

Inchiesta sulle bollette

Luce, acqua e gas: storie di ordinaria vessazione

MASSACRO

Solomon, decine di colpi sui corpi anche dopo la morte

Noceto

Quella croce che protegge la valle di Cella

Testimonianze

Notte di paura per i parmigiani a Kos

Auguri capitano

Parma, il Parma, la famiglia: i 40 di Lucarelli

Fortuna

Fidentino gratta e vince 100 mila euro

Soragna

I residenti contrari all'arrivo dei profughi

PARMA

Lite al parco di via Milano: magrebino ferisce italiano con le forbici Video

1commento

ANTEPRIMA GAZZETTA

Bollette anomale e strani anticipi da pagare: le storie sulla Gazzetta di Parma

weekend

Feste campestri, cavalli e silent party: l'agenda del sabato

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

IL CASO

Ramiola, taglia i cavi per far tacere le campane

4commenti

carabinieri

Pusher in viale Vittoria: un lettore fotografa il blitz La sequenza

3commenti

incidente

Scontro fra una moto, due auto e un camion in via Traversetolo: un ferito grave

COMUNE

Un caso di dengue a Parma: disinfestazione in via Imbriani e al Barilla Center

Tecnici in azione per tre notti

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL CASO

La lezione di papà Fred Video-editoriale

1commento

EDITORIALE

Borsellino e la giustizia che dobbiamo ai giovani

di Filiberto Molossi

1commento

ITALIA/MONDO

TORINO

Figlio muore sul Cervino, la madre discute la  tesi Video

grecia

Scossa di 6,7: due turisti morti e 200 feriti a Kos Foto Video

SPORT

parma calcio

I 40 anni di capitan Lucarelli: speciale Gazzetta Video

parma calcio

Qui Pinzolo: la foto-cronaca del primo giorno di allenamenti

SOCIETA'

MANTOVA

Amiche muoiono per un incidente in scooter. Quell'ultimo video su Fb

Era qui la festa

Sorbolo: facce da... girone dei golosi Foto

MOTORI

MERCEDES

Classe X, la Stella attacca il segmento dei pick-up

EMISSIONI

Anche Audi gioca d'anticipo: interventi su 850mila diesel