17°

32°

Quartieri-Frazioni

Federici, il basso che ora canta per i suoi allievi

Federici, il basso che ora canta per i suoi allievi
Ricevi gratis le news
0

Margherita Portelli

La gloria, a lui, non interessa. I palchi e gli scroscianti applausi di una carriera lunga cinquant’anni sono sufficienti. La musica e il canto, quelli - dice -,  li ha nel dna. Franco Federici, 72 anni, è un basso partito da Parma che, nel corso della sua lunga carriera, ha calcato le scene più importanti di tutto il mondo. Oggi, però, nella sua città, la cosa che ama di più fare è consigliare i giovani cantanti che si rivolgono a lui. Li guida spinto da un rapporto quasi paterno, li aiuta e gioisce con loro di successi e conquiste. Al primo piano del Petitot tutti i giorni dà lezione e dispensa consigli, mosso dall’amore soltanto per il canto.
«Cominciai a cantare nel ’59 e debuttai nel ‘62 - ricorda Federici -: da allievo del Conservatorio di Parma mi spostai a Firenze per seguire la mia insegnante dove, grazie a una borsa di studio di 65 mila lire al mese, riuscii a mantenermi, studiando al conservatorio Cherubini e formandomi anche a teatro».
In breve tempo la carriera del basso parmigiano prese il volo. Appena ragazzo si esibì con la Callas alla scala di Milano e a fianco della Tebaldi a Firenze: «Ricordo ancora lo spirito vincente col quale salii sul palco: ero giovane, ma avevo voglia di dimostrare che se ero lì era perché me lo meritavo - spiega il cantante -. Alla fine la Tebaldi mi porse un mazzo di fiori e mi disse:  “te li sei meritati”».
Vinse concorsi su concorsi, ai quali si susseguirono successi nei maggiori teatri italiani e stranieri. Dopo aver vinto il concorso «Achille Peri» a Reggio Emilia, nel ’66, diede il via alla lunga serie di presenze al Teatro Regio di Parma, in quasi tutte le stagioni fino al 1989. Ma la sua carriera è stata internazionale: Austria, Bulgaria, Cecoslovacchia, Francia, Germania, Grecia, Jugoslavia, Polonia, Romania, Spagna, Svizzera, Ungheria. Il primo contatto con i teatri d'Oltreoceano lo ha avuto nel 1979, andando in  Colombia, dove ha cantato in sette  delle otto  opere in cartellone. É stato poi presente sulle scene di New York, Washington, San Francisco e Dallas.
Oggi, invece, sta bene in quello spazio che il Comune ha concesso a lui e al coro «Voci bianche» a far da precettore a quegli allievi (circa una trentina) che Federici definisce «i miei ragazzi» e che in lui trovano un punto di riferimento artistico.
«Lo faccio perché quella per la musica è la mia passione più grande:  ce l’ho nel sangue,  e seguire questi giovani, in maniera totalmente gratuita, mi fa sentire realizzato. Io canto ancora, ma anche insegnare mi dà grandi soddisfazioni».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Rinoceronte ancora in finale al Talent Show "Eccezionale veramente"

tg parma

Rino Ceronte ancora in finale al talent show "Eccezionale veramente" Video

"Dai un bacio a Chiara"  Fedez e Chiara Ferragni approdano a Capri

gossip

Fedez e Chiara Ferragni (e Rovazzi) a Capri: folla in delirio Video

La D’Urso in barca con Gerard Butler: è amore?

gossip

La D’Urso in barca con Gerard Butler: è amore?

Notiziepiùlette

Samuele Turco suicida in carcere
delitto san prospero

Samuele Turco suicida in carcere

Ultime notizie

Le parole del giovane parmigiano

SONDAGGIO

Da bagolón a bagolone: come cambia il dialetto dei giovani

di Mara Varoli

1commento

Lealtrenotizie

Per la perizia Turco non si voleva suicidare

La relazione

Per la perizia Turco non si voleva suicidare

Il caso Turco

«Il suicidio? Impossibile prevederlo»

cantiere

Al via in agosto la riqualificazione di piazza della Pace

la curiosità

Biciclette e corsie per gli autobus: il «carosello» dei segnali stradali

IL CASO

Colorno, «portoghesi» del bagno in piscina. Ora le denunce

IL PERSONAGGIO

Torrechiara, Alberto Angela «gira» nel castello

Lutto

La morte di Igino Lemoigne, una vita nelle assicurazioni

L'intervista

Insinna: «Vi racconto la verità sui fuori-onda»

Fidenza

Roslyn, campionessa di nuoto a 74 anni

BORGOTARO

La medicina del Santa Maria, tutti i dati del 2016

seconda amichevole

Calaiò inarrestabile, 5 gol; tripletta Iacoponi: Parma-Settaurense 12-0

via Anselmi

Fiamme in una palazzina: grave una 60enne - Video: dentro l'appartamento distrutto

gazzareporter

Parma, 2017: dormire sotto il ponte

4commenti

droga

Arrestata l'insospettabile studentessa-pusher

22commenti

via capelluti

Teneva la pianta di marijuana sul balcone. Ma sono passati i vigili....

1commento

economia

Pomodoro, oltre 1000 assunti per la campagna Mutti

Nei 3 stabilimenti di Parma, Collecchio e Salerno, oltre ai fissi

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL CASO

Samuele Turco, la tragedia e la pietà Video-editoriale

di Michele Brambilla

1commento

EDITORIALE

Salso, l'avvenire non è dietro le spalle

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

profitti

Samsung, utili record: sorpasso con Apple alle porte

GDF

Corruzione: 5 arresti a Lodi, in manette anche un vigile

SPORT

mondiali nuoto

Pazzesca Pellegrini, impresa in rimonta: è oro. "Vorrei fare la velocista" Foto

nuoto

Italia show ai mondiali: Detti oro e Paltrinieri bronzo negli 800 sl

SOCIETA'

TECNOLOGIA

Bosch e Daimler, il parcheggio è autonomo Gallery

gazzareporter

Quando l'imbianchino non c'è... il gatto balla Video

MOTORI

il video

Tutto in 44 secondi: un’intervista a 300 km/h sulla nuova Jaguar XJR575 Video

anniversario

Pajero One/Hundred, Mitsubishi festeggia il secolo di vita