19°

Quartieri-Frazioni

Centri commerciali naturali: dubbi e proposte da via Farini

Centri commerciali naturali: dubbi e proposte da via Farini
1

di Margherita Portelli
 

Via Farini si ferma allo statuto. Il progetto dei centri commerciali naturali elaborato dall’assessorato al Commercio del Comune, che prevede di dividere il centro storico e l’Oltretorrente in tante aree quante sono le vie con la maggior presenza di negozi, per incrementarne identità e riconoscibilità, rallenta proprio nella via della movida.
I commercianti di via Farini, che si sono riuniti martedì sera per condividere opinioni e dubbi riguardanti il progetto, chiariscono senza indugi: «Siamo tutti d’accordo nel dire che quest’iniziativa è meritevole. Siamo interessati e pienamente consapevoli della validità dei centri commerciali naturali in chiave di rilancio del centro storico».
Nonostante questo, però, i timori e le perplessità relative allo statuto che deve regolare il progetto sono troppi, e dopo un’ora e mezza di accesi confronti, finisce che il drappello dei circa trenta commercianti riunitisi alla parrocchia di Sant'Ulderico, lascia la sala alla spicciolata.
 Nessuna decisione presa e il pensiero, esternato a gran voce da qualcuno, che «se non ci muoviamo, qui si resta indietro e il centro muore». Troppi e illimitati, secondo alcuni, sarebbero i poteri del consiglio di amministrazione del consorzio nato al fine di valorizzare il progetto, che comprende anche le due associazioni di categoria Ascom e Confesercenti.  A preoccupare, in particolar modo, è il potere decisionale delle due associazioni di categoria. Ad esempio, quello di aumentare o diminuire, in futuro, i centri commerciali naturali. C'è poi chi si esprime a favore di un consorzio formato unicamente dai commercianti e dice un categorico «no» al ruolo di coordinamento di Ascom e Confesercenti e chi, invece, ribatte: «Attenzione, siamo sicuri di volerci slegare completamente da tutto il contesto dell’organizzazione cittadina? Ci sono cose che, dal punto di vista pratico, forse noi non possiamo gestire».
In molti chiedono una modifica dello statuto, perchè, spiegano, «è giusto che ci sia un regolamento, ma questo deve tutelare soprattutto noi. Specifichiamo, ad esempio, un tetto massimo d’indebitamento che ci tuteli economicamente». Morale della favola: tutti a casa senza alcuna decisione presa, accompagnati dalla consapevolezza che un periodo di ulteriore esitazione potrebbe posticipare oltremodo la realizzazione del progetto. «Se volete un consiglio - specifica Ivano Ruscelli, town center manager del Comune di Parma -, eleggete i vostri rappresentanti e andiamo avanti pragmaticamente. Molti hanno già aderito, il consorzio quindi è già formato, modificare lo statuto a questo punto sarebbe burocraticamente molto complesso. Ora l’importante è partire, verrà da sé, poi, che a gestire concretamente le dinamiche del tutto saranno i commercianti. Sarete voi».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Bruno

    08 Aprile @ 07.24

    I centri commerciali naturali NON possono avere successo, perchè per antonomasia il "centro commerciale" é un insieme conglomerato di negozi posti sotto un tetto al riparo dalle intemperie, caldo d'inverno e fresco d'estate. Tutto questo NON esiste nel centro commerciale naturale.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Belen in vestaglia in Qatar

Moto Gp

Belen in vestaglia in Qatar Foto

L'attore posta video dopo l'infarto: "Pericolo passato"

salvato

Lopez, il video dopo l'infarto: "La paura? Tutto passato"

Premio Gazzarock 2017: sono aperte le iscrizioni

MUSICA

Premio Gazzarock 2017: sono aperte le iscrizioni

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

Foto tratta dal sito ufficiale del ristorante

CHICHIBIO

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

Lealtrenotizie

Salso: rogo in un garage, distrutte 4 auto; non si esclude natura dolosa

paura

Rogo in un garage a Salso, distrutte 4 auto: matrice dolosa? Video

Comune

Parma, sconto sull'Imu per chi affitta a canone concordato

1commento

carabinieri

Sushi senza "targa", sequestrati 55 chili di prodotti alimentari

Nas e Polizia municipale multano ristorante giapponese

5commenti

sicurezza

Via della Salute a Parma: sorvegliano i residenti

piazzale della pace

Fermato mentre scappa con una boutique (falsa) nello zaino: espulso dall'Italia

Parma

Ponte Romano: al via la riqualificazione. Previsto parcheggio da 40 posti sotto la Ghiaia

Lavori fino all'autunno: posata la prima pietra

13commenti

Parma

Spacciatore arrestato dai carabinieri dopo sei anni di "lavoro"

Accertate almeno 750 cessioni di eroina dal 2011: in cella 36enne tunisino

10commenti

crisi

Copador: sciopero di due ore in vista dell'assemblea soci Video

polizia municipale

Passante aggredito da un pitbull in zona stazione

5commenti

Corniglio

Lupo morto avvelenato

14commenti

TORRILE

San Polo, rubano un'auto e la «riportano» distrutta

storie di ex

Turchia: legami con Gulen, il Galatasaray caccia Hakan Sukur

Degrado

Gli spacciatori ora assediano Piazzale Dalla Chiesa

27commenti

Carabinieri

Fidenza: donna trovata morta in piazza Gioberti

LEGA PRO

Il Parma riparte dal poker di Gubbio

Parma

Il nuovo volto della diocesi: 56 maxi parrocchie per unire i fedeli 

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Chi ha interesse a volere la realtà percepita

2commenti

EDITORIALE

Europa, la dura realtà dopo le celebrazioni

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

Economia

Stretta sui "compro oro". Ecco cosa cambia Video

Rimini

Cadavere nel trolley: non è la cinese scomparsa in crociera. La vittima è morta di stenti

SOCIETA'

western

Addio ad Alessandroni, il "fischio" più famoso del cinema Video

CONSIGLI

Incontri ravvicinati con i cinghiali? Usate la strategia del torero

SPORT

SPECIALE F1

Buona la prima: la Ferrari di Vettel è davanti a tutti

MOTOGP

Moto: mondiale si apre all'insegna di Viñales, suo gp Qatar

MOTORI

innovazione

La Fiat 500? Adesso si può noleggiare su Amazon

NOVITA'

Non solo Suv: ecco le nuove berline e wagon del 2017